Alga tossica
Alga tossica

Lieve presenza di alga tossica nelle acque di Molfetta: c'è la rilevazione

I dati forniti nel consueto report dell'Arpa Puglia

Una minima quantità di alga tossica è stata registrata sul litorale di Molfetta e Giovinazzo nell'ultima rilevazione dell'Arpa Puglia.

Le analisi sono iniziate a inizio giugno e continueranno fino a fine settembre con aggiornamenti ogni quindici giorni. Dopo due mesi con rilevazioni nulle, si registra una presenza di circa 100-120 cellule per litro, un dato comunque molto basso ma destinato ad aumentare sensibilmente nelle prossime settimane. In genere, infatti, tra luglio e agosto si delinea un intensificazione del fenomeno. Il picco più alto nella scorsa estate è stato quello di 11.588 cellule per litro sulla spiaggia giovinazzese a metà agosto 2023. In questo caso, il report riguarda il tratto costiero nella zona sud di Molfetta e il litorale di Giovinazzo in prossimità di Santo Spirito. Bari, al momento, vede ancora il dato pari a zero.

In generale, si tratta di un'alga di dimensioni microscopiche, originaria di zone geografiche tropicali e subtropicali, che da oramai più di un decennio è stata segnalata in numerose aree costiere Italiane, non solo in Puglia. Vive abitualmente sui fondali rocciosi, colonizzando altre alghe macroscopiche. Data la potenziale tossicità della specie, in determinate condizioni si possono verificare alcuni impatti di tipo sanitario sui frequentatori dei litorali a scopo balneare, impatti che, comunque, possono considerarsi lievi e transitori.

Quando le microalghe sono localmente ed abbondantemente presenti, l'azione della tossina nella maggior parte dei casi può realizzarsi con l'inalazione di un aerosol marino, che si forma quasi esclusivamente in presenza di forte vento e mareggiate che seguono periodi abbastanza lunghi di calma. I sintomi, assimilabili a quelli para-influenzali, si presentano dopo 2-6 ore dall'esposizione.
  • Alga tossica Molfetta
Altri contenuti a tema
Alga tossica anche a settembre nel mare di Molfetta Alga tossica anche a settembre nel mare di Molfetta Seppure "scarsa", l'ostreopsis ovata continua a essere presente
Resta l'alga tossica a Molfetta ma meno rispetto a inizio agosto Resta l'alga tossica a Molfetta ma meno rispetto a inizio agosto Discreta concentrazione di ostreopsis ovata nella seconda parte del mese appena trascorso
L'alga tossica ricompare nelle acque di Molfetta L'alga tossica ricompare nelle acque di Molfetta Presenza riscontrata nelle ultime due settimane di agosto
Ostreopsis ovata in mare. Iniziato il monitoraggio anche a Molfetta Ostreopsis ovata in mare. Iniziato il monitoraggio anche a Molfetta Con l'arrivo dell'estate scattano i controlli sulla presenza di "alga tossica"
Dopo l'allerta rientra il pericolo alga tossica a Molfetta Dopo l'allerta rientra il pericolo alga tossica a Molfetta Dai campionamenti del 17 agosto densità inferiore rispetto ai limiti nocivi alla salute
Alga tossica a Molfetta: a inizio mese la densità era di 64492 cellule/litro Alga tossica a Molfetta: a inizio mese la densità era di 64492 cellule/litro Solo a Bari situazione peggiore. Oggi i nuovi campionamenti
L'alga tossica porta Molfetta in ospedale. Consigliabile non fare il bagno alla Prima Cala L'alga tossica porta Molfetta in ospedale. Consigliabile non fare il bagno alla Prima Cala Accessi al Pronto Soccorso per gli effetti dell'ostreopsis ovata
A luglio "scarsa" presenza di alga tossica nel mare di Molfetta A luglio "scarsa" presenza di alga tossica nel mare di Molfetta Diramati i dati della seconda parte del mese: valori in continuità con quelli dell'inizio
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.