Ecclesiadi 2014
Ecclesiadi 2014
Vita di città

Ecclesiadi 2014: al via il “secondo atto” con la Celebrazione Eucaristica

Lo sport è un bene per la comunità parrocchiale

Lo sport è strumento di evangelizzazione. Senza dubbio è questo il messaggio che la decima edizione delle Ecclesiadi 2014 (che si svolgeranno dal 27 aprile al 3 Luglio nella diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi) vuole trasmettere. Oggi il "secondo atto" con la Celebrazione eucaristica presieduta da don Franco Sancilio, parroco della Parrocchia di San Domenico e direttore della Pastorale dello Sport, Turismo, Tempo libero e Pellegrinaggi. Oggi siamo orfani di campioni dello sport cattolici, che possano essere da modello,però negli oratori ci sono milioni di ragazzi che fanno sport. Lo sport come in questa decima edizione delle olimpiadi dell'intera comunità diocesana deve essere integrato nella pastorale. Partendo dallo Sport si può far nascere un oratorio, perché lo sport ha grandi valori umani (quali l'integrazione sociale, la convivenza multietnica, l'intercultura, il senso della sconfitta) e valori cristiani. Nelle diocesi è fondamentale una progettualità condivisa e comune, in cui lo sport deve essere trasversalmente presente in tutti gli ambiti.

Quando formiamo il binomio «pastorale-sport» o «educazione-sport», vogliamo dire, in un'espressione condensata che senza togliere al gioco le sue caratteristiche di divertimento, sforzo ed eventualmente spettacolo, mettiamo tutto il fenomeno in rapporto con la crescita totale della persona o, se parliamo di pastorale, con la maturazione della fede e l'inserimento nella Chiesa. C'è un legame spontaneo e naturale, ma anche coscientemente voluto. Quando Don Bosco fu ordinato sacerdote pensò la propria azione pastorale, mettendovi il gioco come elemento fondamentale. Il suo primo programma si esprimeva in un trinomio: giocare, stare assieme, fare catechismo. Lui stesso giocava con i ragazzi. Non fu difficile constatare che il cortile attirava più della chiesa. Molti giovani che non sarebbero venuti in chiesa, erano invece attratti dal cortile. Non solo, ma in questa prima esperienza percepì l'importanza del gioco nella totalità della vita dei ragazzi. Don Bosco, nella sua esperienza di educatore, percepì che il gioco, oltre ad essere un elemento equilibrante e quindi necessario, sviluppa aspetti specifici nella formazione totale del ragazzo. È divenuto, quindi, per lui oggetto di riflessione, di osservazione, di organizzazione e di guida, tutti presupposti che sono senza dubbio alla base della decima edizione delle Ecclesiadi.
  • Religione
  • Sport
  • Ecclesiadi
Altri contenuti a tema
Stano e gli altri campioni di Tokyo accolti al Quirinale da Mattarella Stano e gli altri campioni di Tokyo accolti al Quirinale da Mattarella Presenti anche le alte cariche dello sport azzurro
Molfetta cardioprotetta nello sport: corso BLSD per le società locali Molfetta cardioprotetta nello sport: corso BLSD per le società locali L'incontro si è tenuto stamattina a Lama Scotella
Molfetta cardioprotetta anche nello sport: un defibrillatore per ogni struttura comunale Molfetta cardioprotetta anche nello sport: un defibrillatore per ogni struttura comunale Il progetto sarà presentato lunedì 13 settembre a Lama Scotella
Stanotte Vanessa Ferrari in gara a Tokyo 2020, sulle note di Maurizio Campo Stanotte Vanessa Ferrari in gara a Tokyo 2020, sulle note di Maurizio Campo Il direttore d'orchestra molfettese ha curato l'arrangiamento della colonna sonora per l'atleta azzurra
Palazzo Chigi celebra la vittoria dell'Italia a Euro 2020. Presente anche Garofoli Palazzo Chigi celebra la vittoria dell'Italia a Euro 2020. Presente anche Garofoli Insieme alla nazionale di calcio il tennista Matteo Berrettini e agli atleti dell'Under 23
Dall'Aden Exprivia Molfetta alle Olimpiadi di Tokyo: la storia di Massimo Stano Dall'Aden Exprivia Molfetta alle Olimpiadi di Tokyo: la storia di Massimo Stano Il marciatore di Palo del Colle convocato nella squadra azzurra
L’Inter Summer Camp 2021 arriva a Andria L’Inter Summer Camp 2021 arriva a Andria Nasce una importante partnership fra Virtus Andria e FC Internazionale
Decreto riaperture: da giugno torna il pubblico negli impianti sportivi all'aperto Decreto riaperture: da giugno torna il pubblico negli impianti sportivi all'aperto Possibilità per i tifosi della Molfetta Calcio di seguire l'ultima partita in casa
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.