I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Arresto lampo dopo lo scippo ad una donna: in manette un 35enne

L'episodio in via Baccarini. Nicola Pappagallo, noto alle forze dell'ordine, ha ottenuto i domiciliari. Si cerca il complice

Prima il carcere, a Trani, poi, dopo l'udienza di convalida, la più tenue misura dei domiciliari presso la propria dimora. Ad arrestare un 35enne di Molfetta, Nicola Pappagallo, sono stati i Carabinieri della locale Compagnia: l'uomo, già noto, è accusato di aver scippato una donna in pieno centro. Si cerca, ora, il complice.

Il furto con strappo è avvenuto nel pomeriggio del 28 settembre scorso, all'incrocio tra via Carabellese e via Baccarini. È stato il tipico scippo: hanno adocchiato una donna, poi con violenza le hanno sottratto la collana che aveva al collo. Tutto è avvenuto per strada, in centro. Avvicinata alle spalle dai due, entrambi a volto scoperto, s'è sentita strattonare. Afferrato il bottino, i due si sono allontanati in fretta e in furia verso via Cairoli. La fuga del 35enne è durata un battito di ciglia.

L'intervento degli uomini della Sezione Operativa, già in zona, è scattato dopo la segnalazione da parte della vittima, che ha riferito di essere stata scippata della propria collana. Le immediate ricerche si sono concluse in pochi minuti: le indagini dei militari, fra le testimonianze dei presenti e le immagini delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private, hanno permesso di raccogliere in breve numerosi «indizi di colpevolezza» nei confronti dell'uomo, individuato e fermato.

Il 35enne, già noto alle forze dell'ordine per precedenti specifici e per vecchie vicende legate ai furti, è stato portato in caserma, arrestato per furto con strappo e trasferito nel carcere di Trani. Dopo l'udienza di convalida, però, è tornato a casa, ai domiciliari, mentre con la refurtiva si continua a cercare anche il complice.
  • Arresti Molfetta
  • Arresti Carabinieri
  • Scippi Molfetta
Altri contenuti a tema
Sequestro a scopo di estorsione: minacciati per 40 euro. Preso un 33enne Sequestro a scopo di estorsione: minacciati per 40 euro. Preso un 33enne L'uomo è finito in carcere: avrebbe chiesto soldi a tre ragazzi «imponendo» ad uno di loro di «rimanere insieme a lui»
Ai domiciliari, viola gli obblighi: insegnante 57enne finisce in carcere Ai domiciliari, viola gli obblighi: insegnante 57enne finisce in carcere L'uomo, residente a Molfetta e accusato del reato di maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato dai Carabinieri
Trovate in casa con la cocaina: 48enne passa dal carcere ai domiciliari Trovate in casa con la cocaina: 48enne passa dal carcere ai domiciliari La donna, arrestata lo scorso 6 marzo, su istanza del proprio legale, ha ottenuto l'alleggerimento della misura cautelare
Perquisizione in casa, spunta la cocaina. Arrestate due donne di Molfetta Perquisizione in casa, spunta la cocaina. Arrestate due donne di Molfetta In manette una 48enne e una 41enne, entrambe già note: sequestrati dai Carabinieri anche 2 grammi di hashish e 745 euro
Controlli in città dopo l'omicidio De Gennaro: sette arresti, sequestrata droga Controlli in città dopo l'omicidio De Gennaro: sette arresti, sequestrata droga Sei le persone arrestate per detenzione di cocaina, hashish e marijuana, un settimo per evasione dai domiciliari
Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Secondo il magistrato «il grave rischio di una facile recidiva può cogliersi nelle modalità concrete con cui i giovani hanno agito»
Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Un 14enne, un 16enne e un 17enne sono stati destinati alle strutture su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bari
Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Per il gip Barlafante la volontà era quella di «attentare alla sicurezza pubblica», ma soprattutto «di incutere timore»
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.