Polizia locale treno
Polizia locale treno
Cronaca

Tragedia sfiorata a Molfetta: uomo tenta il suicidio, salvato dalla Polizia Locale

L'episodio ieri pomeriggio: il 54enne, tratto in salvo, è stato preso in cura dai sanitari del 118

Un 54enne si era seduto sui binari della stazione ferroviaria, da cui non aveva alcuna intenzione di spostarsi. E se Molfetta, nella serata di ieri, non si è macchiata del sangue di un uomo, lo si deve alla Polizia Locale. Spesso, purtroppo, finisce in tragedia. Altre volte, invece, accade il miracolo e nessuna vita viene spezzata.

L'epicentro della tragedia fortunatamente soltanto sfiorata (una scena già vista in diverse parti del mondo, nelle stazioni dei treni oppure della metro, nda) è stata la stazione ferroviaria di Molfetta, dove un uomo del posto, attorno alle ore 19.40 di ieri, si era seduto sui binari. Ad accorgersi di lui sono stati alcuni cittadini che, temendo anche per la sua vita, hanno avvisato il Comando e solo grazie al loro intervento degli agenti del tenente colonnello Cosimo Aloia si è evitato il peggio.

Una pattuglia della Polizia Locale, già in zona per gli ordinari servizi di controllo, dopo aver notato il 54enne fermo sui binari e che non aveva alcuna intenzione di spostarsi, è intervenuta miracolosamente, prima che accadesse l'irreparabile: gli agenti, dopo vari tentativi andati a vuoto, considerata l'ostinazione dell'uomo, lo hanno fisicamente spostato alcuni secondi prima che, proprio su quel binario, sfrecciasse un Frecciarossa. L'uomo è stato affidato alle cure dei sanitari del 118.

La vita di quel uomo, che aveva manifestato intenzioni suicide dopo una lite con la compagna, era per i due agenti la priorità assoluta anche a discapito della loro incolumità. Questa è il corpo di Polizia Locale, formato da persone che indossano una divisa e danno risposte straordinarie. Agenti comuni, ma soprattutto eroi.
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Morte della 14enne tunisina a Trani: c'è l'esito dell'autopsia Morte della 14enne tunisina a Trani: c'è l'esito dell'autopsia Si tratterebbe di complicazioni da una patologia polmonare
Atto vandalico contro un negozio nel centro di Molfetta: «Non ho parole» Atto vandalico contro un negozio nel centro di Molfetta: «Non ho parole» Lo sgomento del titolare dell'attività dopo l'immotivato gesto
Pulo e museo archeologico, concluse le visite autunnali delle scuole: i numeri Pulo e museo archeologico, concluse le visite autunnali delle scuole: i numeri In totale 1.278 visitatori nei due punti d'interesse storico-culturale
Inchiesta sulla 14enne morta in casa a Trani, oggi conferito l'incarico per l'autopsia Inchiesta sulla 14enne morta in casa a Trani, oggi conferito l'incarico per l'autopsia L'esame consentirà di capire la causa del decesso
Mistero sulla 14enne tunisina morta a Trani. Ha vissuto a Molfetta fino a pochi mesi fa Mistero sulla 14enne tunisina morta a Trani. Ha vissuto a Molfetta fino a pochi mesi fa Aperta l'inchiesta per accertare le cause del decesso: nei prossimi giorni l'autopsia
Rapina in farmacia a Molfetta, il titolare: «Spero che il colpevole venga consegnato alla giustizia» Rapina in farmacia a Molfetta, il titolare: «Spero che il colpevole venga consegnato alla giustizia» Il commento di Nicola De Candia dopo l'episodio di ieri sera
Ennesima rapina a Molfetta: con la pistola in farmacia e via col bottino Ennesima rapina a Molfetta: con la pistola in farmacia e via col bottino È accaduto in via San Francesco d'Assisi, poco dopo le ore 20.00. Il malvivente si è impossessato di 800 euro, dileguandosi a piedi
Due rapine in pochi minuti a Molfetta: colpito anche il supermercato Despar Due rapine in pochi minuti a Molfetta: colpito anche il supermercato Despar Microcriminalità scatenata, assaltato il market di via Rattazzi. Il bandito aveva una pistola, bottino 2mila euro. Fermato un uomo
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.