comune
comune
Politica

La maggioranza fa quadrato attorno al Presidente del Consiglio comunale

Il centro sinistra risponde, con un comunicato, al comunicato delle forze politiche di centro destra

Levata di scudi delle forze politiche di maggioranza che, in una nota, difendono l'operato di Piergiovanni e rispediscono al mittente le accuse mosse, alla seconda più alta carica dell'amministrazione. La politica 2.0 si impossessa della città.

«Le forze politiche di maggioranza - scrivono nel comunicato - respingono con la massima fermezza il violento attacco mosso dall'opposizione nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale, Nicola Piergiovanni».

E ancora. «Il Presidente Piergiovanni in questo primo anno di consiliatura si è distinto per la sua non comune capacità di gestire i lavori della massima assise cittadina con rigore e competenza al fine di determinare sempre (anche nei momenti di maggiore tensione) le condizioni migliori per consentire lo sviluppo di un proficuo confronto democratico tra maggioranza e opposizione. Per questo la polemica avviata dal consigliere Camporeale con parole gravissime, al limite dell'insulto personale, è del tutto inaccettabile e fuori luogo, oltre che assolutamente immotivata nel merito.
La richiesta di convocazione del Consiglio Comunale sulla variante relativa al Comparto 18, infatti, è stata protocollata dai consiglieri di opposizione in pieno agosto, e il Presidente Piergiovanni ha correttamente inserito il punto all'ordine del giorno della prima riunione utile della massima assise cittadina (quella convocata per il prossimo 4 settembre), dal momento che sarebbe stato di fatto impossibile svolgere un Consiglio Comunale in pieno agosto, con il rischio assai concreto della mancanza del numero legale per le inevitabili numerosissime assenze tra i consiglieri di maggioranza e di minoranza».

«Non si comprende affatto, inoltre, quale rapporto ci sia tra la discussione che si andrà a sviluppare in Aula e il ricorso al TAR promosso, sulla complessa vicenda che riguarda il Comparto 18, da imprenditori privati interessati direttamente alla questione e che sarà discusso il prossimo 3 settembre. Non vorremmo che il centrodestra intendesse con questa iniziativa forzare o condizionare il convincimento dei giudici chiamati ad esaminare la vicenda. Si tratterebbe (questo sì!) di un gravissimo tentativo di invadere il campo di autonomia della magistratura, confondendo due piani che sono e devono rimanere assolutamente distinti.
Infine, nel ribadire la più convinta e completa fiducia a Nicola Piergiovanni cui va la solidarietà piena di tutte le forze politiche di maggioranza per il proditorio attacco subito, non possiamo non biasimare il "pulpito" dal quale proviene la "predica" nei riguardi del Presidente del Consiglio Comunale. Tutti infatti ricordano come abbia esercitato la sua funzione il predecessore di Piergiovanni, e cioè quel Ninnì Camporeale che oggi si erge a censore. Tutti ricordano la vera e propria partigianeria con la quale Camporeale gestiva i lavori del Consiglio Comunale quando sindaco era Antonio Azzollini (ai tempi in cui tra i due c'era un grande idillio, e non la siderale lontananza di questi mesi, dopo la cocente delusione elettorale), con interrogazioni e interpellanze dei consiglieri di opposizione rimaste inevase addirittura per anni, con Consigli comunali richiesti dalla minoranza e convocati con gravissimi e immotivati ritardi».

Il comunicato è firmato da Partito Democratico – Sinistra Ecologia e Libertà – Partito della Rifondazione Comunista – Centro Democratico – Signora Molfetta – Linea Diritta
  • Consiglio Comunale
Altri contenuti a tema
Minervini: «Consiglio comunale positivo con provvedimenti su scuola e viabilità» Minervini: «Consiglio comunale positivo con provvedimenti su scuola e viabilità» Il commento del Sindaco dopo la riunione della massima assise cittadina
Incontro tra Senso Civico, Officine Molfetta e PD: «Serve alternativa all'attuale amministrazione» Incontro tra Senso Civico, Officine Molfetta e PD: «Serve alternativa all'attuale amministrazione» Prospettata un'intesa politico-elettorale per le prossime elezioni amministrative
40 Si riunirà domani il Consiglio comunale di Molfetta: i punti all'ordine del giorno Si riunirà domani il Consiglio comunale di Molfetta: i punti all'ordine del giorno La massima assise cittadina si riunirà alle ore 16:30
Consiglio Comunale il 14 dicembre. La dottoressa Spano al posto di Antonello Pisani Consiglio Comunale il 14 dicembre. La dottoressa Spano al posto di Antonello Pisani Assise fiume, diversi i temi all'ordine del giorno tra cui i lavori sulla Molfetta - Ruvo, attesi da anni
Consiglio Comunale del 29 novembre, attesa per le comunicazioni del sindaco sulla nuova Giunta Consiglio Comunale del 29 novembre, attesa per le comunicazioni del sindaco sulla nuova Giunta Integrato l'ordine del programma dei lavori della prossima seduta assembleare
1 Non passa la mozione di sfiducia. Tommaso Minervini resta sindaco di Molfetta Non passa la mozione di sfiducia. Tommaso Minervini resta sindaco di Molfetta Determinante l'astensione di Carmela Minuto. Assente Doriana Carabellese
Oggi il Consiglio Comunale - verità: Minervini resterà sindaco di Molfetta Oggi il Consiglio Comunale - verità: Minervini resterà sindaco di Molfetta Improbabile ormai la sfiducia nonostante la mozione. Il sindaco verso la fine naturale del mandato
Il 29 novembre il Consiglio comunale sulla mozione di sfiducia al sindaco Il 29 novembre il Consiglio comunale sulla mozione di sfiducia al sindaco La mozione, presentata da dodici consiglieri, non dovrebbe passare al vaglio dell'Aula Carnicella
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.