Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Coronavirus, Conte: «Sanzioni più severe per chi non rispetta le regole»

Il Presidente del Consiglio in conferenza stampa da Palazzo Chigi

Nel tardo pomeriggio di oggi, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa da Palazzo Chigi per ulteriori novità in merito alle misure prese per affrontare in tutta Italia l'emergenza Coronavirus: «Abbiamo deliberato l'adozione di un decreto-legge che riordina la disciplina anche dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale. In questo modo abbiamo regolamentato in maniera più puntuale e in modo più trasparente i rapporti tra l'attività del Governo e del Parlamento».

«La data del 31 luglio che ho letto in alcune bozze che circolavano stamattina - prosegue il Premier - non è quella di scadenza delle misure restrittive. Quella data è il riferimento dichiarato dall'Italia a fine gennaio quando ci si preparava all'emergenza sanitaria imminente, proprio pochi giorni prima che l'Organizzazione Mondiale della Sanità considerasse questo virus come minaccia globale. Noi confidiamo di tornare molto prima di quella data alle nostre normali vite».

Poi, un riferimento alle sanzioni: «Prevediamo sanzioni più severe per chi non rispetta le regole, con multe da 400 euro a 3mila euro, ma qualora la violazione fosse compiuta con un veicolo la sanzione verrebbe aumentata fino a un terzo, dunque non ci sarebbe il fermo amministrativo. Dobbiamo tutti rispettare le disposizioni e, a tal proposito, mi dico veramente soddisfatto e orgoglioso della reazione che i cittadini stanno avendo nel rispettare le prescrizioni. Le forze dell'ordine fanno attento monitoraggio ma la stragrande maggioranza dei cittadini si sta conformando a queste nuove regole. Questo ci deve rendere tutti particolarmente orgogliosi».

«Ciascuno deve fare la propria parte - ha concluso Conte - per affrontare questa emergenza, vincere e poterci rialzare quanto prima. Se tutti rispettano le regole mettono in sicurezza se stessi e consentono a tutta la comunità nazionale di uscire da questa emergenza. Questa è una prova durissima ma che sicuramente ci renderà migliori. Ognuno di noi sta riflettendo sulla propria vita e sulla scala di valori e questa è un'occasione per fermarsi e fare riflessioni che nella frenesia della vita quotidiana non facciamo».
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Negozi e uffici e aria condizionata: le indicazioni dell'assessore all'igiene Balducci Negozi e uffici e aria condizionata: le indicazioni dell'assessore all'igiene Balducci L'accensione a condizione della manutenzione e sostituzione dei filtri
Manovra della Regione Puglia da 750 milioni di euro a sostegno dell'economia Manovra della Regione Puglia da 750 milioni di euro a sostegno dell'economia Interventi a favore del sistema imprenditoriale, turistico e sanitario
Anche Molfetta inserita nell'indagine di sieroprevalenza dell'infezione di Coronavirus Anche Molfetta inserita nell'indagine di sieroprevalenza dell'infezione di Coronavirus Il test verrà eseguito su un campione di 150mila persone residenti in 2mila Comuni
Coronavirus, in Puglia solo 2 nuovi casi su 2.203 tamponi: 0 in provincia di Bari Coronavirus, in Puglia solo 2 nuovi casi su 2.203 tamponi: 0 in provincia di Bari I guariti totali nella regione arrivano a 2.436
Giardini e parchi: a Molfetta a breve la riapertura Giardini e parchi: a Molfetta a breve la riapertura Minervini: «Agire sempre con responsabilità»
A Molfetta un solo caso di Coronavirus: l'annuncio di Tommaso Minervini A Molfetta un solo caso di Coronavirus: l'annuncio di Tommaso Minervini Il sindaco ne parla in un nuovo video alla città
Coronavirus, altri 9 casi registrati nella provincia di Bari Coronavirus, altri 9 casi registrati nella provincia di Bari In totale 11 contagi nelle ultime 24 ore in Puglia
Nelle sede del Comune di Molfetta a piazza Municipio arriva il termoscanner Nelle sede del Comune di Molfetta a piazza Municipio arriva il termoscanner Il dispositivo sarà utilizzato per monitorare tutti gli accessi nella struttura
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.