Azione Cattolica
Azione Cattolica

L’Ac diocesana ribadisce l’importanza di una decisione politica sullo ius soli

Diritto di cittadinanza: ricchezza per il nostro futuro o minaccia per il nostro presente?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato a cura della Presidenza diocesana di Ac.

L'avvicinarsi delle elezioni politiche, chiede di far luce sulla legge che riguarda il diritto di cittadinanza per i migranti ovvero lo ius soli. Come Azione Cattolica diocesana sentiamo di dover sollecitare politici e Chiesa locale ad esprimersi. Il nostro intervento si colloca nella direzione già indicata da Papa Francesco, circa l'importanza di riconoscere e certificare il diritto a una nazionalità a bambine e bambini al momento della nascita (Messaggio per la Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato 2018). Anche Matteo Truffelli, Presidente nazionale dell'Ac, in una lettera ad Avvenire lo scorso 19 settembre 2017, ribadisce la necessità di chiarezza tra notizie di cronaca nera, numeri sugli sbarchi, appelli all'identità nazionale e accuse di buonismo perbenista, discorsi sulla cittadinanza.

Come associazione che agisce nella Chiesa e al servizio di essa, ma vive nel mondo e in una società a cui dà il proprio contributo, vogliamo evitare strumentalizzazioni varie ad opera dei partiti, in concomitanza dell'avviata campagna elettorale.

Al momento, la legge sulla cittadinanza vigente in Italia è quella introdotta nel 1992, che prevede un'unica modalità di acquisizione della cittadinanza: lo ius sanguinis (diritto di sangue). Per cui, un bambino è italiano se almeno uno dei genitori è italiano; mentre un bambino nato da genitori stranieri, anche se partorito sul territorio italiano, può chiedere la cittadinanza solo dopo aver compiuto 18 anni e se fino a quel momento abbia risieduto in Italia "legalmente e ininterrottamente".

Lo Ius soli, ovvero il disegno di legge approvato alla Camera ormai alla fine del 2015, introduce invece nuovi criteri per ottenere la cittadinanza prima dei 18 anni.

Anche le città della nostra diocesi hanno storie di accoglienza molto significative alle spalle e testimoni che hanno battuto la strada dell'integrazione, come don Tonino Bello. Pertanto, come Azione Cattolica diocesana intendiamo fare informazione e chiarezza, per fornire a tutti gli strumenti per meglio comprendere la società in cui viviamo ed evitare messaggi e interpretazioni distorti. Auspichiamo che tutte le forze politiche italiane si adoperino quanto prima per riportare questo argomento tra le priorità dei lavori parlamentari, avendo il coraggio di approvare detta normativa prima delle politiche del 2018. Ci rivolgiamo quindi anche alle istituzioni locali, perché prendano la parola e si attivino per essere davvero al servizio di tutti i cittadini, senza distinzioni e limitazioni di alcun tipo.

Per ulteriori info rimandiamo al seguente link: http://www.acmolfetta.it/web/2017/12/08/diritto-di-cittadinanza-ricchezza-per-il-nostro-futuro-o-minaccia-per-il-nostro-presente/
  • Azione Cattolica
  • ius soli
Altri contenuti a tema
L'Azione Cattolica Diocesana scrive per la Pasqua ai fedeli L'Azione Cattolica Diocesana scrive per la Pasqua ai fedeli Invito a vivere all'insegna della solidarietà
L'ex sindaco di Lampedusa a Molfetta per “Volti rivolti. L’umanità che fa bene” L'ex sindaco di Lampedusa a Molfetta per “Volti rivolti. L’umanità che fa bene” L’Azione Cattolica della Diocesi apre la campagna di adesione per il biennio 2019/2020
L'appello dell'Azione Cattolica della Diocesi: «La dignità umana prima di tutto» L'appello dell'Azione Cattolica della Diocesi: «La dignità umana prima di tutto» Messaggio nel nome degli insegnamenti di don Tonino Bello
Ius soli "cittadino", il Consiglio Comunale si esprime a favore Ius soli "cittadino", il Consiglio Comunale si esprime a favore Il punto proposto dall'Azione Cattolica recepito dalla maggioranza dei consiglieri
Immigrazione e accoglienza: ne parla l'Azione cattolica diocesana sabato Immigrazione e accoglienza: ne parla l'Azione cattolica diocesana sabato Dalle ore 16, presso il Seminario Vescovile, attenzione al progetto Sprar di Molfetta e Giovinazzo
Bitonto, l'Azione Cattolica: «Operare per una realtà migliore, sempre» Bitonto, l'Azione Cattolica: «Operare per una realtà migliore, sempre» La presidenza diocesana sulla sparatoria nella quale è stata uccisa Anna Rosa Tarantino
Azione Cattolica, "un grembiule scomodo". Alcune precisazioni Azione Cattolica, "un grembiule scomodo". Alcune precisazioni La Presidenza Diocesana torna su alcuni punti chiave su cui desidera far chiarezza
Azione Cattolica: «Siate fautori della politica del grembiule» Azione Cattolica: «Siate fautori della politica del grembiule» L'analisi attenta del voto e l'invito a recuperare una politica sana
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.