Molfetta calcio femminile
Molfetta calcio femminile
Calcio

Coppa Italia nazionale, ancora una vittoria per la Molfetta Calcio femminile

Battute le calabresi della Promosport al "Paolo Poli"

La Molfetta Calcio Femminile continua la sua marcia in una stagione già ricca di grandi soddisfazioni. Le biancorosse continuano a vincere e soprattutto a divertirsi e, come al luna park, diventa difficile scendere da quelle giostre in grado di regalare entusiasmo e divertimento. Questa volta, a farne le spese, sono state, nella seconda giornata di Coppa Italia fasi nazionali, le calabresi del Promosport battute al Paolo Poli con un 4-1 senza appelli. E', stata, tuttavia, la vittoria di un gruppo (come ha ricordato a fine gare il mister Vincenzo Petruzzella) e soprattutto una vittoria frutto di tanto sacrificio.

Ed ora testa Catania per quello che sarà un vero e proprio spareggio per l'accesso alle semifinali, considerando il contemporaneo successo delle siciliane sul Viggiano. Per raccontare questa sfida, partiamo dal triplice fischio finale, ovvero dal momento in cui scatta quell'abbraccio collettivo tra le ragazze che coinvolge inevitabilmente sia la panchina che il pubblico dalla tribuna. A vincere, come si sottolineava, è stata la forza del gruppo, una forza che si cementifica giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento e partita dopo partita. Le ragazze scendono in campo concentrate e, dopo il minuto di raccoglimento voluto per onorare le vittime del nubifragio dell'Emilia Romagna, fanno subito sentire il loro ruggito alle avversarie. Dopo sei minuti il Molfetta si rende pericoloso direttamente su calcio di punizione: Pellegrini chiama alla respinta l'estremo difensore calabrese. Le squadre si studiano con capovolgimenti di fronte veloci. Al quarto d'ora, Flavia Petruzzella, vede annullarsi il gol del vantaggio per posizione di off-side.

Pochissimi giri di lancetta ed è il palo ad opporsi ad un bolide della stessa punta biancorossa servita da un lungo lancio di Paparella. Il gol è nell'aria e arriva al 17' con un pallonetto da oltre 30 metri di Flavia Petruzzella che termina alle spalle dell'incolpevole portiere ospite. Il Promosport prova a pareggiare, ma trova Silvia Stella attenta ad intercettare ogni tentativo. Le biancorosse, a loro volta, provano in tutti i modi a trovare il raddoppio, ma il portiere calabro è chiamata agli straordinari togliendo dall'incrocio dei pali un tiro di Aurora Pellegrini. Sul taccuino finiscono una punizione di Erika Messina e una giocata con relativo tiro insidioso di Petruzzella. Gol mancato, gol subito: alla prima e unica incertezza della difesa biancorossa il Promosport pareggia. A deviare in rete un cross al 38' è Marino. Sul finire della prima frazione di gara, Maria Ariobazzone, si sostituisce al portiere e blocca con le mani un pallone destinato in rete. Per l'arbitro non ci sono dubbi, rigore ed espulsione. Petruzzella, in mancanza della rigorista Arianna Cimadomo, si prende la responsabilità di tirare il penalty. Va dal dischetto e con freddezza realizza il gol del nuovo vantaggio biancorosso. Si va al riposo sul 2-1 per le padrone di casa.

Nella ripresa bastano quattro giri di lancette e arriva la tripletta della giornata (la prima della carriera) da parte di Flavia Petruzzella che riceve palla al limite lascia seduto il portiere ospite con un dribbling fulminate e gonfia la rete. Dopo soli due minuti la Molfetta Calcio Femminile realizza la quarta rete con Gaia Alfonso (primo gol in stagione con la maglia biancorossa) servita dalla stessa Petruzzella. Il Molfetta amministra la partita, ma il Promosport spinge, rischiando di subire in ripartenza la quinta rete con Capriati servita ancora una volta da Petruzzella. Finisce 4-1 per la Molfetta Calcio Femminile che domenica 28 maggio sarà a Catania per continuare, comunque vada, a scrivere un importante pezzo di storia del calcio molfettese. Indiscussa protagonista della vittoria è Flavia Petruzzella che nel dopo gara ha commentato: «Alla vigilia non ci aspettavamo questo largo risultato, ma ad aver ripagato è stata la concentrazione con cui siamo scese in campo e l'approccio positivo alla partita.

Potevamo realizzare più reti, ma va bene così. Adesso testa a Catania». Una buona prestazione quella di Gaia Alfonso, premiata da un gol. «E' una rete che aspettavo da tutta la stagione – ha affermato – il primo con questa maglia. Un gol che aspettavano anche le mie compagne. Un aspetto non da poco che mi rende molto felice. Quella contro il Promosport è una vittoria importante che assume maggiore significato viste le diverse assenze tra di noi altrettanto importanti». Ed è proprio sullo spirito di sacrificio che verte il commento a fine fare del mister Vincenzo Petruzzella.

«A queste ragazze va fatto un plauso – ha precisato – avevo diverse ragazze infortunate e ho chiesto loro di andare oltre l'ostacolo. Il raggiungimento del risultato è frutto di un grande lavoro di squadra. Affronteremo Catania con la determinazione di sempre, dando il massimo. Sicuramente la nostra è una squadra che non gioca con i calcoli alla mano. Scende in campo con un unico obiettivo: vincere».
  • Molfetta Calcio
Altri contenuti a tema
La Molfetta Calcio femminile saluta la Serie C in rosa: retrocessione aritmetica La Molfetta Calcio femminile saluta la Serie C in rosa: retrocessione aritmetica Biancorosse fuori dalla terza serie nazionale dopo una sola stagione
Molfetta Calcio femminile sconfitta dall'Apulia Trani: retrocessione vicina Molfetta Calcio femminile sconfitta dall'Apulia Trani: retrocessione vicina Già nella prossima giornata le biancorosse potrebbero salutare la Serie C
Serie C, la Molfetta Calcio femminile si gioca oggi la salvezza Serie C, la Molfetta Calcio femminile si gioca oggi la salvezza Scontro diretto contro l'Apulia Trani: serve una vittoria alle biancorosse
La Molfetta Calcio ai propri tifosi dopo la lunga stagione: «Grazie per la vostra passione» La Molfetta Calcio ai propri tifosi dopo la lunga stagione: «Grazie per la vostra passione» La nota del club a conclusione del cammino nell'annata sportiva 2023/24
Caos in Bisceglie-Molfetta: maxi-stangata del Giudice sportivo Caos in Bisceglie-Molfetta: maxi-stangata del Giudice sportivo Ammenda di 200 euro al club biancorosso per il lancio di petardi dai tifosi
Molfetta Calcio, Bufi: «La stagione resta positiva. Ci rifaremo in futuro» Molfetta Calcio, Bufi: «La stagione resta positiva. Ci rifaremo in futuro» Le parole del presidente biancorosso al termine del campionato
Molfetta Calcio, mister Branà: «Dispiaciuti per il risultato» Molfetta Calcio, mister Branà: «Dispiaciuti per il risultato» Il tecnico biancorosso: «Un peccato non aver sfruttato la superiorità numerica»
Molfetta Calcio, la stagione dei rimpianti: due finali perse Molfetta Calcio, la stagione dei rimpianti: due finali perse Pesano le prestazioni opache contro Manduria e Bisceglie
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.