ospedale molfetta
ospedale molfetta
Vita di città

«All'ospedale di Molfetta mi hanno salvato la vita»: la storia di un lettore

Una voce fuori dal coro racconta speranza e umanità

La domenica di Pasqua è un giorno d'incontro tra fede e speranza. Uno di quei giorni in cui la pace si fa strada nei cuori in ascolto e in cui la parola "grazie" assume un valore aggiunto.

Oggi riportiamo la testimonianza di speranza di un lettore, che ha condiviso con la redazione di "MolfettaViva" la sua esperienza nel reparto di chirurgia dell'ospedale "don Tonino Bello" di Molfetta. Una storia che si contrappone all'inefficienza del presidio ospedaliero della nostra cittá, una voce "fuori dal coro" e proprio per questo degna di spazio.

«Voglio raccontare e divulgare la mia esperienza dopo aver letto articoli sul reparto di chirurgia di Molfetta - esordisce Giuseppe - sicuramente ci sono tanti aspetti da migliorare, ma non è tutto da cestinare o da criticare».

Tutto è iniziato il 15 dicembre dello scorso anno scorso, quando Giuseppe è stato operato d'urgenza all'ospedale di Molfetta per diverticolite acuta.

«Sono arrivato in ospedale in setticemia - dice, ripensando ai brutti momenti ormai lontani - i chirurghi avevano diagnosticato che ero in pericolo di vita e che forse non sarei uscito vivo dalla sala operatoria, ma per fortuna sono qui a raccontarlo».

Parole sincere e toccanti, che arrivano dritte al cuore.

«Dieci giorni fa ho subito anche un altro intervento per rimuovere una stomia - continua - e sono stato accolto nello stesso clima. Con questo, voglio dire che ho trovato la struttura un po' fatiscente, ma il personale veramente impeccabile».

A partire dal primario, Stefano Camporeale, Giuseppe descrive un reparto eccezionale, composto da dottori in gamba, capaci di assumersi la responsabilità di operarlo nonostante i rischi di cui erano consapevoli.

Parola di chi adesso ha ritrovato la serenità grazie alla professionalità e alla serietà dei medici che lo hanno seguito.

«Un ringraziamento particolare lo devo al dottor Sciannamea - conclude - io sono vivo grazie a lui e a tutta questa meravigliosa èquipe».

Una bella storia che ci lascia con la consapevolezza che l'umanità si manifesta nel quotidiano e con l'augurio di saperla riconoscere.
  • Pasqua
  • Ospedale Molfetta
Altri contenuti a tema
22 Assunti per le pulizie, ma lavorano in ufficio. Il caso all'ospedale di Molfetta Assunti per le pulizie, ma lavorano in ufficio. Il caso all'ospedale di Molfetta Gli accertamenti del Nirs sono scattati la scorsa settimana sugli impiegati della Sanitaservice: «In pochi hanno la scopa in mano»
Oggi incontro tra Minervini, Tammacco e Asl Bari per il potenziamento dell'ospedale di Molfetta Oggi incontro tra Minervini, Tammacco e Asl Bari per il potenziamento dell'ospedale di Molfetta L'obiettivo è anche incrementare il personale medico del nosocomio
5 Si chiude il periodo pasquale a Molfetta: le dichiarazioni dell'assessore Rossiello Si chiude il periodo pasquale a Molfetta: le dichiarazioni dell'assessore Rossiello «I numeri sono grandiosi. Ripeteremo l'iniziativa nei prossimi anni»
Molfetta tra identità e partecipazione: il bilancio della Pasqua Molfetta tra identità e partecipazione: il bilancio della Pasqua La conferenza stampa alla presenza del sindaco e dell'assessore alla Cultura
"I luoghi del cuore" conclude il cartellone di Pasqua a Molfetta "I luoghi del cuore" conclude il cartellone di Pasqua a Molfetta Mercoledì mattina la conferenza stampa di ringraziamento
Tipicità pasquali a Molfetta: la scarcella, i taralli e il "Benedetto" Tipicità pasquali a Molfetta: la scarcella, i taralli e il "Benedetto" Alla riscoperta delle antiche tradizioni
Fondazione Valente di Molfetta: il concerto di Pasqua chiude "Inflammatus" Fondazione Valente di Molfetta: il concerto di Pasqua chiude "Inflammatus" Serata dedicata alla rinascita con Le Quattro Stagioni di Vivaldi, appuntamento in Cattedrale alle 20
Molfetta e le sue tradizioni: Angela racconta "ù pizzaridd" Molfetta e le sue tradizioni: Angela racconta "ù pizzaridd" Origine, storia e curiosità del nostro simbolo del Venerdì Santo
© 2001-2023 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.