Cane
Cane
Cronaca

Morto un altro cane sulla Complanare: dramma senza colpevoli o morte naturale?

Abbandonato sulla strada e poi bruciato. Angela Amato: «non possiamo fare ipotesi».

Abbandonato e bruciato chissà da quanto tempo senza vita e lasciato sul ciglio della strada. È questo, il macabro spettacolo con il quale si è svegliata qualche giorno fa la città di Molfetta. Il cadavere del povero cane ha immediatamente attirato l'attenzione di un passante che, sconvolto, dopo aver postato le foto su Facebook (poi rimosse), ha allertato le Autorità competenti.

Già nei giorni scorsi stata era stata pubblicata sulla pagina Facebook della Lega del Cane di Molfetta, la foto di una testa di un altro cane mozzata e bruciata, lasciata su un marciapiede della zona industriale, creando non poco sdegno tra gli utenti molfettesi e soprattutto tra gli animalisti. In quell'occasione la presidente della sezione molfettese della Lega, Mariangela La Volpe aveva invitato a non creare nessun allarmismo, e a denunciare sempre qualsiasi tipo di maltrattamento animale alle autorità preposte.

Ma ora, visto il secondo ritrovamento a distanza di giorni, i timori così come i dubbi sono tanti. Bisognava capire, infatti, come il cane sia effettivamente morto se per cause naturali, oppure se a provocarne la morte sia stato qualcos'altro. Per accertare l'accaduto l'assessore Angela Amato nei giorni scorsi ha parlato prima con l'Ufficio Ambiente e poi con i medici veterinari della Asl affinché venisse verificata la presenza del microchip.
Adesso arriva la puntualizzazione.
"Ho appena parlato con il Tenente Camporeale, responsabile del nucleo ambientale della polizia Municipale. Ieri si è recato personalmente sul posto e nella mattinata provvedono a rimuovere la carcassa", afferma Angela Amato. "Purtroppo, il lettore non rileva la presenza di microchip. – dichiara l'assessore – Questo potrebbe essere dovuto però anche alle condizioni in cui si trova il corpo dell'animale. Non possiamo fare ipotesi: potrebbe essere stato abbandonato morto e poi bruciato quando il corpo cominciava a decomporsi. Mi auguro che sia così, sarebbe la cosa meno crudele verso quel povero cane».
  • cani
Altri contenuti a tema
Dogstars gli auguri per gli amici a quattro zampe Dogstars gli auguri per gli amici a quattro zampe Il Beauty Center è invia C. De Judicibus, 49 a Molfetta
Attivato a Molfetta da DogStars il servizio di “Dog taxi” Attivato a Molfetta da DogStars il servizio di “Dog taxi” Il proprietario Favuzzi: «E’ un mezzo adattato e adatto alle esigenze dei nostri fedeli amici»
"DogStars, we are different", un centro benessere per i cani a Molfetta "DogStars, we are different", un centro benessere per i cani a Molfetta Giuseppe Favuzzi: «Luogo a misura degli amici a quattro zampe»
Nuovo ambulatorio e autorizzazione sanitaria per il canile Nuovo ambulatorio e autorizzazione sanitaria per il canile Interventi per 115mila euro
Polpette avvelenate contro i gatti e cani randagi? Polpette avvelenate contro i gatti e cani randagi? A Ponente avvelenato un cane, salvato dai volontari
Rinnovati gli organi direttivi della lega del cane di Molfetta Rinnovati gli organi direttivi della lega del cane di Molfetta Numerose le iniziative in agenda per aiutare i trovatelli a quattro zampe
Sabato sul sagrato della Basilica la Benedizione degli animali Sabato sul sagrato della Basilica la Benedizione degli animali Si rinnova l'appuntamento promosso dalla Pro Loco
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.