Felice Spaccavento
Felice Spaccavento
Politica

Spaccavento: «Pulizia, socialità e gestione delle opere pubbliche. Molfetta, c'è tanto da fare»

Le parole del consigliere dopo la prima riunione della massima assise cittadina

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota a firma del consigliere comunale Felice Spaccavento:

"Il primo Consiglio Comunale si è concluso da poche ore. Ero molto emozionato e credo che questo stato d'animo sia emerso nel corso del mio intervento. In più, ieri ricorreva l'anniversario della scomparsa di un mio grande amico e di un uomo che ha segnato in positivo la storia politica e amministrativa di questa città: Guglielmo Minervini, che ho voluto ricordare all'inizio del mio discorso".

"Sul dibattito relativo alle linee programmatiche del Sindaco, ho evidenziato come le stesse siano state riproposte "copia e incolla" riprendendo quanto già detto cinque anni fa dallo stesso Sindaco, solo che nel frattempo non le ha realizzate. Questa amministrazione purtroppo si pone in perfetta continuità con la precedente. Innanzitutto sulla pulizia della città: Molfetta è sporca, un letamaio a cielo aperto; habitat ideale per la proliferazione delle blatte che girano indisturbate e arrivano a infestare gli appartamenti specie in quelle zone della città più trascurate dalle opere di urbanizzazione e dalla pulizia ordinaria".

"Ho provato a puntare i riflettori anche su altri pilastri per la comunità: dalla socialità alla gestione delle opere pubbliche, passando per la tutela del territorio, l'ambiente, la sicurezza dei cittadini o la sanità territoriale. Bisogna voltare pagina, nel segno della legalità soprattutto. Abbiamo presentato un emendamento affinché fosse introdotto tra i requisiti previsti per le nomine nelle partecipate (ASM, Multiservizi e MTM), anche quello della competenza e dell'esperienza in ambito giuridico, tecnico, amministrativo e gestionale per superare, una volta per tutte, la mera logica della spartizione delle poltrone in relazione ai voti presi alle votazioni. Non c'è da rimanere sorpresi che tale buonsenso non sia condiviso dalla attuale maggioranza che chiedeva che "il cambiamento continuasse" perché nulla cambiasse".

"Sono invece rimasto sorpreso dell'astensione al voto di Giovanni Infante che ha di fatto così sostenuto la posizione della maggioranza. Voglio esprimere, infine, la mia piena solidarietà politica e personale alla consigliera comunale Gabriella Azzollini la quale, di fronte ad un suo intervento chiaro e coraggioso, è stata oggetto di parole avvilenti e sprezzanti da parte del Sindaco, venate anche di un certo sessismo che offende tutte le donne in generale. Una verbosità della quale il Sindaco dovrebbe al più presto scusarsi. Per concludere, noi siamo pronti a sostenere in aula i provvedimenti che andranno nell'interesse esclusivo di Molfetta, su tutto il resto faremo una opposizione vigile, dura ma responsabile. E ci auguriamo che i fuochi d'artificio partiti in concomitanza con la fine del consiglio comunale siano solo una spiacevole coincidenza piuttosto che l'ennesimo inopportuno e non autorizzato festeggiamento".
  • Politica
Altri contenuti a tema
Indagine al Comune di Molfetta, il fronte del centro-destra: «Rischio paralisi per gli appalti attenzionati» Indagine al Comune di Molfetta, il fronte del centro-destra: «Rischio paralisi per gli appalti attenzionati» La nota a firma dei nuovi consiglieri Mastropasqua, Logrieco, Germinario e Binetti
Sciolte le Camere, si vota il 25 settembre: è ufficiale Sciolte le Camere, si vota il 25 settembre: è ufficiale Parte la campagna elettorale
Legislatura al capolinea, gli italiani torneranno al voto il 25 settembre o il 2 ottobre Legislatura al capolinea, gli italiani torneranno al voto il 25 settembre o il 2 ottobre Crisi senza sbocchi, si va verso lo scioglimento anticipato delle Camere
Consiglio comunale di Molfetta: ora sono ufficiali le nuove nomine Consiglio comunale di Molfetta: ora sono ufficiali le nuove nomine Pubblicato il documento sull'albo pretorio
Crisi di governo, la decisione di Draghi: «Mi dimetto» Crisi di governo, la decisione di Draghi: «Mi dimetto» L'annuncio del premier al Consiglio dei ministri
Prime indiscrezioni sulla nuova Giunta Minervini. I possibili nomi Prime indiscrezioni sulla nuova Giunta Minervini. I possibili nomi Nei prossimi giorni ci saranno le nomine ufficiali
Dimissioni Drago, a subentrare in Consiglio comunale sarebbe Alberto D'Amato Dimissioni Drago, a subentrare in Consiglio comunale sarebbe Alberto D'Amato Il 25enne ha ottenuto 313 voti con il Partito Democratico
Minervini proclamato di nuovo Sindaco: «Ora progettiamo la Molfetta del futuro» Minervini proclamato di nuovo Sindaco: «Ora progettiamo la Molfetta del futuro» Le parole del primo cittadino per l'inizio del suo secondo mandato consecutivo
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.