P JPG
P JPG
Politica

Il neo consigliere comunale Paola De Candia si presenta a Molfetta

Nel corso di una conferenza stampa il passaggio del testimone del dimissionario Antonello Zaza

Elezioni Regionali 2020
Passaggio di testimone in seno al consiglio comunale nelle fila di Rifondazione Comunista- Compagni di strada, al dimissionario Antonello Zaza è subentrata Paola De Candia.

Questo passaggio il partito di Rifondazione comunista lo ha voluto fare pubblicamente nel corso di una conferenza stampa, tenutasi nei giorni scorsi, un gesto simbolico certo, ma di grande impatto emotivo per tutti coloro che sono coinvolti. Si tratta di un cambio di persone «senza nessuna porta sbattuta», come ha puntualizzato il segretario, Beppe Zanna, «anzi tutt'altro, con una punta d'orgoglio dico che noi siamo un collettivo che è sempre stato dalla stessa parte. Abbiamo sempre preso le decisioni insieme». E aggiunge: «è in questo contesto di crescita che si inseriscono le dimissioni di Antonello e l'ingresso di Paola».

Non è la prima volta che Antonello Zaza lascia il posto di consigliere comunale per altri compagni, lo ha fatto nel 2004 in favore di Luigi Cataldo, per ricoprire l'incarico di consigliere provinciale, e nel 2008 in favore di Gianni Porta, quando divenne assessore provinciale alla solidarietà nella giunta Divella. Per il partito di Rifondazione comunista vige una regola interna non scritta ma applicata: essere su una sola poltrona.

Questa volta le dimissioni di Zaza, come lui stesso ha detto durante l'incontro, sono di carattere personale, dovute dall'impossibilità di conciliare il lavoro fuori città con i tempi della politica, fermo restando che darà sempre e comunque il suo contributo al partito e alla città.

«La mia è una scelta di responsabilità nei confronti di un collettivo», e rivolgendosi a Paola le chiede di «mantenere questo come punto di riferimento di tutte le sue future scelte». Prosegue dicendo: «l'elemento del "noi" deve essere prevalente rispetto all'"io", purtroppo avviene esattamente il contrario. Noi vogliamo mantenere un'idea della politica che è frutto di un percorso collettivo, di un confronto collettivo, che è forse la nostra forza che ci ha fatto proseguire qui a Molfetta».

Non si nasconde dietro un dito e con tutta franchezza riconosce che a livello nazionale il partito di Rifondazione comunista non conta più nulla.

Poi la parola passa a Paola De Candia, per il suo primo discorso da consigliere comunale, anche lei pone l'accento sull'importanza del collettivo, infatti precisa sin da subito che il suo progetto è di cambiare per condividere e continuare a crescere insieme come gruppo. E puntualizza ancora: «una crescita che, in questo momento, al collettivo potrà derivare dalle competenze e dalle conoscenze, mie personali,che potrò mettere a disposizione del lavoro di opposizione all'interno del Consiglio Comunale, così come sempre, per altro, ho fatto quando mi è stata data l'opportunità, attraverso lavoro di studio e approfondimento congiunto con chi rappresentava, di volta in volta, il gruppo all'interno dell'Istituzione. E' questa, infatti, una pratica cui è avvezza la nostra comunità: il confronto ed il contributo di tutti, sui temi e sulle questioni, di volta in volta, all'attenzione».

E conclude riprendendo il suggerimento datole da Zaza aggiungendo: «continuerò ad essere ed a fare ciò che ho sempre fatto, con un senso di responsabilità maggiore, derivante dalla consapevolezza di costituire il volto della base che in questo momento vado a rappresentare e mantenendo sempre ben saldi i punti di riferimento».
  • Rifondazione Comunista Molfetta
Altri contenuti a tema
Zanna-de Candia contro l'amministrazione: «A tempo perso il bene della città» Zanna-de Candia contro l'amministrazione: «A tempo perso il bene della città» La nota congiunta dei due consiglieri dell'opposizione di centrosinistra
Sanità, assemblea pubblica venerdì a Molfetta organizzata da Rifondazione comunista Sanità, assemblea pubblica venerdì a Molfetta organizzata da Rifondazione comunista Appuntamento in Piazza Paradiso alle ore 19
Porta - Zanna, la staffetta in Consiglio Comunale a Molfetta Porta - Zanna, la staffetta in Consiglio Comunale a Molfetta La ratifica nella seduta di mercoledì 27 maggio 2020
Gianni Porta: «Avanti come militante e dirigente della mia comunità politica» Gianni Porta: «Avanti come militante e dirigente della mia comunità politica» Con l’ex consigliere comunale di Rifondazione comunista abbiamo fatto un excursus su questi suoi 10 anni di politica
Beppe Zanna in Consiglio Comunale al posto di Gianni Porta? Beppe Zanna in Consiglio Comunale al posto di Gianni Porta? Il segretario di Rifondazione in pole. Si defilerebbe il dottor Salvatore Drago
Primo Maggio, Rifondazione: «Bisogno di diritti, salari, reddito e sicurezza» Primo Maggio, Rifondazione: «Bisogno di diritti, salari, reddito e sicurezza» La nota del partito nella giornata dedicata ai lavoratori
Rifondazione Comunista ricorda le storie dei partigiani di Molfetta Rifondazione Comunista ricorda le storie dei partigiani di Molfetta Il partito: «Ricordiamo chi ha combattuto, a sacrificio della propria vita»
Porta e de Candia: «Comuni al collasso. Subito il Consiglio Comunale a Molfetta» Porta e de Candia: «Comuni al collasso. Subito il Consiglio Comunale a Molfetta» I due consiglieri di Rifondazione Comunista hanno anche presentato delle richieste per la prossima assise locale
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.