ordigni
ordigni
Cronaca

Una nuova Commissione di indagine sulle armi chimiche e convenzionali

Il Comitato Bonifica Molfetta scrive al sindaco Paola Natalicchio

Una nuova Commissione d'indagine sulle armi chimiche e convenzionali disseminate sul territorio molfettese e nazionale.

Il Comitato Bonifica Molfetta scrive al Sindaco Paola Natalicchio, perchè, in veste di componente della Rete di Città Sane, sensibilizzi il Governo italiano nel raggiungimento di una serie di obiettivi che prevedano, tra l'altro, la mappatura dettagliata dei siti a rischio e individuazione delle tecniche di monitoraggio, e di bonifica, necessarie a contenere i pericoli derivanti dalle sostanze tossiche, irritanti e cancerogene che da anni avvelenano il territorio e i cittadini; l'approvazione di una legge per il finanziamento delle bonifiche con il coordinamento di vari ministeri (Difesa, Salute, Ambiente, Tutela del Territorio e del mare, Affari Esteri, Politiche Agricole, Alimentari e Forestali) e della Comunità Europea; la puntuale verifica su tutte le operazioni di bonifica da ordigni bellici in atto affinché siano svolte nel rispetto dei protocolli di specie, nel rispetto della salute pubblica e salvaguardia degli ecosistemi; il controllo con esami tossicologici su tutta la filiera del pescato; la creazione di un registro epidemiologico particolare per Molfetta; l'approvazione di un programma di comunicazione e informazione da diffondere tra la cittadinanza con progetti didattici e di prevenzione.

Ne ha dato notizia, Alfonso Balducci, con una nota, per conto del comitato di gestione.
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.