Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Coronavirus, Conte: «Sanzioni più severe per chi non rispetta le regole»

Il Presidente del Consiglio in conferenza stampa da Palazzo Chigi

Nel tardo pomeriggio di oggi, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa da Palazzo Chigi per ulteriori novità in merito alle misure prese per affrontare in tutta Italia l'emergenza Coronavirus: «Abbiamo deliberato l'adozione di un decreto-legge che riordina la disciplina anche dei provvedimenti che stiamo adottando in questa fase emergenziale. In questo modo abbiamo regolamentato in maniera più puntuale e in modo più trasparente i rapporti tra l'attività del Governo e del Parlamento».

«La data del 31 luglio che ho letto in alcune bozze che circolavano stamattina - prosegue il Premier - non è quella di scadenza delle misure restrittive. Quella data è il riferimento dichiarato dall'Italia a fine gennaio quando ci si preparava all'emergenza sanitaria imminente, proprio pochi giorni prima che l'Organizzazione Mondiale della Sanità considerasse questo virus come minaccia globale. Noi confidiamo di tornare molto prima di quella data alle nostre normali vite».

Poi, un riferimento alle sanzioni: «Prevediamo sanzioni più severe per chi non rispetta le regole, con multe da 400 euro a 3mila euro, ma qualora la violazione fosse compiuta con un veicolo la sanzione verrebbe aumentata fino a un terzo, dunque non ci sarebbe il fermo amministrativo. Dobbiamo tutti rispettare le disposizioni e, a tal proposito, mi dico veramente soddisfatto e orgoglioso della reazione che i cittadini stanno avendo nel rispettare le prescrizioni. Le forze dell'ordine fanno attento monitoraggio ma la stragrande maggioranza dei cittadini si sta conformando a queste nuove regole. Questo ci deve rendere tutti particolarmente orgogliosi».

«Ciascuno deve fare la propria parte - ha concluso Conte - per affrontare questa emergenza, vincere e poterci rialzare quanto prima. Se tutti rispettano le regole mettono in sicurezza se stessi e consentono a tutta la comunità nazionale di uscire da questa emergenza. Questa è una prova durissima ma che sicuramente ci renderà migliori. Ognuno di noi sta riflettendo sulla propria vita e sulla scala di valori e questa è un'occasione per fermarsi e fare riflessioni che nella frenesia della vita quotidiana non facciamo».
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Sì alla passeggiata coi bimbi, Prefetto: «Ma solo con un genitore» Sì alla passeggiata coi bimbi, Prefetto: «Ma solo con un genitore» Altra condizione: bisogna restare nei pressi di casa
Né "sepolcri" né processione dei Misteri a Molfetta. Il Coronavirus blocca anche queste tradizioni Né "sepolcri" né processione dei Misteri a Molfetta. Il Coronavirus blocca anche queste tradizioni L'annuncio del Consiglio di Amministrazione dell'Arciconfraternita di Santo Stefano
1 Minervini: «A Molfetta 6 nuovi casi di Coronavirus, sono in isolamento» Minervini: «A Molfetta 6 nuovi casi di Coronavirus, sono in isolamento» Sono tutti asintomatici: si tratta di due gruppi rientrati dal nord nei giorni scorsi
Coronavirus, bandiere a mezz'asta e minuto di silenzio anche a Molfetta per ricordare le vittime Coronavirus, bandiere a mezz'asta e minuto di silenzio anche a Molfetta per ricordare le vittime Iniziativa attuata in tutta Italia. Pensiero dedicato anche al sacrificio dei sanitari
Lotta alle fake news sul Coronavirus, il Comune di Molfetta dà mandato a un legale Lotta alle fake news sul Coronavirus, il Comune di Molfetta dà mandato a un legale A inizio marzo erano circolate alcune notizie del tutto false
Emergenza alimentare per Coronavirus, ufficiale: a Molfetta 450.810,95 Euro Emergenza alimentare per Coronavirus, ufficiale: a Molfetta 450.810,95 Euro Il Sindaco: «A breve criteri e modalità di accesso»
L'impatto del Coronavirus sulla zona industriale di Molfetta, Pisani: «Sarà necessario ricreare il tessuto economico» L'impatto del Coronavirus sulla zona industriale di Molfetta, Pisani: «Sarà necessario ricreare il tessuto economico» L'intervista alla professionista, presidente dell'associazione imprenditori della città
Coronavirus, restrizioni fino a Pasqua? Poi probabile ritorno graduale alla normalità Coronavirus, restrizioni fino a Pasqua? Poi probabile ritorno graduale alla normalità Lo anticipa Roberto Speranza, Ministro della Salute
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.