Inaugurata a Manfredonia la prima CRAP della provincia di Foggia dedicata ai pazienti psichiatrici autori di reato
Inaugurata a Manfredonia la prima CRAP della provincia di Foggia dedicata ai pazienti psichiatrici autori di reato

Inaugurata a Manfredonia la prima CRAP della provincia di Foggia dedicata ai pazienti psichiatrici autori di reato

La gestione è affidata al Consorzio Metropolis e la Direzione Sanitaria direttamente alla ASL Foggia

È stata inaugurata ieri mattina, a Manfredonia, la prima Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica (CRAP) della provincia di Foggia "potenziata sotto il profilo assistenziale" e dedicata a pazienti psichiatrici autori di reato.

La struttura, dotata di 20 posti letto, sarà operativa da domani sino all'attivazione della Residenza per l'Esecuzione delle Misure di Sicurezza detentive (REMS) di Accadia, finalizzata al definitivo superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari.

Presenti all'inaugurazione il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Direttore Generale della ASL Foggia Antonio Nigri, il direttore della Provincia Giuseppe Nobiletti.

"Oggi è una giornata speciale – ha dichiarato il Presidente Michele Emiliano - perché finalmente possiamo dare una risposta ai magistrati che nel loro lavoro hanno potuto accertare che alcuni autori di reato sono completamente incapaci di intendere e di volere per vizio di mente. E quindi non è giusto sottoporli ad una sanzione o ad una pena. Devono essere curati e la loro eventuale residua pericolosità va gestita in un luogo di cura, come questo di Manfredonia. Qui ci sono medici e infermieri preparati, in grado di gestire le situazioni, perché è chiaro che è necessaria una professionalità diversa. È un passo di civiltà per Manfredonia - ha concluso Emiliano- dove solo qualche giorno fa ho partecipato ad una manifestazione contro la mafia. E la mafia si combatte con la civiltà. Questa struttura rappresenta un passo di civiltà utile a tutta la provincia di Foggia".

La CRAP è stata attivata in ottemperanza alla Delibera di Giunta Regionale n. 1489 del 2022 e a conclusione di una procedura ad evidenza pubblica che vede affidata la gestione al Consorzio Metropolis e la Direzione Sanitaria direttamente alla ASL Foggia.

"Si è trattato di un articolato e complesso iter amministrativo – ha spiegato il Direttore Generale della ASL Foggia Antonio Nigri – che ha visto il coinvolgimento attivo dei nostri servizi e che si è concluso con la contrattualizzazione del Consorzio, specializzato nella riabilitazione di pazienti psichiatrici. Il risultato è un modello virtuoso di collaborazione tra pubblico e privato sociale".

All'interno della CRAP opererà una equipe multidisciplinare formata da medici psichiatri, infermieri, educatori, psicologi e operatori sociosanitari. Direttore Sanitario della Struttura sarà lo psichiatra Luigi Pio Esposto, dirigente responsabile dell'unità operativa di "Psichiatria penitenziaria e autori di reato" della ASL Foggia.

La struttura ricettiva a carattere sanitario ha l'obiettivo di avviare un percorso terapeutico riabilitativo, grazie all'attivazione di specifici laboratori, che permetta, alla fine della pena, prospettive di reinserimento sociale e lavorativo protetto, il tutto ancorato ai principi della salute mentale di comunità ispirata alla riforma psichiatrica voluta da Basaglia.

La CRAP, inoltre, è stata pensata per garantire la sicurezza degli operatori e degli ospiti grazie all'impiego di una sofisticata tecnologia digitale.
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Da settembre attivi a Molfetta i servizi di telemedicina oncologica Da settembre attivi a Molfetta i servizi di telemedicina oncologica Il progetto dell'Istituto Tumori "Giovanni Paolo II" è finanziato dal PNRR
Oggi a Molfetta l'incontro "La professione medica nella transizione verso la sanità" Oggi a Molfetta l'incontro "La professione medica nella transizione verso la sanità" Appuntamento nella Fabbrica San Domenico alle ore 19:00
Gianluigi De Gennaro nel comitato consultivo esterno dell'Istituto Oncologico di Bari Gianluigi De Gennaro nel comitato consultivo esterno dell'Istituto Oncologico di Bari Minervini: «Si tratta di una notizia che fa onore all’intera città»
Anziani senza medico curante a Molfetta, la segnalazione: «Chiediamo risposte» Anziani senza medico curante a Molfetta, la segnalazione: «Chiediamo risposte» Il racconto di un lettore: «Ben 1.500 persone sono adesso prive di un riferimento»
ASL Bari, in arrivo 537 nuove unità: a Molfetta si attiva la terapia intensiva ASL Bari, in arrivo 537 nuove unità: a Molfetta si attiva la terapia intensiva Nuovi professionisti specializzati in anestesia e rianimazione saranno destinati al "don Tonino Bello"
Si conclude il progetto SAVE: coinvolto anche l'istituto san Giovanni Bosco di Molfetta Si conclude il progetto SAVE: coinvolto anche l'istituto san Giovanni Bosco di Molfetta 7 scuole e 900 studenti resi partecipi dal Dipartimento di Prevenzione ASL Bari
1 Troppa attesa al pronto soccorso di Bari: il calvario di una famiglia di Molfetta Troppa attesa al pronto soccorso di Bari: il calvario di una famiglia di Molfetta Al Giovanni XXIII «Un caso che porta alla luce una problematica ben più grave inerente alla mancata organizzazione»
Sanità: prosegue la somministrazione dei vaccini anti Covid da parte dei farmacisti Sanità: prosegue la somministrazione dei vaccini anti Covid da parte dei farmacisti Approvata oggi dalla Giunta la proroga fino alla fine del 2024
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.