fascicoli
fascicoli
Cronaca

Strage dei treni, la Gepa si costituisce parte civile contro Ferrotramviaria

La richiesta è stata accolta dal Tribunale di Trani nella seduta di ieri. Si tratta di un'assoluta novità nel panorama giuridico

Altra significativa svolta nel processo per il disastro ferroviario in Puglia, che il 12 luglio 2016 causò la morte di 23 persone sulla tratta a binario unico Andria-Corato, gestita da Ferrotramviaria.

All'odierna di ieri del processo in corso, con ordinanza del Tribunale di Trani in composizione collegiale (presidente Giulia Pavese, giudici Paola Angela De Santis e Filomena Sara De Rosa) è stata accolta l'istanza formulata dal difensore della G.E.P.A. onlus, l'avvocato Giuseppe Spadavecchia, di estendere la costituzione di parte civile anche nei confronti della società Ferrotramviaria S.P.A. imputata ai sensi del d.lgs. 231/20011.

La decisione arriva in concomitanza con l'ammissione della Regione Puglia come responsabile civile. Si tratta di una decisione pressoché inedita e comunque molto innovativa, quella presa dal Tribunale tranese, che ribalta un indirizzo giurisprudenziale ribadito dalla Cassazione, dalla Corte Costituzionale e dalla Corte di Giustizia Europea.

La questione presenta un elevato grado di complessità. In sintesi, il Tribunale ha ritenuto che l'assenza di un esplicito riferimento alla persona offesa e alla parte civile nel testo del d.lgs. 231/2001 non è sintomatica della volontà del legislatore di escludere l'ammissibilità della costituzione del soggetto danneggiato nei confronti dell'ente.

Prevale la disposizione dell'art. del d.lgs. 231/2001 secondo cui «per il procedimento relativo agli illeciti amministrativi si osservano... in quanto compatibili, le disposizioni del codice di procedura penale e del decreto legislativo 28 luglio 1989, n. 271», ivi comprese le regole relative alla costituzione di parte civile.
  • Associazione Gepa
Altri contenuti a tema
Pezzi di auto rinvenuti a pochi metri dalla strada statale 16 bis Pezzi di auto rinvenuti a pochi metri dalla strada statale 16 bis A scoprirli, nel corso della quotidiana attività di controllo, le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale
Plastica, eternit, anche un motocarro a tre ruote. Scoperta una nuova discarica abusiva Plastica, eternit, anche un motocarro a tre ruote. Scoperta una nuova discarica abusiva Scoperto dalle Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale un sito, in località San Pancrazio, in cui si trovano rifiuti di ogni tipo
Eternit e pneumatici: la zona Asi è una discarica a cielo aperto Eternit e pneumatici: la zona Asi è una discarica a cielo aperto L'ispezione da parte delle Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale: rinvenuti anche fusti contenenti olio lubrificante
Pipì di cani all'aperto: la Gepa chiede l'intervento del Comune di Molfetta Pipì di cani all'aperto: la Gepa chiede l'intervento del Comune di Molfetta La richiesta dell'associazione: «Ripulire al più presto via Poli, con l’arrivo dell’estate la situazione è diventata intollerabile»
Anche a Giovinazzo le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale di Molfetta Anche a Giovinazzo le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale di Molfetta Sottoscritto nel Comando di Polizia Locale un protocollo d'intesa tra Palazzo di Città e l'associazione di Giuseppe Battista
Via Corato 6 mesi dopo, i tappeti dei campi sportivi sono ancora lì Via Corato 6 mesi dopo, i tappeti dei campi sportivi sono ancora lì A dicembre scorso, le Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale avevano segnalato la loro presenza
1 Carcasse e resti di animali nella zona Asi: forse macellazione abusiva Carcasse e resti di animali nella zona Asi: forse macellazione abusiva A ritrovarle la Gepa, l'indagine è affidata alla Polizia Locale. Si segue la pista della macellazione clandestina
1 Chiazza d'olio a Torre Calderina: la Gepa scrive all'Arpa e al Ministero Chiazza d'olio a Torre Calderina: la Gepa scrive all'Arpa e al Ministero Le guardie ecozoofile hanno rilevato la presenza di una macchia oleosa. Rinvenuti anche rifiuti in plastica
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.