fascicoli
fascicoli
Cronaca

Strage dei treni, la Gepa si costituisce parte civile contro Ferrotramviaria

La richiesta è stata accolta dal Tribunale di Trani nella seduta di ieri. Si tratta di un'assoluta novità nel panorama giuridico

Altra significativa svolta nel processo per il disastro ferroviario in Puglia, che il 12 luglio 2016 causò la morte di 23 persone sulla tratta a binario unico Andria-Corato, gestita da Ferrotramviaria.

All'odierna di ieri del processo in corso, con ordinanza del Tribunale di Trani in composizione collegiale (presidente Giulia Pavese, giudici Paola Angela De Santis e Filomena Sara De Rosa) è stata accolta l'istanza formulata dal difensore della G.E.P.A. onlus, l'avvocato Giuseppe Spadavecchia, di estendere la costituzione di parte civile anche nei confronti della società Ferrotramviaria S.P.A. imputata ai sensi del d.lgs. 231/20011.

La decisione arriva in concomitanza con l'ammissione della Regione Puglia come responsabile civile. Si tratta di una decisione pressoché inedita e comunque molto innovativa, quella presa dal Tribunale tranese, che ribalta un indirizzo giurisprudenziale ribadito dalla Cassazione, dalla Corte Costituzionale e dalla Corte di Giustizia Europea.

La questione presenta un elevato grado di complessità. In sintesi, il Tribunale ha ritenuto che l'assenza di un esplicito riferimento alla persona offesa e alla parte civile nel testo del d.lgs. 231/2001 non è sintomatica della volontà del legislatore di escludere l'ammissibilità della costituzione del soggetto danneggiato nei confronti dell'ente.

Prevale la disposizione dell'art. del d.lgs. 231/2001 secondo cui «per il procedimento relativo agli illeciti amministrativi si osservano... in quanto compatibili, le disposizioni del codice di procedura penale e del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271», ivi comprese le regole relative alla costituzione di parte civile.
  • Associazione Gepa
Altri contenuti a tema
Sciame d'api al cimitero: intervengono la Gepa e l'apicoltore Sciame d'api al cimitero: intervengono la Gepa e l'apicoltore Le api si sono dapprima poggiate su una parete e su una statua e poi sono andate via
Coronavirus, a Molfetta parte la raccolta alimentare di Gepa e Gadit Coronavirus, a Molfetta parte la raccolta alimentare di Gepa e Gadit I cittadini che vorranno donare potranno recarsi presso la sede di via San Domenico n. 36
Macabro ritrovamento a Molfetta: canarino morto gettato fra i rifiuti Macabro ritrovamento a Molfetta: canarino morto gettato fra i rifiuti Abbandonato in via capitano Azzarita come se fosse un semplice rifiuto da buttare via
Schiuma e acqua putrida a Torre Calderina: la denuncia della Gepa Schiuma e acqua putrida a Torre Calderina: la denuncia della Gepa Depuratori ko o scarichi abusivi? Non solo schiuma, anche una sostanza densa e maleodorante
La Gepa Molfetta dona 30 alberi al Molise La Gepa Molfetta dona 30 alberi al Molise In ricordo del sisma che colpì San Giuliano di Puglia e che provocò la morte di 28 persone
Discarica di rifiuti sulla vecchia provinciale Corato-Molfetta Discarica di rifiuti sulla vecchia provinciale Corato-Molfetta Servizio congiunto GADIT - GEPA Molfetta
«Espiantati numerosi ulivi nella zona industriale di Molfetta. Perché?» «Espiantati numerosi ulivi nella zona industriale di Molfetta. Perché?» La denuncia delle Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale e delle Guardie Ambientali d'Italia
Pezzi di auto rinvenuti a pochi metri dalla strada statale 16 bis Pezzi di auto rinvenuti a pochi metri dalla strada statale 16 bis A scoprirli, nel corso della quotidiana attività di controllo, le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.