Ex Palazzo Tributi
Ex Palazzo Tributi

Gli studenti di Molfetta: «Implementiamo il servizio pubblico della città»

Grande richiesta di maggiori spazi pubblici per studiare

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa realizzato dal Comitato Voce allo Studio Molfetta e l'Associazione culturale Tesla.

"A seguito dell'incontro tenutosi il 1° ottobre c.a. tra una rappresentativa del Comitato Voce allo Studio e il Sindaco di Molfetta Tommaso Minervini sullo stato dei lavori per il completamento e l'apertura della Biblioteca comunale Giovanni Panunzio, nel quale si veniva comunicato dell' "imminente chiusura dell'aula studio sito presso l'ex Palazzo Tributi per ospitare i lavori di una pinacoteca e trasferire gli arredi e archivi bibliografici presso la nuova biblioteca", le ragazze e ragazzi di Molfetta hanno deciso di convocare un'assemblea pubblica per confrontarsi ed elaborare proposte in merito.
L' appuntamento, avvenuto il 6 ottobre presso la sede del circolo Arciorizzonti di Molfetta, sita in vico IV San Rocco n°6, ha visto partecipi, oltre ai componenti del Comitato e ad alcuni studenti della città, una rappresentanza dei Giovani Democratici di Molfetta, dell'Associazione culturale Tesla, il consigliere comunale Dario De Robertis e il Presidente del Consiglio Comunale Nicola Piergiovanni.

Durante l'assemblea sono stati effettuati dei chiarimenti da parte del Presidente del Consiglio e del consigliere comunale di maggioranza in merito alle dichiarazioni espresse dal primo cittadino dichiarando che, al fine di fugare ogni sorta di possibile fraintendimento, l'aula studio rimarrà chiusa solo quando sarà necessario il trasferimento degli archivi e arredi, per un tempo utile pari a due – tre settimane, superato il quale sarà inaugurata la nuova biblioteca comunale, ora in fase di ristrutturazione.
È stato ribadito altresì dal Comitato e affermato in modo unanime dai presenti che i posti a disposizione sin ora, di numero 14, sono ritenuti insufficienti da parte degli studenti molfettesi e che esiste una necessità di effettuare migliorie al servizio pubblico offerto sin ora dal Comune, ampliando il parco posti a disposizione, il meccanismo di prenotazione ad oggi vigente, oltre agli orari di apertura dell'aula studio.

Considerato che verrà mantenuto il servizio Aula studio presso l'ex palazzo tributi fino all'apertura della biblioteca comunale Giovanni Panunzio;
Visto il contenuto del documento protocollato in data 14 agosto e le richieste già espresse all'interno dello stesso;
Visti punti concordati durante l'assemblea pubblica del 6 ottobre scorso; Si è richiesto al Sindaco Tommaso Minervini quanto segue:
un incontro per poter confrontarsi sulle proposte emerse dall'assemblea pubblca;
un intervento strutturale sul servizio pubblico attraverso l'allocazione di una o più location, siano esse di natura pubblica o privata convenzionate con il Comune, che possano permettere l'accesso di almeno n 50 posti studio;
ampliamento degli orari di utilizzo delle aule studio sia mattutini che pomeridiani; a titolo di esempio: 9.00 - 14.00 / 15.00 - 20.00;
Divisione per fasce orarie della prenotazione del posto studio;
Creazione di un canale istituzionale che consenta all'Amministrazione di avere un contatto diretto con l'utenza del servizio e agli studenti e cittadini di avanzare nell'ottica di un continuo dialogo costruttivo istanze, richieste, suggerimenti e feedback.


Con la ripresa dell'università già avvenuta e l'ormai lento ma costante aumento di casi positivi di al Covid-19 crediamo che sia necessario, per garantire il diritto allo studio, che l'Amministrazione predisponga un piano efficace per affrontare l'emergenza.

Un secondo lockdown degli spazi pubblici di studio non è possibile permettercelo.

Sappiamo che le norme anti-Covid rendono più impegnativa e difficile la gestione oltre che la predisposizione di una sala studio ma crediamo che queste motivazioni non siano abbastanza per poter impedire che il diritto allo studio venga esercitato nella sua interezza nella nostra città.

Crediamo che questa fase rappresenti un'opportunità irripetibile per intervenire al fine di migliorare i servizi pubblici, sia in un'ottica di gestione del rischio emergenziale, sia soprattutto nell'ottica di una programmazione a lungo termine che possa superare i limiti e le carenze intrinseche nell'offerta pubblica preesistente.
  • biblioteca comunale
Altri contenuti a tema
La biblioteca comunale di Molfetta verso la riapertura. Le foto La biblioteca comunale di Molfetta verso la riapertura. Le foto Venerdì 30 settembre gli spazi tornano a disposizione dei cittadini
Biblioteca comunale, Minervini: «Molfetta recupera un importante contenitore culturale» Biblioteca comunale, Minervini: «Molfetta recupera un importante contenitore culturale» Le parole del sindaco verso la riapertura prevista per il 30 settembre
Venerdì 30 settembre riapre la biblioteca comunale di Molfetta Venerdì 30 settembre riapre la biblioteca comunale di Molfetta Per l'occasione si esibirà l'orchestra della scuola "Savio"
Biblioteca comunale, CGIL-CISL-UIL: «La riapertura sembrava vicina solo in campagna elettorale» Biblioteca comunale, CGIL-CISL-UIL: «La riapertura sembrava vicina solo in campagna elettorale» Nota congiunta contro il sindaco Tommaso Minervini
Il consigliere comunale Binetti: «Nuovo anno scolastico alle porte e Molfetta ancora senza biblioteca» Il consigliere comunale Binetti: «Nuovo anno scolastico alle porte e Molfetta ancora senza biblioteca» Le parole in merito alla questione che tiene banco soprattutto tra i più giovani
Molfetta pronta a ritrovare la sua biblioteca. Presto l'inaugurazione Molfetta pronta a ritrovare la sua biblioteca. Presto l'inaugurazione L'annuncio del sindaco Tommaso Minervini
42 Gli studenti di Molfetta in rivolta: «Rivogliamo la biblioteca» Gli studenti di Molfetta in rivolta: «Rivogliamo la biblioteca» Chiusa da diversi anni e al centro di lavori di riqualificazione
Dario de Robertis: «Il sindaco ha dimenticato studenti e biblioteca comunale» Dario de Robertis: «Il sindaco ha dimenticato studenti e biblioteca comunale» Il consigliere comunale: «Silenzio del sindaco è dimenticanza gravissima»
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.