dcc c d ddd a df cb f c
dcc c d ddd a df cb f c

Molfetta nella Grande Guerra: storie di eroi, bombardamenti e 500 morti in città

Inaugurata la mostra dello Stato Maggiore dell'Esercito.

E' stata un successo l'inaugurazione della mostra itinerante dello Stato Maggiore dell'Esercito, "Fede e valore", arricchita dalle fonti documentarie dell'Archivio Storico Comunale e della Biblioteca Comunale di Molfetta, dell'Archivio di Stato di Bari: cimeli, divise, medaglie ed oggetti provenienti da collezioni private e dalle Associazioni combattentistiche adesso tutti insieme a Molfetta, nelle sale della biblioteca comunale presso la Fabbrica di San Domenico.

La mostra, che ha come sottotitolo "La memoria e la città", si sofferma sul rapporto che Molfetta ebbe con la Prima Guerra Mondiale: basti pensare che il Seminario Vescovile fu trasformato in Ospedale di guerra per accogliere i soldati malati. La città fu una delle prime ad essere bombardate e il 27 luglio del 1916 un ordigno aereo cadde su uno stabile debellando una intera famiglia con bambini. Si contarono oltre 500 morti fra i molfettesi, un triste primato.
Ma, soprattutto, ci sono le storie dei figli di Molfetta partiti per combattere al fronte: Domenico Picca, Cristoforo Palma e il Tenente Marzocca.

Domenico Picca è tra i più importanti militari mai nati a Molfetta: capitano pluridecorato, deceduto esattamente 100 anni fa motivo per cui la mostra fa tappa in città, unica meta non capoluogo. A lui è intitolata anche una caserma a Bari. Di Cristoforo Palma restano i cimeli donati dalla famiglia mentre il Tenente Marzocca rappresenta i tanti molfettesi partiti per difendere la Patria e caduti sotto il fuoco nemico.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte oltre 80 studenti degli Istituti superiori, la Fanfara del 7° Reggimento bersaglieri che si è esibita sulle note delle sue marce e dell'Inno di Mameli e il Generale di Brigata Mauro Prezioso, Comandante Regionale dell'Esercito in Puglia. Presenti anche il vice sindaco di Molfetta Bepi Maralfa, l'assessore alla cultura Betta Mongelli e il direttore dell'Archivio di Stato Antonella Pompilio, oltre al giornalista Giampaolo Balsamo che ha moderato la conferenza di presentazione.

La mostra resterà aperta fino 31 marzo nelle sale della biblioteca comunale dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30, sabato 19 marzo dalle 18 alle 21 e domenica 20 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21.
f fcf a a cb a eba f bcc c a dd fb e e b cfc d d ccf f e aea fbdcc c d ddd a df cb f c
  • Mostra
  • prima guerra mondiale
  • esercito italiano
Altri contenuti a tema
Giovedì l'evento conclusivo per la mostra su Tonino Nuovo a Molfetta Giovedì l'evento conclusivo per la mostra su Tonino Nuovo a Molfetta Interverranno il Sindaco e l'assessore alla cultura
Mostra di Vittoria Facchini a Molfetta per la Giornata della Memoria Mostra di Vittoria Facchini a Molfetta per la Giornata della Memoria L'inaugurazione ieri nella Chiesa della Morte. Esposizione fino al 7 febbraio
Molfetta omaggia Tonino Nuovo con una mostra Molfetta omaggia Tonino Nuovo con una mostra Inaugurazione il 7 dicembre nella Sala dei Templari
A Gaart Gallery in mostra l'"Arte in stallo" di Giulio Giancaspro A Gaart Gallery in mostra l'"Arte in stallo" di Giulio Giancaspro Inaugurazione domenica 1 dicembre alle ore 11
Molfetta scopre il monumento del maestro Gaetano Grillo Molfetta scopre il monumento del maestro Gaetano Grillo Il 1° novembre sarà inaugurata la personale dell’artista presso l’ex molino e pastificio Caradonna
Il maestro Gaetano Grillo torna ad esporre a Molfetta Il maestro Gaetano Grillo torna ad esporre a Molfetta La mostra sarà inaugurata venerdì 1 novembre
Oggi l'inaugurazione a Molfetta della personale di Giuseppe Roppo Oggi l'inaugurazione a Molfetta della personale di Giuseppe Roppo La mostra presso l’Oratorio della Parrocchia San Gennaro
Vincenzo de Pinto, da Molfetta in giro per la Puglia con il "Suonagli Folk Festival" Vincenzo de Pinto, da Molfetta in giro per la Puglia con il "Suonagli Folk Festival" Il Festival è legato alla sua grande passione per la cultura salentina
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.