Un'aula del Tribunale
Un'aula del Tribunale
Cronaca

Sparò e ferì un 33enne in via Ruvo. Sarà giudizio immediato per un 19enne

Non ci sarà la fase preliminare. La prima udienza è fissata per il 21 dicembre davanti al Tribunale di Trani

Giudizio immediato per un 19enne di Molfetta, B.A., accusato di avere ferito un 33enne, al culmine di una lite riconducibile a futili motivi. L'imputato, dunque, non affronterà l'udienza preliminare prevista dal rito ordinario, ma comparirà direttamente davanti al Tribunale di Trani il 21 dicembre per sostenere il dibattimento.

Il giudizio immediato è un rito che viene chiesto in caso di evidenza delle prove e permette l'anticipazione della fase dibattimentale, ma non prevede, a differenza di altri procedimenti come il rito abbreviato, uno sconto di pena. La richiesta formulata dal pubblico ministero della Procura della Repubblica di Trani, Giuseppe Francesco Aiello, è stata accolta dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani, Domenico Zeno, che ha emanato il decreto di giudizio immediato.

I fatti risalgono al 31 dicembre scorso quando, in via Ruvo il 19enne esplose due colpi di pistola da una semiautomatica calibro 32 «con l'intenzione - si legge - di uccidere». Il 33enne, infatti, «fu attinto da un colpo di arma da fuoco da distanza ravvicinata in una parte vitale del corpo (la testa) e solo la prontezza di riflessi della vittima riusciva ad impedire la sua probabile morte». I due bossoli - uno calibro 7.65, l'altro 32 e un proiettile incamiciato - furono repertati dai Carabinieri.

Le indagini permisero di ricostruire i passaggi della vicenda, permettendo di raccogliere «gravi indizi di colpevolezza» a carico dell'autore. Il 19enne, ai domiciliari col braccialetto elettronico dopo un periodo in carcere e difeso dall'avvocato Tommaso Poli, è accusato di tentato omicidio e di porto illegale di arma da fuoco.
  • Carabinieri Molfetta
  • Tommaso Poli
  • Michele Salemini
Altri contenuti a tema
Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Secondo il magistrato «il grave rischio di una facile recidiva può cogliersi nelle modalità concrete con cui i giovani hanno agito»
Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Un 14enne, un 16enne e un 17enne sono stati destinati alle strutture su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bari
Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Per il gip Barlafante la volontà era quella di «attentare alla sicurezza pubblica», ma soprattutto «di incutere timore»
5 Capodanno violento a Molfetta, ma le vittime non hanno denunciato per paura Capodanno violento a Molfetta, ma le vittime non hanno denunciato per paura Lo sottolinea il giudice Barlafante nell'ordinanza: nessuna querela, «verosimilmente per il timore di possibili ritorsioni»
Arresti a Molfetta, ieri gli interrogatori. C'è chi ha risposto alle domande Arresti a Molfetta, ieri gli interrogatori. C'è chi ha risposto alle domande Si sono svolti ieri tra il carcere di Trani e Molfetta: gli avvocati proveranno a mettere in discussione la qualità delle immagini
13 «Identificati grazie a telecamere e social». Le parole del capitano Landolfi «Identificati grazie a telecamere e social». Le parole del capitano Landolfi I cinque indagati sono stati ripresi dai video, da loro stesso postati e divenuti virali. Oggi si terranno gli interrogatori di garanzia
«Butta le bombe». Le frasi degli indagati nel VIDEO di Capodanno «Butta le bombe». Le frasi degli indagati nel VIDEO di Capodanno Le voci dalla piazza: «Abbiamo provato, ma non prendeva fuoco». Ed ancora: «Ora era buono a tirare un'altra bomba»
San Silvestro blindato: individuate tre zone "calde". Il piano per Molfetta San Silvestro blindato: individuate tre zone "calde". Il piano per Molfetta In azione Carabinieri e Polizia Locale, sorvegliate speciali piazza Paradiso, Vittorio Emanuele e Municipio. L'appello dell'assessore Roselli
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.