I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Un ordigno devasta il sexy shop di via don Bello

Danni ingenti, ma nessun ferito. Non si esclude la matrice dolosa

Le vetrine del sexy shop automatico di via don Tonino Bello distrutte nella notte appena trascorsa. Danni ingenti, ma fortunatamente nessun ferito. Non si esclude, sembra anzi essere l'ipotesi più plausibile, la matrice dolosa.

Una violenta deflagrazione, provocata da un ordigno posizionato sul marciapiedi, davanti all'ingresso principale, ha devastato le vetrine del distributore automatico. Nessuna minaccia, sembra che abbiano dichiarato, ma sul luogo dell'esplosione non ci sono tracce. Un lavoro fatto nel cuore della notte che ha causato parecchi danni all'attività commerciale.

Erano infatti le ore 03.30 di ieri quando una fortissima esplosione ha scosso la tranquillità dei residenti della periferia molfettese. Lo scoppio è stato violentissimo. Le vetrine del distributore automatico sono andate distrutte, mentre parte della struttura in alluminio è rimasta danneggiata. L'esplosione dell'ordigno, «un piccolo ordigno rudimentale», secondo i Carabinieri ha poi causato un incendio, prontamente domato dai Vigili del Fuoco.

Per fortuna nessuno si è fatto male. Sul luogo dell'esplosione sono sopraggiunti tempestivamente una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia locale e una squadra dei Vigili del Fuoco proveniente dal Distaccamento di Molfetta per i rilievi del caso e accertare l'eventuale presenza di danni strutturali agli edifici. Intanto a distanza di qualche ora, nessuno, in zona, ha voglia di parlare.

Gli inquirenti, diretti dal capitano Vito Ingrosso, si sono messi subito al lavoro per valutare le possibili motivazioni all'origine dell'esplosione.
  • Bombe Molfetta
Altri contenuti a tema
Altri ordigni bellici rinvenuti nel porto di Molfetta Altri ordigni bellici rinvenuti nel porto di Molfetta Ancora bombe a ridosso dell''imboccatura prossima al nuovo porto commerciale
Ordigni bellici nel porto di Molfetta, oggi il brillamento al largo Ordigni bellici nel porto di Molfetta, oggi il brillamento al largo Le bombe sono state rinvenute nei giorni scorsi in prossimità dell'ingresso del bacino
Bombe a Molfetta, l'appello di De Scisciolo: «Coraggio, denunciate» Bombe a Molfetta, l'appello di De Scisciolo: «Coraggio, denunciate» Parla il vice presidente nazionale della Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura italiane
1 Da Cala Sant'Andrea a Torre Calderina: Molfetta conta ancora le "sue" bombe in mare Da Cala Sant'Andrea a Torre Calderina: Molfetta conta ancora le "sue" bombe in mare Verifica dei fondali a Levante ma anche a pochi metri dal Duomo
Mezzanotte di paura, esplode una bomba al quartiere Madonna della Rosa Mezzanotte di paura, esplode una bomba al quartiere Madonna della Rosa L'ordigno è stato piazzato di fronte allo studio di un'impresa edile. Sul posto, per le verifiche, i Carabinieri
Ordigni bellici anche nei pressi del lungomare di Molfetta? Da domani via alle indagini sui fondali Ordigni bellici anche nei pressi del lungomare di Molfetta? Da domani via alle indagini sui fondali Sotto osservazione anche il porto
Ordigno sul cofano di un'Alfa Romeo Giulietta. Individuato l'autore Ordigno sul cofano di un'Alfa Romeo Giulietta. Individuato l'autore È stato ripreso dalle telecamere e denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della locale Compagnia
2 Petardo in via Quintino Sella, Mancini: «È un chiaro gesto intimidatorio» Petardo in via Quintino Sella, Mancini: «È un chiaro gesto intimidatorio» L'assessore alla Sicurezza ribadisce «con forza e compattezza la condanna verso ogni forma di delinquenza»
© 2001-2023 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.