Zona industriale allagata
Zona industriale allagata

Legambiente e le inondazioni nella zona industriale di Molfetta: «Aggressione al territorio»

La nota del presidente Marco Di Stefano

Elezioni Regionali 2020
Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa che riportiamo integralmente.



"Ancora una volta, il Comune di Molfetta ed il Consorzio ASI, nonostante tutti i dubbi espressi dal Comitato V.I.A. della Regione Puglia, dall'Autorità di Bacino e dall' A.R.P.A., anche nelle integrazioni ai loro pareri, hanno confermato la volontà di risolvere il problema delle inondazioni nella Zona Industriale, realizzando due canali enormi che attraverseranno territorio agricolo di pregio e sfoceranno uno a cala San Giacomo e l'altro in territorio del Comune di Bisceglie.

Questi canali muteranno per sempre lo scenario ambientale e paesaggistico delle lame, la cui unica "colpa" è quella di trovarsi nella Zona Industriale di Molfetta, inopinatamente, edificata in un'area ad alto rischio idrogeologico e non adatta agli insediamenti produttivi.

Non contenta, questa Amministrazione ha dato mandato all'Ufficio tecnico per la realizzazione del nuovo piano degli insediamenti produttivi (PIP4) che utilizzerà la parte di territorio a est della zona industriale, anch'essa ad altissimo rischio idrogeologico. L'aspetto paradossale di tutta questa vicenda sta nella piena consapevolezza del Comune e dell'ASI dei danni fatti dalle precedenti pianificazioni, ma, evidentemente, l'incapacità d'immaginare uno sviluppo che non sia dannoso per l'ambiente è alieno da questa classe dirigente.

Anche i progettisti incaricati da entrambi gli enti, nelle loro integrazioni hanno proposto alternative all'attuale progetto di mitigazione, salvo abbandonarle, considerandole o troppo costose o irrealizzabili a causa delle trasformazioni subite dal territorio.

Tra queste, ci sembra interessante la proposta di recuperare l'alveo naturale delle lame, intervenendo il meno possibile con canali artificiali o deviazioni, ma indirizzando il deflusso delle acque piovane, riutilizzando i collettori naturali quali sono le nostre "vilipese" lame.

Ci auguriamo che la commissione V.I.A. della Regione Puglia pienamente consapevole dei danni fatti dalle precedenti pianificazioni delle aree produttive di Molfetta e di quelli che farà la soluzione scelta dal nostro Comune e dal Consorzio ASI, esprima parere negativo a questo progetto, in maniera tale da costringere gli attori a mettere in campo altre proposte meno impattanti e rispettose dello scenario ambientale del nostro territorio.

Riteniamo che gli enti sovraordinati rappresentino oggi l'ultimo argine ad una politica che a parole parla di svolta verde, partecipando al Global Strike tenutosi a Molfetta, ma nei fatti persegue logiche novecentesche votate all' aggressione ed estrazione violenta di valore dal nostro territorio.

Molfetta, 14 ottobre 2019


Il presidente del circolo Legambiente di Molfetta "Giovanna Grillo"
Marco Di Stefano"
  • Legambiente Molfetta
Altri contenuti a tema
Pino abbattuto in Piazza Moro, interviene anche Legambiente Molfetta Pino abbattuto in Piazza Moro, interviene anche Legambiente Molfetta Ne parla il presidente del circolo locale Marco Di Stefano
Molfetta tra i "comuni ricicloni", esultano ASM e Comune Molfetta tra i "comuni ricicloni", esultano ASM e Comune Il sindaco elogia i cittadini virtuosi e il lavoro dell'Asm
Molfetta tra i "comuni ricicloni" premiati da Legambiente Molfetta tra i "comuni ricicloni" premiati da Legambiente Conferma per la città, 43esima in tutta la Regione
Dal Comune di Molfetta censimento delle aree verdi della città, interviene Legambiente Dal Comune di Molfetta censimento delle aree verdi della città, interviene Legambiente La nota a firma del presidente del circolo locale Marco Di Stefano
Legambiente conferma il no ai canaloni nella zona industriale di Molfetta Legambiente conferma il no ai canaloni nella zona industriale di Molfetta La nota del presidente del circolo cittadino che ribadisce le ragioni della scelta
Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta Legambiente e i dubbi sugli espropri nel Piano per gli Insediamenti Produttivi di Molfetta L'associazione: «Così si cancella la cultura contadina di Molfetta»
Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» Rischio idraulico alla zona industriale di Molfetta, Legambiente: «L’attuale progetto non risolve il rischio inondazioni» L'associazione: «Si alla rinaturalizzazione delle lame»
Struttura ricettiva in località Torre San Giacomo? I dubbi di Legambiente Struttura ricettiva in località Torre San Giacomo? I dubbi di Legambiente Nota dell'associazione, firmata anche da Movimento Civico “Liberatorio Politico” e  L.U.P. – Laboratorio di Urbanistica Partecipata di Molfetta
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.