braciere ecclesiadi
braciere ecclesiadi
Vita di città

Accensione della fiaccola delle Ecclesiadi

Domani sera il via delle Olimpiadi dei gruppi parrocchiali

Sarà il Vescovo della Diocesi, monsignor Luigi Martella, ad accendere, domani sera, alle 20, in piazza Meschino a Giovinazzo, il braciere simbolo delle Ecclesiadi. Con lui ci saranno i gruppi parrocchiali e Francesco Alborè, giovinazzese, campione mondiale di salto in lungo master e campione europeo del triplo,
800 iscritti, giovani e non, provenienti da 27 parrocchie di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo, Terlizzi, 40 discipline sportive, dalle più conclamate - calcio, calcetto, volley, atletica, nuoto, tiro con l'arco, ciclismo - a quelle più "domestiche" - scopa, briscola, burraco, tennis tavolo….- con gironi per tesserati e non tesserati, maschile e femminile. Con il valore aggiunto di un evento che ha lo scopo oltre che di divertire, anche di fare opera di evangelizzazione attraverso il linguaggio dello sport e delle sue discipline. Questo il senso delle Ecclesiadi decima edizione, i campionati dei gruppi parrocchiali della diocesi; esperienza innovativa nella pastorale diocesana, promossa dall'Ufficio per la Pastorale del Tempo libero, Sport, Turismo e Pellegrinaggi, dalla Pastorale giovanile, con il patrocinio dei quattro Comuni della diocesi, con la fattiva collaborazione dell'Azione Cattolica diocesana, dell'ANSPI e la partnership tecnica di Decathlon.
Un regolamento all'insegna dello stay in play with us, regola d'oro secondo la quale ogni giocatore deve tener a mente tre punti cardinali: il take care of (trattare il prossimo con rispetto), celebrate (gioire del successo altrui come del proprio) e fair play (gioco corretto, ovvero lealtà). Il rispetto delle tre regole avrà una sua incidenza sui punteggi di ciascuna partita.
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.