foibe
foibe

"Le Foibe: la lunga questione della frontiera adriatica". Domani conferenza all’ANEB di Molfetta

Presente il prof. Giovanni Capurso nel “Giorno del ricordo”

Nel "Giorno del Ricordo" l'ANEB (Associazione Nazionale Educatori Benemeriti) di Molfetta, presieduta dal prof. Michele Laudadio, sempre attenta e sensibile a ricordare particolari avvenimenti della storia d'Italia, ha organizzato una conferenza sul tema: "Le Foibe: la lunga questione della frontiera adriatica".

L'incontro si svolgerà sabato 10 febbraio 2024 con inizio alle ore 18,30 nella sede sociale dell'ANEB in Via Cap. De Candia n.90 a Molfetta. Relatore sarà il prof. Giovanni Capurso, docente di filosofia e storia al Liceo Classico di Corato, e al tempo stesso scrittore e storico attento soprattutto alle questioni del meridionalismo. Quella delle Foibe costituisce una pagina complessa ed estremamente dolorosa della storia italiana, tutt'oggi oggetto di accesi dibattiti politici.

Le foibe sono delle grandi caverne verticali tipiche della regione carsica del Friuli Venezia Giulia e dell'Istria. Tra il 1943 e il 1947 migliaia di persone vennero gettate, anche vive, in queste cavità carsiche, le "foibe" appunto, o uccise dopo processi sommari da parte dei partigiani jugoslavi, i cosiddetti comunisti di Tito. Al tal proposito la Repubblica italiana, con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, ha istituito il "Giorno del ricordo". Con questa solennità civile, oltre a ricordare le uccisioni di italiani e italiane avvenute nelle foibe delle zone carsiche di Friuli-Venezia Giulia e Istria, si ricorda l'esodo di massa che coinvolse la componente italiana della popolazione istriana tra il 1945 e il 1956.

La data prescelta del 10 febbraio è il giorno in cui, nel 1947, fu firmato il trattato di Parigi, che assegnava alla Jugoslavia l'Istria, il Quarnaro, la città di Zara con la sua provincia e la maggior parte della Venezia Giulia, in precedenza facenti parte dell'Italia. Cosa accadde esattamente? In quale contesto si inserisce questo recente capitolo della storia d'Italia? L'intervento del prof. Giovanni Capurso è volto da una parte a chiarire lo sviluppo degli eventi che riguardarono i massacri e l'esodo di massa, dall'altra a ripercorrere le vicende storico-politiche lungo la cosiddetta "frontiera adriatica".
  • ANEB
Altri contenuti a tema
Incontri sull'arte con l'ANEB MOlfetta: oggi nuovo appuntamento Incontri sull'arte con l'ANEB MOlfetta: oggi nuovo appuntamento Incontro dedicato al pittore del '500 Antonio Allegri
"La disabilità senza paura", un incontro formativo a Molfetta "La disabilità senza paura", un incontro formativo a Molfetta Appuntamento oggi presso la sede ANEB
“La prima lettera di Colombo ai Re di Spagna”: un incontro di Aneb Molfetta “La prima lettera di Colombo ai Re di Spagna”: un incontro di Aneb Molfetta La conferenza nella sede associativa
100 anni dalla nascita di Italo Calvino: a Molfetta conferenza dell'ANEB 100 anni dalla nascita di Italo Calvino: a Molfetta conferenza dell'ANEB Appuntamento oggi alle 18:30 nella sede sociale in via De Candia 90
L'ANEB di Molfetta celebra i 700 anni dalla morte di Marco Polo L'ANEB di Molfetta celebra i 700 anni dalla morte di Marco Polo Appuntamento oggi, alle 18:30, nella sede in via Capitano De Candia
Oggi a Molfetta uno spettacolo teatrale organizzato dall'ANEB Oggi a Molfetta uno spettacolo teatrale organizzato dall'ANEB Mattatore della serata sarà l'attore Cosimo Boccassini
L'ANEB Molfetta dedica oggi un incontro all'arte di Van Gogh L'ANEB Molfetta dedica oggi un incontro all'arte di Van Gogh Appuntamento nella sede di via Cap. De Candia alle ore 18
Proseguono gli eventi all'Aneb di Molfetta Proseguono gli eventi all'Aneb di Molfetta Una fitta programmazione anche per il mese di novembre
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.