Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Appalti pilotati, il Tribunale del Riesame annulla i decreti di sequestro

Accolti 9 ricorsi, soddisfatto l'avvocato Petruzzella: «Quella perquisizione è stata completamente posta nel nulla»

Sequestri annullati. Il Tribunale del Riesame di Trani ha accolto nove ricorsi di otto persone fisiche ed una società, annullando i decreti di sequestro emessi dalla Procura della Repubblica nell'ambito di un'inchiesta su presunte irregolarità nei lavori di realizzazione di opere collegate al porto di Molfetta e in altri appalti.

I decreti di sequestro preventivo, emessi il 29 ottobre e il 4 novembre scorsi, erano stati eseguiti dal Gruppo Barletta delle Fiamme Gialle su ordine della Procura della Repubblica di Trani. L'inchiesta, in cui è indagato il sindaco, Tommaso Minervini, insieme ad altre 23 persone e 7 società ipotizza, a vario titolo e secondo le rispettive responsabilità, una serie di reati tra cui corruzione, turbata libertà nella scelta del contraente e peculato, oltre che violazioni alle norme sugli appalti.

Nel censurare il provvedimento della Procura della Repubblica, il Tribunale del Riesame ha ordinato, a carico di Mariano Caputo, Vincenzo Balducci, Riccardo Di Santo, Paolo Conforti, Orazio Lisena, Ottavia Paola Antonucci, Nicolò Lisena, Sergio Caputo e la Areava Ingegneria s.r.l., «la immediata restituzione della copia forense del materiale digitale, dei documenti cartacei, del denaro e di ogni altro bene rinvenuto nella loro disponibilità nel corso delle perquisizioni operate».

Soddisfazione per la decisione del Tribunale del Riesame di Trani (presidente Giulia Pavese) è stata espressa dall'avvocato Felice Petruzzella, legale di Sergio e Mariano Caputo: «Esprimo soddisfazione per il risultato ottenuto e rappresento quello che è il desiderio di Mariano Caputo, ovvero che gli organi di stampa diano particolare risalto, così come fu per i decreti di perquisizione e di sequestro, anche per questo provvedimento che annulla completamente il precedente».

Un provvedimento che ha anche disposto «in favore di coloro i quali lo hanno subito, la restituzione immediata di tutto quanto era stato sequestrato». I finanzieri, infatti, il 5 novembre scorso hanno svolto 31 decreti di perquisizione e sequestro probatorio perquisendo non solo la sede comunale di lama Scotella, ma anche le abitazioni e gli studi professionali dei 23 indagati e le sedi delle 8 aziende coinvolte, sequestrando documenti cartacei, computer, cellulari e denaro.

«Ovviamente - conclude l'avvocato Petruzzella - si tratta di un provvedimento e di una fase assolutamente preliminare. Restiamo tranquilli e sereni aspettando l'evoluzione del procedimento, ma ci teniamo ad evidenziare che quella perquisizione è stata completamente posta nel nulla dal Tribunale del Riesame».
  • Felice Petruzzella
  • Tommaso Minervini
  • Sergio Caputo
  • Appalti Molfetta
  • Porto Molfetta
Altri contenuti a tema
1 Minervini: «Fare il sindaco è una cosa seria. Sono reduce da mesi di attacchi» Minervini: «Fare il sindaco è una cosa seria. Sono reduce da mesi di attacchi» Il sindaco ritorna sull'ultimo Consiglio comunale
Stato di agitazione all'hub vaccinale di Molfetta. Minervini scrive ai vertici Asl Stato di agitazione all'hub vaccinale di Molfetta. Minervini scrive ai vertici Asl Difficoltà legata alla mancata erogazione delle prestazioni aggiuntive
Giornata contro la violenza sulle donne, il messaggio del sindaco di Molfetta Giornata contro la violenza sulle donne, il messaggio del sindaco di Molfetta Minervini: «Importante creare una comunità autoeducante»
Studenti del "Mons. Bello" premiati, il sindaco: «Esempio di vitalità positiva» Studenti del "Mons. Bello" premiati, il sindaco: «Esempio di vitalità positiva» Le congratulazioni di Tommaso Minervini
Pnrr, per la Puglia 2.6 miliardi di euro. Anche Minervini alla presentazione Pnrr, per la Puglia 2.6 miliardi di euro. Anche Minervini alla presentazione Il sindaco di Molfetta: «Una svolta soprattutto per mobilità e salute»
7 Minervini contro il detrattori: «I fatti resistono e smentiscono le narrazioni costruite ad arte» Minervini contro il detrattori: «I fatti resistono e smentiscono le narrazioni costruite ad arte» Duro attacco del primo cittadino: «Frutto dell'impegno, della responsabilità, della passione»
7 Sfiducia al sindaco? Minervini potrebbe salvarsi e restare sindaco di Molfetta Sfiducia al sindaco? Minervini potrebbe salvarsi e restare sindaco di Molfetta In bilico l'ok alla sfiducia della Minuto. No del gruppo di Pino Amato
Depositata la mozione di sfiducia nei confronti di Tommaso Minervini Depositata la mozione di sfiducia nei confronti di Tommaso Minervini A protocollarla l'opposizione di centrosinistra: «In Aula la crisi della maggioranza»
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.