ASL
ASL

Dalla ASL di Bari indicazioni per chi rientra in Puglia dalle nazioni a rischio

Linee guida conformi all'ordinanza di Michele Emiliano

Arrivano dalla ASL di Bari alcune linee guida per il contenimento dell'epidemia di Coronavirus in Puglia: la procedura è stabilita in conformità con l'ordinanza della Regione Puglia che stabilisce maggiori controlli per i rientranti dalle nazioni ritenute a rischio, soprattutto perché luoghi di vacanza e quindi di maggiore contatto con soggetti potenzialmente positivi.

Per quanti rientrano in Puglia da Grecia, Malta, Spagna e Croazia - oltre alla autosegnalazione - è obbligatorio restare in isolamento in attesa del tampone che sarà eseguito non prima delle 72 ore. Il tampone viene eseguito dopo tre giorni dall'arrivo in Puglia per consentire la corretta rilevazione di una carica virale maggiormente attendibile.

Dato l'aumento significativo delle richieste dei test per accertare o meno la presenza del virus, ASL e Dipartimento di prevenzione hanno deciso di centralizzare le comunicazioni inerenti alla emergenza Covid sostituendo il numero verde con la procedura guidata che consiste nella auto segnalazione sul portale Pugliasalute e il successivo recall da parte degli operatori del Dipartimento di prevenzione.

Per effettuare la autosegnalazione è necessario collegarsi al sito della Regione Puglia ed entrare nella pagina dedicata (https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus). Si compila così un form che viene smistato in base alla Asl di competenza. A sua volta il Dipartimento genera una risposta automatica inviata all'utente dal seguente indirizzo sorveglianza.coronavirus@asl.bari.it che viene invitato a fornire i dati personali, con la garanzia della privacy. Gli operatori provvedono dunque a richiamare la persona e fissare una prenotazione per eseguire il tampone. Il referto viene inviato a distanza di 24 ore dalla esecuzione del test.

Da lunedì saranno operativi 57 medici USCA per le attività di sorveglianza epidemiologica compresi i tamponi e saranno prolungati gli orari di apertura dell'ambulatorio Covid free nella sede dell'ex Cto a Bari dalle 8 alle 18. Incrementate anche le postazioni del drive through (tampone in auto) presenti ad Altamura, Giovinazzo, Noicattaro e Alberobello, con turni dalle 8 alle 18.
  • asl
Altri contenuti a tema
Dalla ASL Bari 30mila lettere per il recupero di esenzioni non dovute Dalla ASL Bari 30mila lettere per il recupero di esenzioni non dovute Ecco cosa deve fare chi ha ricevuto il richiamo
Protesta disabili, delegato regionale Fioto, Squeo: «accordo tariffario alternativa alla gara per le protesi» Protesta disabili, delegato regionale Fioto, Squeo: «accordo tariffario alternativa alla gara per le protesi» Lo stato di agitazione delle associazioni di categoria dei disabili parte dalla mancata fornitura delle protesi da parte dell’Asl Ba
Il Comune di Molfetta conferma il servizio di trasporto per i disabili Il Comune di Molfetta conferma il servizio di trasporto per i disabili Le persone con disabilità potranno raggiungere i centri di riabilitazione
Aggressione medici. Sanguedolce: «Entrambi vogliono rientrare al più presto a lavoro» Aggressione medici. Sanguedolce: «Entrambi vogliono rientrare al più presto a lavoro» Il direttore generale dell'Asl Bari, in una nota, mette in evidenza l'abnegazione dei due dirigenti aggrediti
1 Intascò tangente da imprenditore di Molfetta, medico licenziato dalla Asl Intascò tangente da imprenditore di Molfetta, medico licenziato dalla Asl Arrestato nel 2014 in flagranza di reato, l'uomo ha patteggiato 3 anni e 4 mesi. Ora il licenziamento
2 I vaccini diventano obbligatori. Ma nell'Asl Ba crollano I vaccini diventano obbligatori. Ma nell'Asl Ba crollano 41 i centri sul territorio (compreso quello di Molfetta). 12 milioni i costi sostenuti ogni anno
Trasporto per i disabili, l'Asl di Bari chiama in Tribunale il Comune di Molfetta Trasporto per i disabili, l'Asl di Bari chiama in Tribunale il Comune di Molfetta Citazione anche per i Comuni di Bari, Giovinazzo, Corato, Ruvo e Terlizzi
52 Azzollini: «E' emergenza rifiuti». E scrive a Comune e Asl Azzollini: «E' emergenza rifiuti». E scrive a Comune e Asl «E' vostro compito porre rimedio». E avrebbe anche la soluzione
© 2001-2021 MolfettaViva � un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.