Opera di Nagasawa
Opera di Nagasawa
Vita di città

Un altro orizzonte, installazione o marketing politico

Matteo D’Ingeo (Liberatorio) scrive al Maestro Nagasawa

Dubbi e curiosità sull'installazione che domina cala sant'Andrea. La soluzione agli interrogativi: una lettera all'autore dell'opera. «Nel momento in cui le scrivo la sua mostra – dice D'Ingeo nella lettera inviata al Maestro che a Molfetta, nei mesi scorsi ha tenuto una mostra a Torrione Passari - è stata chiusa e la sua opera, "Un altro orizzonte" (una delle opere in mostra ndr.), è stata smantellata creando un vuoto incolmabile in quella stanza del Torrione Passari. Un nostro dirigente comunale, ha deciso di far continuare a vivere la sua opera in una piazza cittadina inaugurata al pubblico il 12 aprile scorso. Ho osservato da vicino e da lontano la sua vecchia-nuova opera che ha lo stesso titolo e mi sono chiesto se fosse la stessa da lei creata tra le mura del Torrione Passari. Troppi gli elementi stridenti. La sua prima installazione aveva senso perché rapportata al luogo in cui era nata e lei ha spiegato il perché; la sua unicità e irripetibilità, nel tempo e nello spazio, rappresentava la grandezza stessa dell'opera. Pertanto rivederla in un altro spazio, perde la sua forza e la sua unicità. Sono cambiate le forme, le contrapposizioni di forze e gli equilibri meccanici. Non più i cunei a vigilare sugli equilibri instabili, ma piastre di ferro saldate e bullonate; il grande anello in ferro intorno alla trave verticale, che sosteneva mediante un gioco di spinte la trave orizzontale è stato trafitto da due bulloni passanti; e poi la trave verticale, più lunga che nel torrione, che si reggeva sotto la spinta del pavimento e del soffitto, è stata impalata nel terreno (speriamo non cementata); gli equilibri, non più gli stessi, sono creati e controllati dal vento di tramontana».

E D'Ingeo va oltre. «Caro Maestro, la sua opera prima non esiste più e se è vero, come è vero, che lei lavora rapportandosi ai luoghi e in un luogo diverso sarebbe venuto fuori un'opera diversa, questa nuova installazione non può più chiamarsi "Un altro orizzonte", perché è un'opera diversa dalla prima, anche la data della targa andrebbe cambiata. Pertanto le chiedo umilmente di farci sapere se lei ha condiviso questa operazione di trasformazione della sua opera d'arte-installazione, oppure altri l'hanno dissacrata usandola come mero oggetto di marketing politico-turistico. Spero di non averla offesa, Maestro, rivolgendomi a lei in modo diretto e se ho sbagliato nell'interpretare la sua arte, mi perdoni; in tal caso la prego di contribuire, nelle sue possibilità, all'educazione del popolo (ed io umilmente ne faccio parte) alla lettura, alla comprensione e al rispetto dell'opera d'arte»
18 fotoHidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonete 2013"
Opera di NagasawaNagasawaWaterfront Cala San'Andrea - Opera di NagasawaWaterfront Cala San'Andrea - Opera di NagasawaWaterfront Cala San'Andrea - Opera di Nagasawaimg 20140412 wa007 1Nagasawa e il Waterfront del DuomoNagasawa e il Waterfront del DuomoNagasawa e il Waterfront del DuomoNagasawa e il Waterfront del DuomoHidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa - "Un altro orizzonte 2013"Hidetoshi Nagasawa Torrione Passari   Molfetta BA
Social Video2 minutiHidetoshi Nagasawa Torrione Passari Molfetta BAmassimo nardi
Altri video:
Waterfront
l.altroOrizzonte_20.04.20141 minutoliberatorioit
  • Arte
  • Waterfront Duomo
  • Nagasawa
  • Liberatorio Molfetta
Altri contenuti a tema
L'arte di Michele Zaza protagonista in una mostra a Napoli L'arte di Michele Zaza protagonista in una mostra a Napoli Il progetto espositivo sarà visitabile al Maschio Angioino dal 16 luglio
Oggi il vernissage della mostra d'arte "in 4" a Molfetta Oggi il vernissage della mostra d'arte "in 4" a Molfetta Rassegna visitabile fino al 30 luglio presso la Galleria d'Arte Contemporanea 54
L'arte come sguardo sull'uomo: la mostra "Art in the open" a Molfetta L'arte come sguardo sull'uomo: la mostra "Art in the open" a Molfetta Rassegna visitabile nella Sala dei Templari fino al prossimo 11 luglio
"La tenerezza dell'errore umano", una mostra d'arte nella Chiesa della Morte a Molfetta "La tenerezza dell'errore umano", una mostra d'arte nella Chiesa della Morte a Molfetta Ingresso libero dalle 18 alle 21 fino al prossimo 11 luglio
Fuochi pirotecnici per le strade di Molfetta, la denuncia del Liberatorio Fuochi pirotecnici per le strade di Molfetta, la denuncia del Liberatorio Quasi ogni sera batterie di botti interessano vari quartieri: «Gli elementi per indagare ci sono tutti»
Altre opere di Pin ad arricchire la bellezza estetica di Molfetta Altre opere di Pin ad arricchire la bellezza estetica di Molfetta Minervini: «Il processo di modernità prosegue»
Gli scatti di Vincenzo de Pinto nella rivista arichiviodietnografia Gli scatti di Vincenzo de Pinto nella rivista arichiviodietnografia La rivista è del Dipartimento delle culture Europee e del Mediterraneo
Leonardo Minervini e Franco d’Ingeo "raccontati" a Molfetta nella Sala dei Templari Leonardo Minervini e Franco d’Ingeo "raccontati" a Molfetta nella Sala dei Templari Evento in programma venerdì 9 ottobre alle ore 19
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.