Tommaso Minervini. <span>Foto Vincenzo Bisceglie</span>
Tommaso Minervini. Foto Vincenzo Bisceglie

Il Sindaco di Molfetta ricorda Girolamo Minervini a 40 anni dalla sua uccisione

Il primo cittadino: «Resterà sempre nella galleria della uomini illustri della città»

Elezioni Regionali 2020
Girolamo Minervini nacque a Teramo il 4 maggio 1919. Il padre Cosmo, questore, girava l'Italia, ma tutta la sua famiglia è di origini molfettesi da generazioni. Infatti il legame con Molfetta era fortissimo, le sue visite erano ricorrenti. Oltre la passione per i nostri riti pasquali e le feste patronali, Girolamo Minervini, ripeteva di avere nel sangue la molfettesità, specie quella legata al mondo contadino.

«Girolamo Minervini è nella galleria della uomini illustri della città. Esemplificativo il racconto che ne fece il Sindaco di Molfetta Carnicella nel marzo 1992, pochi mesi prima che anch'egli fosse ucciso. Vorrei ricordare oggi 18 marzo un servitore dello Stato: Girolamo Minervini, uomo del tutto particolare, schivo, modesto e nello stesso tempo consapevole delle proprie capacità. Uomo incapace di arrogarsi privilegi e predicare, nel contempo, libertà ed uguaglianza, ucciso dalle BR il 18 Marzo 1980».

Comincia così il ricordo che il sindaco Tommaso Minervini ha affidato ad una lettera. «Soprattutto – sottolinea il sindaco – vorrei ricordare i valori che quell'uomo rappresentava e che ancor oggi lo Stato, nel suo insieme, ha il dovere, insieme al ricordo, di rappresentare. Valori fondanti e vitali della convivenza civile; e dare senso oggi, ai tanti servitori dello Stato, il cui sacrificio non può essere confinato nella memoria di una generazione ma indicato quale esempio civile alle giovani generazioni. Un ricordo vano se assistiamo inermi a quanto successo recentemente nelle carceri Italiane e pugliesi. Una sollecitazione che intendiamo segnalare, soprattutto ai giovani della nostra Città di Molfetta.

Ma lo stesso Tommaso Minervini ebbe l'onore, giovanissimo, di frequentare Girolamo Minervini negli anni 1975/1976. Fu Beniamino Finocchiaro a farglielo conoscere per ricevere le lezioni sulla riforma dell'ordinamento penitenziario che vide la luce nel 1975. «L'istruttoria formale, giuridica e culturale di quella riforma – continua il sindaco - fu preparata sin dal 1970 da uomini come Girolamo Minervini che affrontò gli anni duri delle contestazioni e delle rivolte carcerarie degli anni 70, pre riforma. Senza disarmare lo Stato, come invece ci è capitato di vedere sgomenti nelle vicende di queste ultime settimane. Ecco chi era – conclude il sindaco - Girolamo Minervini. Entrato in Magistratura nel 1943, ucciso dalle BR il 18 Marzo 1980: un simbolo positivo rispetto ai qualunque di oggi».
  • tommaso minervini
Altri contenuti a tema
Tre anni di amministrazione a Molfetta, il sindaco: «Recuperata la nostra identità culturale» Tre anni di amministrazione a Molfetta, il sindaco: «Recuperata la nostra identità culturale» Il videomessaggio di Tommaso Minervini alla città
Tommaso Minervini plaude alle forze dell'ordine a servizio della cultura della legalità Tommaso Minervini plaude alle forze dell'ordine a servizio della cultura della legalità Il primo cittadino commenta l'esito dell'operazione sul traffico di stupefacenti tra Albania e Italia
Il sindaco di Molfetta ricorda Luigi Palombella Il sindaco di Molfetta ricorda Luigi Palombella Minervini: «Perso un punto di riferimento nel sistema scolastico della città»
Minervini: «Imu non posticipata? Con l'Anci chiediamo una soluzione al Governo» Minervini: «Imu non posticipata? Con l'Anci chiediamo una soluzione al Governo» Il primo cittadino di Molfetta si schiera a favore delle imprese
Bonus affitti del 60% per le locazioni commerciali di Molfetta Bonus affitti del 60% per le locazioni commerciali di Molfetta Minervini: «Una misura del Governo che va incontro alle istanze degli imprenditori»
Nasce l’associazione Fotografi professionisti Molfetta Nasce l’associazione Fotografi professionisti Molfetta Il sindaco: «Siamo pronti a dare sostegno alla categoria»
Minervini: «Il Parco di Mezzogiorno sarà il nuovo polmone verde di Molfetta» Minervini: «Il Parco di Mezzogiorno sarà il nuovo polmone verde di Molfetta» Possibile riapertura entro fine 2020. Il primo cittadino aggiorna sullo stato dei lavori
Il Comune di Molfetta per il rilancio: posticipate tutte le scadenze di tasse e tributi comunali Il Comune di Molfetta per il rilancio: posticipate tutte le scadenze di tasse e tributi comunali Minervini: «Andiamo incontro ai cittadini e a tutte le attività produttive della città»
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.