Violenza contro le donne
Violenza contro le donne
Politica

Molfetta Popolare: «Proposta l'installazione di un'opera contro la violenza sulle donne»

Verrebbe posizionata a lato della scalinata che porta dalla banchina San Domenico alla biblioteca comunale

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato a firma di "Molfetta Popolare":

"Nel Consiglio Comunale di ieri si è tenuta la discussione sul punto 2 dell'ordine del giorno "Violenza contro le Donne" posto dalla Consulta Femminile di Molfetta, in occasione della giornata del 25 novembre dedicata a questa tematica molto importante. Il Gruppo Consiliare di maggioranza è intervenuto sulla problematica della violenza contro le donne, o violenza di genere, condannando qualsiasi forma di aggressione, vessazione, di ricatto, di persecuzione proveniente da un uomo e diretto ad una donna e ritenendoli tutti comportamenti che non tengono conto della volontà della stessa che deve esercitare il suo diritto di scelta della propria vita, mentre troppo spesso ancora oggi questo diritto gli viene negato".

"Cosa fare, dunque, prevenzione certo ma innanzitutto avere il coraggio di denunciare, dobbiamo imparare a mettere dei paletti ogni qualvolta sia necessario, perché la violenza contro le donne è un fenomeno che inizia con piccoli episodi, talvolta che tendiamo a sottovalutare ma è proprio lì che deve scattare il campanello d'allarme. Senza un'educazione ai sentimenti, all'empatia, alla socializzazione nei luoghi familiari, nella scuola, come ci si può aspettare che spariscano i modelli sessisti e gli stereotipi che vogliono l'uomo cacciatore e la donna preda".

"Dobbiamo aprire le porte delle case e delle scuole al confronto formativo sull'empatia, sulle emozioni e quindi sulla sessualità se vogliamo vincere ogni forma di violenza, anche morale. Ecco perché noi di Molfetta Popolare, con il sostegno di tutto il Gruppo Consiliare di Maggioranza, al fine di evitare che il problema del femminicidio continui ad essere un dibattito solo nella giornata del 25 novembre, nel tentativo di smuovere le coscienze di tutti, abbiamo proposto all'amministrazione comunale, l'installazione di un opera (stola rossa con accanto delle scarpe rosse tutto in terracotta) come riprodotta in foto allegata e mostrata in consiglio comunale, a lato della scalinata che porta da banchina San Domenico alla nuova biblioteca comunale - luogo di cultura, di studio, confronto e di riflessione - al fine di aiutare i giovani e tutti coloro che attraverseranno dette scale a sensibilizzare la salvaguardia dei diritti di tutti e al fine di poter avere un luogo simbolo, in città, dove poter celebrare tutte le donne vittime di violenza fisica e morale".
  • Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne
Altri contenuti a tema
Il centro anti-violenza di Molfetta, punto di riferimento: intervista alla responsabile Scardigno Il centro anti-violenza di Molfetta, punto di riferimento: intervista alla responsabile Scardigno In aumento le richieste di supporto e i casi di violenza psicologica ed economica
Giornata contro la violenza sulle donne, gli psicologi: «Piaga culturale e sociale» Giornata contro la violenza sulle donne, gli psicologi: «Piaga culturale e sociale» L'intervento di Vincenzo Gesualdo, presidente dell’Ordine degli Psicologi di Puglia
Violenza contro le donne: le risposte dello Stato Violenza contro le donne: le risposte dello Stato Gli studenti del Liceo Classico ne discutono con la dott.ssa Raffaella de Luca
Mi chiamo Valentina e credo nell’amore Mi chiamo Valentina e credo nell’amore Grande pathos con gli studenti del Classico nella loro azione contro la violenza sulle donne
Il Liceo Classico manifesta contro la violenza sulle donne Il Liceo Classico manifesta contro la violenza sulle donne L'iniziativa in programma venerdì 25 novembre alle ore 19
© 2001-2023 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.