cimitero
cimitero

Stato del cimitero, una cittadina scrive una lettera al sindaco di Molfetta

Nella lettera: «Possiamo occuparci anche di tutto questo?»

«Egregio Signor Sindaco,
non sono una brava scrittrice ma sono stanca e credo di parlare a nome, seppur in minima parte, di tutte le persone che ragionano come me.
Settimanalmente, e a volte anche più, mi reco presso il cimitero per fare visita alla mia cara mamma e, oltre a pregare e piangere sulla lapide, sono costretta a spazzare e lavare il pavimento, nonostante lei si trovi su, in un cassettone.
Ci sono solo cassonetti per la raccolta di fiori e plastica, dobbiamo prenotarci per la scala perchè talvolta si rompe una, cespugli alti quanto una persona, panchine rotte sulle quali non possiamo neppure sederci e ci sono alberi o muri pericolanti.
A questo punto, piuttosto che investire soldi per rimettere a nuovo villette che dopo un mese tornano ad essere sporche e rotte, strade, che alla prima pioggia tornano ad essere piene di voragini, piuttosto che pensare solo a far bella la zona di Levante, potremmo iniziare ad occuparci anche di tutto questo?
Spero che questa breve lettera servi a qualcosa e, se non mi crede, ci allego tanto di foto oppure venga a farsi un giro».
6 fotoCimitero di Molfetta: la lettera al sindaco di una cittadina
nnnnnn
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.