Seggi elettorali
Seggi elettorali
Politica

Il 40% circa di molfettesi ha deciso di astenersi: quale il motivo?

Disinteresse o segno di protesta?

Chi ha vinto l'elezioni politiche? Tutti e nessuno, così come era nelle previsioni, ancora una volta in questa competizione elettorale si conferma un unico vincitore, quello che è stato definito, il partito dell'astensionismo.

Il perché di questo disamore verso la politica è da ricercare nella sfiducia che i molfettesi e gli italiani più in generale hanno nei confronti della politica e dei suoi uomini. Frasi un po' alla Cettolaqualunque, ma che fotografano lo stato attuale della situazione politica.

Il 40% di molfettesi ha deciso di non decidere, nonostante vi fossero ben 6 candidati molfettesi al Parlamento, hanno preferito non scegliere, pensando: "tanto non cambierà niente", "tanto tra qualche mese si ritornerà a votare, si continueranno a sprecare i soldi dei cittadini, piuttosto che fare una legge elettorale seria, perché con questa è già stato tutto deciso dall'alto, i cittadini potevano apporre solo una croce sul candidato o sul partito, non scegliere e scrivere di proprio pugno il nome del candidato prescelto".

Sono frasi da bar, ma sono frasi che dovrebbero far riflettere il mondo della politica, che dovrebbe ritornare fra la gente ad ascoltare le sue istanze, riprendere in mano le redini di questo Paese e dargli un sferzata seria, incominciando dall'occupazione, di conseguenza anche dalle agevolazioni per le aziende e per il mondo delle partite Iva, creare quelle opportunità di crescita di questa straordinaria nazione che vanta eccellenze in tutti i settori, in tutti gli ambiti, non ultimo i beni culturali ed architettonici.

E' inutile dire che Molfetta ha seguito il trend nazionale, si è discostata di qualche punto in percentuale in più, forse perché trainata dai candidati molfettesi, ed ha anche migliorato la percentuale rispetto alla precedenti elezioni politiche, ma rimane pur sempre un buon numero che non si è recato alle urne.

Da alcuni anni è proprio il popolo degli astensionisti ad essere l'ago della bilancia nelle elezioni, siano queste politiche, regionali o amministrative, è su di loro che i partiti politici cercano di far presa, con proposte che possano essere più o meno accattivanti, almeno in campagna elettorale, ma che poi devono tradursi realmente in legge, questo accade molto più raramente.

In fondo la gente alla fine si aspetta proposte chiare, concrete e fattibili, non solo belle parole, non solo litigi fra i vari candidati o schieramenti politici, per poi ritrovarsi il giorno dopo anche a governare insieme. Ma è pur vero che se nella campagna elettorale non ci si mette un po' di pepe non è una campagna elettorale, ma all'indomani del voto si devono incominciare a fare le cose sul serio.

Si è parlato spesso durante questa campagna elettorale di voto utile, ma perché ci sono voti inutili? Coloro che hanno lottato per questo diritto non hanno mai pensato alla sua inutilità, anzi tutt'altro, solo per questo il diritto al voto dovrebbe essere esercitato veramente da tutti.
  • Elezioni
  • post elezioni
  • elezioni politiche
Altri contenuti a tema
La Consulta diocesana delle Aggregazioni Laicali si incontra a Molfetta per le elezioni europee La Consulta diocesana delle Aggregazioni Laicali si incontra a Molfetta per le elezioni europee Nel pomeriggio approfondimento con il Prof. Ugo Villani, docente emerito di Diritto Internazionale e dell’Unione Europea
Molfetta verso le elezioni europee, ecco i nomi dei presidenti di seggio Molfetta verso le elezioni europee, ecco i nomi dei presidenti di seggio Il 3 maggio, invece, l'adunanza per la nomina degli scrutatori
Movimento 5 stelle, una vittoria annunciata Movimento 5 stelle, una vittoria annunciata I dati definitivi li attestano a Molfetta al 41,84% alla Camera e al 42,53% al Senato
Francesco Spina: «Risultato personale migliore tra i collegi pugliesi. Grazie agli elettori» Francesco Spina: «Risultato personale migliore tra i collegi pugliesi. Grazie agli elettori» Le dichiarazioni dell'ex Sindaco di Bisceglie candidato con il PD
Speciale elezioni politiche 2018 Speciale elezioni politiche 2018 Ecco i risultati di Molfetta
Anche la Camera è Cinque Stelle: Francesca Galizia è onorevole Anche la Camera è Cinque Stelle: Francesca Galizia è onorevole Oltre 1000 voti per Racanati. Quasi impossibile uno scranno in Parlamento per Piergiovanni
Camera, Cinque Stelle verso il trionfo a Molfetta con Galizia Camera, Cinque Stelle verso il trionfo a Molfetta con Galizia Un migliaio i voti alla molfettese Teresa Racanati
Senato, è trionfo per Bruna Piarulli. All'uninominale sconfitte Lezoche e Minuto Senato, è trionfo per Bruna Piarulli. All'uninominale sconfitte Lezoche e Minuto Il Movimento 5 Stelle piazza il colpaccio
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.