Il luogo dell'incidente
Il luogo dell'incidente
Cronaca

Incidente mortale sulla Molfetta-Giovinazzo, ci sono tre indagati

Tre persone sono state iscritte nel registro degli indagati con l'accusa di omicidio stradale. Si tratta di un atto dovuto

Elezioni Regionali 2020
Atto dovuto. Tre persone, di cui non sono state diffuse le generalità, sono indagate per l'incidente stradale costato la vita a Barbara Picca, la ragazza molfettese di 24 anni morta in seguito ad un violento tamponamento che si è verificato il 17 luglio scorso lungo la litoranea per Giovinazzo.

La ragazza era la passeggera di una motocicletta condotta da un 35enne, ricoverato al Policlinico di Bari, quando il mezzo è stato tamponato da una Fiat Punto condotta da una 20enne in un impatto che ha coinvolto pure una Ford Focus che sopraggiungeva nel senso opposto. E proprio per fare piena luce sullo scontro, violento e fatale per l'adolescente, l'ipotesi per cui si muove il pubblico ministero Francesco Tosto, titolare del fascicolo, è quella di omicidio stradale.

Si tratta di un atto dovuto per permettere gli accertamenti necessari a far chiarezza sulla tragedia: l'obiettivo è quello individuare le cause dell'incidente, oltre che a ricostruirne la dinamica. Secondo le prime informazioni, sembra che la Fiat Punto (condotta da una 20enne fermatasi per prestare soccorso e poi sottoposta agli accertamenti tossicologici, ndr) per schivare un altro veicolo che procedeva a velocità elevata e coi fari spenti, sia finita per tamponare la moto.

Soltanto ipotesi, però. Servirà il lavoro di un esperto per chiudere l'indagine. Alla guida della moto c'era un 35enne. Quando le sue condizioni miglioreranno, sarà sentito dagli agenti della Sezione di Bari, ai quali potrà fornire dettagli utili per ricostruire le cause, che al momento restano di difficile individuazione.
  • Incidenti Molfetta
Altri contenuti a tema
1 Perde il controllo dell'auto e sfonda il muro dello stadio Poli Perde il controllo dell'auto e sfonda il muro dello stadio Poli L’episodio nella serata di ieri in via Nisio. La conducente soccorsa dal 118, sul posto anche i Vigili del Fuoco
Moto tamponata da un'auto, avanti con le indagini Moto tamponata da un'auto, avanti con le indagini Polizia Stradale al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente in cui è morta una molfettese di 24 anni
2 Incidente sulla Molfetta-Terlizzi, auto capovolte: due feriti Incidente sulla Molfetta-Terlizzi, auto capovolte: due feriti Sul posto 118, Vigili del Fuoco e Polizia Locale: all'origine del sinistro un'auto pirata che avrebbe tagliato la strada
1 Cammina lungo l'A1, travolto e ucciso: morto un 35enne di Molfetta Cammina lungo l'A1, travolto e ucciso: morto un 35enne di Molfetta Dario Minervini era a piedi nel tratto fra Orvieto e Fabro. Aveva parcheggiato l'auto in una piazzola di sosta
Sbalzata dalla sella della moto, 46enne in prognosi riservata Sbalzata dalla sella della moto, 46enne in prognosi riservata Due i feriti a seguito di un sinistro avvenuto a Giovinazzo lungo la litoranea per Santo Spirito. La dinamica affidata alla Polizia Locale
Patente sospesa per 36 mesi. Il giudice di pace gliela restituisce Patente sospesa per 36 mesi. Il giudice di pace gliela restituisce L'uomo, di 43 anni, rimase coinvolto in un incidente sull'autostrada A14 in cui morirono due albanesi
Botti, zero feriti. Ciclista investito da un'auto: trasportato al Policlinico Botti, zero feriti. Ciclista investito da un'auto: trasportato al Policlinico Ha riportato un politrauma ed è stato trasportato a Bari in codice rosso. Sul posto anche i Carabinieri
Perde il controllo dell'auto, si ribalta e finisce contro un palo: illeso Perde il controllo dell'auto, si ribalta e finisce contro un palo: illeso L'incidente, nella notte, in via Berlinguer. Miracolato il conducente, sul posto i Carabinieri
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.