Calcio
Calcio
Attualità

Sport dilettantistico e palestre, quale futuro? Restano tanti dubbi

Spadafora vorrebbe almeno far ripartire gli allenamenti di squadra da febbraio

Resta ancora molto incerta la situazione riguardante la ripresa dello sport e dei campionati dilettantistici in vista del prossimo dpcm che sarà ufficializzato verosimilmente il 16 gennaio. Nonostante le rassicurazioni delle scorse settimane, la curva dei contagi che sembra risalire e bisognerà capire se si andrà verso una graduale riapertura, come ipotizzato dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, oppure se bisognerà ancora attendere.

Secondo le ultime indiscrezioni degli addetti ai lavori, il Ministro si starebbe adoperando per consentire gli allenamenti almeno nelle zone gialle a tutti gli sport di squadra anche a livello dilettantistico a partire da lunedì 25 gennaio o da lunedì 1 febbraio, ma questa visione sembrerebbe non trovare d'accordo il Ministero della Salute e i ministri più rigoristi che predicano calma: al momento, dunque, resta più probabile un ulteriore stallo.

Entrando nello specifico del calcio, in diversi Comitati regionali della LND è stata inoltrata la richiesta di far riprendere quantomeno i campionati di Eccellenza, necessari a stabilire la composizione della Serie D (ripartita invece a dicembre) in vista della stagione 2021/22. La Lega Nazionale Dilettanti non si è ancora espressa su questa possibilità che però verrà inevitabilmente presa in considerazione.

Ancora più oscuro l'immediato destino di piscine e palestre, per le quali verrà confermata la chiusura anche nel prossimo decreto. Il Comitato tecnico-scientifico valuterà nelle prossime settimane se e come considerare una possibile ripartenza magari con regole ancora più severe rispetto a quelle con cui questi centri sono stati aperti da fine maggio allo scorso 25 ottobre, ultimo giorno di attività prima della seconda ondata.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Covid in Puglia, 367 nuovi contagi e 3 decessi nelle ultime ore Covid in Puglia, 367 nuovi contagi e 3 decessi nelle ultime ore Lieve calo del numero dei ricoverati
Covid, contagi bassi nelle scuole del Barese. Zero a Molfetta Covid, contagi bassi nelle scuole del Barese. Zero a Molfetta Sono 61 le nuove positività settimanali su base provinciale
Un numero consistente di nuovi casi positivi in Puglia Un numero consistente di nuovi casi positivi in Puglia Nessuna conseguenza per il sistema ospedaliero, che regge l'impatto: stabile il dato relativo ai ricoveri
Oltre 200 nuovi contagi in Puglia nelle scorse ore Oltre 200 nuovi contagi in Puglia nelle scorse ore L'occupazione dei posti letto negli ospedali resta sotto la soglia d'allerta
Misurare la CO2 a scuola: Molfetta finisce su "Striscia la notizia" Misurare la CO2 a scuola: Molfetta finisce su "Striscia la notizia" L'iniziativa, voluta dal Comune, serve a prevenire la diffusione del Covid in aula
Superata ancora la soglia dei 4000 attualmente positivi Superata ancora la soglia dei 4000 attualmente positivi Nessun decesso registrato in Puglia nelle ultime ore
I contagi per Covid a Molfetta restano bassi: +9 in settimana I contagi per Covid a Molfetta restano bassi: +9 in settimana Dati complessivamente in calo nella provincia di Bari
Covid in Puglia, 233 nuovi casi positivi nelle ultime ore Covid in Puglia, 233 nuovi casi positivi nelle ultime ore Il dato dei ricoverati resta invariato
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.