Ospedale
Ospedale
Politica

Ospedale di Molfetta, Rifondazione Comunista attacca ancora duramente Michele Emiliano

«Nuovo ospedale chimera. Tagli e chiusure sono scritti nero su bianco»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la seguente nota stampa da parte di Rifondazione Comunista.

"Il dibattito sulla sanità pugliese si arricchisce di sempre nuove prese di posizione e di nuovi-vecchi irriducibili comitati, prescindendo però da un dato di fatto inequivocabile, l'approvazione definitiva del piano di riordino ospedaliero da parte dell'amministrazione Emiliano.
Ovviamente questa peculiarità del dibattito pugliese non è un fatto casuale ma serve ad innalzare una cortina fumogena che nasconda ai cittadini pugliesi gli effetti negativi del piano di riordino, che lascia di fatto senza assistenza tutto il Nord barese, un bacino di utenza di circa centomila pazienti, presupponendo spazi di per la modifica o la concertazione del piano, che in realtà non ci sono.
Parlare della costruzione del nuovo ospedale del Nord barese significa rimandare il problema alla prossima generazione visto che il tempo medio di costruzione di ospedale che è di circa vent'anni, per non parlare dei finanziamenti da trovare e dell'ubicazione ancora da decidere.
Sicuramente la costruzione del nuovo ospedale sarebbe un fatto positivo, ma è quasi banale sottolineare che non si può smantellare la rete ospedaliera precedente come se il nuovo ospedale fosse già operativo.
Mentre il nuovo ospedale è una chimera, i tagli e le chiusure alla rete ospedaliera sono certi e scritti nero su bianco.
E' bene ricordare a tutti i FATTI: il piano prevede il forte ridimensionamento dell'ospedale di Molfetta declassato a ospedale di base e la chiusura dell'ospedale Terlizzi ridotto a presidio territoriale assistenziale (PTA), di fatto un poliambulatorio.
E' chiaro che soltanto il ritiro del piano di riordino ospedaliero, che fortemente e nuovamente chiediamo, può essere il punto di partenza per una sua ridiscussione e rimodulazione.
Nessun altro però chiede il ritiro del piano come invece sarebbe ovvio e naturale, perchè sono tutti pronti a saltare sul carro dell'"imperatore Emiliano", che a livello nazionale fa parte di una maggioranza PD-5Stelle, fedele esecutrice dei vincoli finanziari imposti da Bruxelles, e che per questo, taglierà la spesa sociale e in particolare la spesa sanitaria".
  • Rifondazione Comunista Molfetta
Altri contenuti a tema
La proposta di Rifondazione: da Via Almirante a Via Terracina La proposta di Rifondazione: da Via Almirante a Via Terracina Il partito appoggia l'idea di intitolare una strada lanciata da Piero de Nicolo
La Multiservizi interviene al Liceo Classico di Molfetta, le domande di Paola de Candia e Gianni Porta La Multiservizi interviene al Liceo Classico di Molfetta, le domande di Paola de Candia e Gianni Porta La nota stampa integrale dei consiglieri di sinistra
Elezioni nuovo consiglio metropolitano, la presa di posizione di Rifondazione Comunista Molfetta Elezioni nuovo consiglio metropolitano, la presa di posizione di Rifondazione Comunista Molfetta La nota integrale a firma Porta, de Candia e Zanna
Rifondazione e i disagi dei pendolari di Molfetta: «Suonata tardi la sveglia del Sindaco» Rifondazione e i disagi dei pendolari di Molfetta: «Suonata tardi la sveglia del Sindaco» Continua la querelle: «Trenitalia ha scarsa considerazione dei suoi clienti»
Antonello Zaza: «Non mi sono dimesso per alcuna competizione elettorale» Antonello Zaza: «Non mi sono dimesso per alcuna competizione elettorale» L’ex consigliere comunale rivendica la sua appartenenza in questi anni sempre e solo a Rifondazione comunista
Il neo consigliere comunale Paola De Candia si presenta a Molfetta Il neo consigliere comunale Paola De Candia si presenta a Molfetta Nel corso di una conferenza stampa il passaggio del testimone del dimissionario Antonello Zaza
Oggi il subentro di de Candia a Zaza in Consiglio. Alle 19 conferenza stampa Oggi il subentro di de Candia a Zaza in Consiglio. Alle 19 conferenza stampa Alle 17.30 passaggio di consegne nell'aula Carnicella
Ancora disagi per i pendolari di Molfetta, Rifondazione: «Intervenga il Sindaco» Ancora disagi per i pendolari di Molfetta, Rifondazione: «Intervenga il Sindaco» Cambi dal 22 luglio al 25 agosto: «Situazione inaccettabile»
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.