La tartaruga rinvenuta a Torre a Mare
La tartaruga rinvenuta a Torre a Mare
Cronaca

Salvata la tartaruga spiaggiata dopo la mareggiata. Ora è a Molfetta

Pesa 156 grammi. Trovata sul litorale di Torre a Mare, è ora nel centro di recupero tartarughe marine del WWF

Elezioni Regionali 2020
Domenica pomeriggio Federico stava portando i suoi cani a passeggio nel litorale vicino a Torre a Mare, in provincia di Bari, quando si è accorto che una piccola tartaruga si trovava esanime, immobile e spiaggiata a causa della forte mareggiata dei giorni scorsi.

«Già due anni fa, il 24 dicembre, la stessa persona ci aveva permesso di salvare un'altra tartaruga - ha raccontato Fabrizio Stagnani, volontario del centro recupero tartarughe marine del WWF di Molfetta -. In questa occasione Federico mi ha chiamato personalmente, mettendomi subito al corrente delle condizioni della tartaruga grazie a dei video girati con il cellulare e sistemandola dentro a un piccolo contenitore, dove poteva stare più al caldo».

Dopo aver ricevuto la segnalazione e anche la geo-localizzazione del punto esatto di spiaggia in cui era avvenuto il ritrovamento, Fabrizio Stagnani ha recuperato la tartarughina e l'ha portata immediatamente al centro recupero tartarughe marine del WWF di Molfetta, dove è stata subito presa in cura.

La tartaruga ha al massimo 2 anni, pesa 156 grammi e ha un carapace di 10 centimetri. Fortunatamente non aveva traumi e lesioni, ma era stata sballottata dalla fortissima mareggiata e se nessuno l'avesse salvata, non sarebbe riuscita a superare la notte sulla spiaggia per il troppo freddo.

«Abbiamo deciso di chiamarla Efe, come la nave mercantile turca spianta dalle raffiche di vento e della mareggiata, che sabato si è arenata sul litorale sud di Bari - aggiunge Fabrizio Stagnani - e siamo felici che ora sia al sicuro nelle mani dei volontari del centro, che si occuperanno delle adeguate cure e le permetteranno di tornare a nuotare nei nostri mari appena avrà ripreso completamente le forze».

Segnalazioni come questa sono fondamentali per mettere in salvo animali in difficoltà, proprio come è accaduto a Efe e, quando si avvertono i centri di recupero, è molto importante fornire una geo-localizzazione o le coordinate del luogo di ritrovamento.
  • Tartarughe Molfetta
  • Centro recupero tartarughe marine Molfetta
Altri contenuti a tema
Nasce Adrionet, una svolta epocale per la tutela delle tartarughe Nasce Adrionet, una svolta epocale per la tutela delle tartarughe Condividerà dati e procedure operative. Ne farà parte anche il centro di recupero di Molfetta
Tartaruga morta e decomposta: trovata a Torre Gavetone Tartaruga morta e decomposta: trovata a Torre Gavetone L'esemplare era morto da tempo e presentava i classici sintomi legati alla patologia di gas embolico
Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa Ennesima tartaruga spiaggiata, è strage di esemplari lungo la costa 6 esemplari di caretta caretta sono stati rinvenuti negli ultimi 2 giorni fra Trani e Giovinazzo
Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita Un'altra tartaruga marina trovata in spiaggia senza vita La carcassa dell'animale, lungo 80 centimetri, è stato ritrovato nei pressi del Mikki Beach
GenerAzioneMare: Natalina, la tartaruga caretta caretta torna in libertà GenerAzioneMare: Natalina, la tartaruga caretta caretta torna in libertà Era stata recuperata a Barletta e curata presso il centro di Molfetta. Domani sarà liberata al largo di Bisceglie
Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta Ancora una tartaruga spiaggiata sul litorale di Molfetta La testuggine, in avanzato stato di decomposizione, è stata ritrovata nei pressi del lido Bahia
Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Ancora tartarughe spiaggiate sul litorale di Molfetta Due gli esemplari rinvenuti nei giorni scorsi: entrambi erano in avanzato stato di decomposizione
100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero 100 euro ai pescatori che salvano le tartarughe, i centri di recupero scrivono al Ministero «Un gravissimo errore pagare per il recupero delle tartarughe marine». Si vanificano decenni di buone pratiche
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.