borgorosso
borgorosso
Calcio

Giuseppe Castagno, il pararigori del Borgorosso

Il numero 1, regala la finale al Borgorosso

La parabola di Giuseppe Castagno fa capire quanto bello possa essere il gioco del calcio. Un eroe con i guantoni. Il calcio sa essere magnanimo, ma sa anche essere duro e spietato. E così come ti porta in alto, all'apice del successo, così ti butta giù, alla stessa velocità, in una discesa ripida e che sembra non aver mai fine. Con la stessa velocità con cui ti issa sul trono dei migliori, senza motivi apparenti ti prende e ti butta giù, facendoti sbattere per terra. Ma stavolta é diverso perché la gloria, é tra le mani. Già, le mani.

Perchè le mani sono protagoniste di questa storia, dal momento che oggetto del contendere è un estremo difensore. Nel caso specifico, Giuseppe Castagno, detto "spiderman". Il portiere che ha regalato la finale di Coppa Puglia al Borgorosso, con le mani, con i guantoni. Bisogna essere speciali per difendere una e una sola porta, soprattutto ai calci di rigore. E Castagno speciale lo è stato per davvero.

L'uomo che difende i pali del Borgorosso, é un felino, con riflessi fulminei, a togliere palloni dal sette o a salvare conclusioni a botta sicura a pochi passi dalla porta.
C'è un'immagine della semifinale tra Borgorosso e Modugno che forse sintetizza più di ogni altra cosa il lento e inesorabile trionfo della parabola di Castagno. Tutto dipende da 11 metri. Ma "spiderman" è abituato alle imprese impossibili. Ne para due. È trionfo. Il calcio é anche questo. Il trionfo dipende anche dai guantoni e non solo dai bombe e Castagno lo dimostra più di ogni teoria.
  • Calcio
  • borgorosso
Altri contenuti a tema
Una partita tra i grandi del calcio per Roberto Sciannamea: «Che emozione con la maglia del Milan» Una partita tra i grandi del calcio per Roberto Sciannamea: «Che emozione con la maglia del Milan» Lo speaker di Molfetta ha preso parte al Memorial "Claudio Lippi" con tanti ex giocatori di Serie A
Tutti insieme nel nome di Marco Messina: ieri il Memorial a lui dedicato Tutti insieme nel nome di Marco Messina: ieri il Memorial a lui dedicato Match in amicizia e solidarietà per ricordare il giovane scomparso nel 2008
Serie A, Giovanni Ayroldi designato come arbitro di Bologna-Juventus Serie A, Giovanni Ayroldi designato come arbitro di Bologna-Juventus Il fischietto di Molfetta dirigerà il match che vale il terzo posto
La Fidelis Andria pensa al futuro: Nicola Ragno primo obiettivo per la panchina La Fidelis Andria pensa al futuro: Nicola Ragno primo obiettivo per la panchina L'allenatore di Molfetta è il prescelto per puntare al salto in C nella prossima stagione
Il Nepal di ct Annese in Inghilterra per sfidare la nazionale C Il Nepal di ct Annese in Inghilterra per sfidare la nazionale C Vincono i padroni di casa 2-0 contro gli asiatici
Dalla Scozia a Molfetta, un omaggio biancorosso per una famiglia in vacanza Dalla Scozia a Molfetta, un omaggio biancorosso per una famiglia in vacanza Una sciarpa simbolo di accoglienza e unione
Spareggio per la Serie D: il Bisceglie crolla 4-0 contro l'Ugento Spareggio per la Serie D: il Bisceglie crolla 4-0 contro l'Ugento Dopo aver superato il Molfetta, i nerazzurri stellati cadono contro i salentini
Serie D, due big pugliesi retrocedono in Eccellenza Serie D, due big pugliesi retrocedono in Eccellenza Barletta e Bitonto saranno nel girone unico 2024/25 con il Molfetta
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.