I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Difende un clochard, anziano pestato. A Molfetta è caccia alla baby gang

Violenza e ferocia nella stazione ferroviaria. L'uomo è stato soccorso dal 118, indagano i Carabinieri

«Fermi, fermi!». A volte basta non girarsi dall'altra parte per trovare il coraggio di ribellarsi. Un anziano del posto, nella serata di martedì, si trovava nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Molfetta.

Ed è proprio lì che ha assistito all'aggressione di un senzatetto da parte di una baby gang di balordi: la scorribanda dei picchiatori è iniziata alle ore 21.30, nel corridoio antistante l'edicola, quando se la sono presa con un clochard che non ha mai arrecato fastidio a nessuno. Lo hanno accerchiato e, tra fragorose risate, lo stavano deridendo per gli abiti consunti e per le scarpe bucate, con l'intento di provocarlo, offenderlo e cacciarlo via.

Un modo deplorevole di far baldoria, che purtroppo richiama alla memoria recenti episodi di cronaca analoghi e dalle conseguenze ben più gravi proprio ai danni di clochard. Non tutti, fortunatamente, hanno trovato la cosa così divertente; c'è chi le sorti di questo senzatetto, costretto a subire le angherie di quei ragazzi, le ha prese a cuore ed è intervenuto per difenderlo. «Basta, lasciatelo in pace», ha chiesto l'anziano, con toni molto pacati.

L'uomo s'è messo in mezzo, cercando di difendere il clochard, che da qualche tempo ha trovato rifugio in stazione, e per tutta risposta i criminali se la sono presa anche con lui. È stato picchiato selvaggiamente. L'anziano, infatti, è stato colpito più volte (l'aggressione, nel frattempo, s'è spostata all'esterno, ndr), ma se l'è cavata proprio perché in sua difesa sono arrivati alcuni passanti, che si sono messi in mezzo per ripararlo dai calci e dai pugni.

Soccorso dal personale del Servizio 118 è stato portato presso l'ospedale monsignor Antonio Bello, dove i medici gli hanno diagnosticato ematomi al volto e su tutto il corpo. Nel frattempo, però, i passanti avevano anche dato l'allarme, attraverso il numero di pubblica utilità 112, ai Carabinieri, giunti celermente sul posto con una gazzella dell'Aliquota Radiomobile in servizio presso la locale Compagnia.

I militari, che potranno contare anche sui nastri registrati dalle telecamere di videosorveglianza della stazione ferroviaria, hanno ascoltato le vittime ed i presenti, tra cui l'indifeso senzatetto, che pur di guadagnarsi un giaciglio di fortuna per la notte, ha finito con l'incrociare la stupidità di qualcuno, rimasto al momento sconosciuto. A noi, invece, resta l'imbarazzo per gli atteggiamenti di chi ha perso di vista ogni barlume di umanità.

E in mezzo a tanta barbarie, l'unica speranza è arrivata proprio dall'anziano soccorritore. Il clochard (dare assistenza a queste persone o trovare loro un alloggio non pensiamo sia impossibile, ndr) ne siamo certi, non dimenticherà mai chi ha teso una mano quando ne aveva bisogno.
  • Carabinieri Molfetta
  • Stazione ferroviaria Molfetta
  • Clochard Molfetta
Altri contenuti a tema
Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice 39 anni, originario di Capua, sposato e padre di tre figli, il capitano arriva dalla Tenenza di Melito di Napoli
Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Il giovane è stato trovato in possesso di 23 dosi di hashish e 590 euro. Arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati I fatti risalgono al 2 settembre, quando si è tenuto un sit-in contro l'arrivo in città dell'ex segretario della Lega
Lunga attesa all'ospedale di Molfetta: paziente picchia due medici. Denunciato un 41enne Lunga attesa all'ospedale di Molfetta: paziente picchia due medici. Denunciato un 41enne È successo questa mattina nel pronto soccorso. Immediato l'intervento dei Carabinieri: l'uomo è stato deferito a piede libero
Vito Ingrosso lascia la Compagnia, l'encomio di Molfetta per i suoi 5 anni d'attività Vito Ingrosso lascia la Compagnia, l'encomio di Molfetta per i suoi 5 anni d'attività Il maggiore premiato ieri dalla massima assise cittadina. Si è insediato il nuovo comandante: è il capitano Francesco Iodice
Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Il Tribunale di Trani ha disposto la sostituzione della misura cautelare. Rigettate le altre richieste
Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne Si tratta di Domenico Minervini, molfettese già noto alle forze dell'ordine. Si è presentato a Trani con il suo avvocato
Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Quattro i georgiani fermati dai Carabinieri: due bloccati a Bari, gli altri due a Potenza. Era chiamata la "banda della compieta"
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.