seminario regionale
seminario regionale

Giornate FAI di primavera: apre le porte il seminario regionale di Molfetta

L'iniziativa il prossimo weekend

Sabato 23 e domenica 24 marzo 2019 il FAI - Fondo Ambiente Italiano invita tutti a partecipare alle Giornate FAI di Primavera, manifestazione giunta alla 27ª edizione, una grandiosa festa mobile per un pubblico vastissimo, che attende ogni anno di partecipare a questa straordinaria cerimonia collettiva, appuntamento irripetibile del nostro panorama culturale che a partire dal 1993 ha appassionato quasi 11 milioni di visitatori. Centinaia di siti e migliaia di persone che l'anima del FAI accende, prendendo per mano tutti e accompagnando gli italiani a specchiarsi nella stupefacente varietà del paese più bello, aprendo luoghi spesso inaccessibili ed eccezionalmente visitabili in questo weekend, durante il quale è possibile sostenere la Fondazione con un contributo facoltativo o con l'iscrizione.

Il Gruppo FAI di Giovinazzo ha organizzato un percorso di un'ora circa nel centro storico Giovinazzo con visita del Palazzo Messere e le nobili dimore di via Madonna degli Angeli con gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico e Scientifico "Matteo Spinelli" di Giovinazzo e l'apertura del Pontificio Seminario Regionale Pugliese a Molfetta, con gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Classico "Leonardo Da Vinci" di Molfetta.
Il Pontificio Seminario Regionale Pugliese fu eretto su progetto dell'ing. Momo ed inaugurato il 4 novembre 1926. Nel chiostro, perimetrato da colonne di stile composito, trova posto la Cappella Maggiore, a navata unica e soffitto a capriate, che dell'originaria struttura conserva solo l'altare. Ristrutturata nel 2016, ha visto lo svellimento del pavimento, sostituito nella zona absidale da uno a motivi geometrici in stile cosmatesco, e la demolizione dei due amboni. L'intera zona absidale è occupata dal mosaico del Cristo Redentore, commissionato nel 1958 da Mons. Carata al Cav. Berlendis. La biblioteca "San Tommaso D'Aquino", posta a sinistra, risalente al 1957 e ristrutturata nel 2015 su progetto dell'arch. Grasso, custodisce pregevoli volumi, tra cui preziose cinquecentine, dono sia della Biblioteca Vaticana, sia di Pio XI. Al primo piano è custodito un dipinto su tela raffigurante una Madonna con Bambino, di autore ignoto, risalente al XIV secolo, dono di Pio XII.
Sabato: 15:30 - 18:30
Domenica: 09:30 - 12:30 / 15:00 - 18:30
Ringraziamenti: Comune di Molfetta, Rettore don Giovanni Caliandro, don Angelo Mazzone, don Donato Liuzzi, dirigente scolastico, docenti e studenti del Liceo Classico "Leonardo da Vinci",


Nello sviluppo urbano che vede la formazione del borgo ottocentesco di Giovinazzo oltre il nucleo antico, Palazzo Messere costituisce, con gli altri nobili palazzi, il nuovo confine della cittadella medievale, fino ad allora cinta e separata dal territorio circostante dalle antiche mura difensive. A partire dal 1861 il Comune, bisognoso di denaro per costruire il Palazzo Municipale nella piazza del Borgo, dichiarò edificabili i terreni liberati dalle mure urbiche, che, venduti alle nobili famiglie (Marziani, Daconto, Maldari), furono utilizzati per costruirvi le loro dimore. Una nuova quinta scenica definisce così via di Santa Maria degli Angeli e le antiche fossate che sono dominate, per mole, proprio da Palazzo Messere. Edificato da Mauro sui terreni situati di fronte alla sua antica abitazione e messi in vendita dal Comune, il Palazzo con gli appartamenti, i grandi saloni affrescati e le imponenti scale, fu completato entro il 1870, quando la famiglia vi si trasferì.
Il percorso verso Palazzo Messere, lungo via Madonna degli Angeli, consentirà eccezionalmente di visitare la Chiesa Madonna degli Angeli, ex Santa Maria de lo Muro.
Punto di partenza: Piazza Umberto I (in prossimità delle sede della locale Pro Loco)

Sabato: 09:30 - 19:00
Domenica: 09:30 - 19:00

Ringraziamenti: Ruggero Messere e Antonella Mininni Iannuzzi, Ruggero Messere e Biancamaria Catalani, Confraternita di Santa Maria degli Angeli, Comune di Giovinazzo per il Patrocinio non oneroso, Polizia Municipale, dirigente scolastico, docenti e studenti del Liceo Classico e Scientifico "Matteo Spinelli"e Pasticceria Giotti
  • seminario regionale
Altri contenuti a tema
Il tesoro di Molfetta visitabile grazie alle Giornate FAI di Primavera Il tesoro di Molfetta visitabile grazie alle Giornate FAI di Primavera I giovani del Liceo Classico e i volontari di Molfetta "ciceroni" per l'evento
Intitolata a Tommaso d’Aquino la Biblioteca del Seminario Regionale Intitolata a Tommaso d’Aquino la Biblioteca del Seminario Regionale Taglio del nastro da parte del Nunzio Apostolico in Italia
Inaugurazione Biblioteca Seminario Regionale e apertura Porta Santa Inaugurazione Biblioteca Seminario Regionale e apertura Porta Santa Due appuntamenti importanti in diocesi
Don Giovanni Caliandro è il nuovo rettore del Seminario Regionale Don Giovanni Caliandro è il nuovo rettore del Seminario Regionale E' originario di Ceglie Messapica
La famiglia al centro del ciclo di incontri del Seminario Regionale La famiglia al centro del ciclo di incontri del Seminario Regionale Domenica prende il via la Settimana della Cultura
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.