Il carcere di Trani
Il carcere di Trani
Cronaca

Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne

Si tratta di Domenico Minervini, molfettese già noto alle forze dell'ordine. Si è presentato a Trani con il suo avvocato

Elezioni Regionali 2020
Lo scorso 5 agosto era riuscito a sottrarsi all'operazione dei Carabinieri della locale Compagnia contro una banda made in Molfetta accusata di aver chiesto il pizzo sparando colpi di pistola contro le auto di due imprenditori edili e facendo esplodere un ordigno all'ingresso della sede di una società di costruzioni.

Da quest'oggi, però, Domenico Minervini, noto alle forze dell'ordine, è in carcere. Il 26enne, evidentemente stretto dalla morsa dei controlli in città, si è presentato spontaneamente al penitenziario di Trani insieme al suo legale, Michele Salvemini. È accusato, con il 22enne Fabio De Candia, il 19enne Umberto Monopoli ed il 18enne A. F., dei reati di tentata estorsione, danneggiamento e ricettazione, aggravato dall'uso delle armi da fuoco e di sostanze esplodenti.

Le indagini sono state avviate il 14 marzo scorso dopo l'esplosione di colpi d'arma da fuoco contro i vetri di un'auto di un imprenditore edile. Nove giorni dopo la stessa vittima subì il danneggiamento del suo fuoristrada, centrato con altri colpi di pistola. Il 2 maggio scorso il gruppo avrebbe realizzato un altro raid facendo esplodere un ordigno davanti alla sede di una società di costruzioni. Il 5 agosto, l'epilogo con gli arresti. All'appello, però, mancava solo il suo nome.

Le ricerche del 26enne sono proseguite senza sosta sino a questo pomeriggio, quando, alle ore 17.00, il ricercato si è costituito. E così, dopo 20 giorni, è finita la sua fuga: Domenico Minervini si trova in carcere, nei prossimi giorni andrà davanti al giudice per le indagini preliminari per l'interrogatorio di garanzia.
  • Arresti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
  • Arresti Carabinieri
  • Domenico Minervini
Altri contenuti a tema
Auto rubate e cannibalizzate nascoste tra gli uliveti di Molfetta Auto rubate e cannibalizzate nascoste tra gli uliveti di Molfetta Si tratta di una Volkswagen e di una BMW ritrovate dai Carabinieri in contrada Maiorana
1 Covid-19, anche a Molfetta controlli con le forze dell'ordine Covid-19, anche a Molfetta controlli con le forze dell'ordine Un protocollo d'intesa è stato sottoscritto tra la Regione Puglia e la Prefettura di Bari
Violenze nel carcere di Torino: tra i 25 indagati anche il direttore Minervini Violenze nel carcere di Torino: tra i 25 indagati anche il direttore Minervini 50 anni, nativo di Molfetta, avrebbe coperto i soprusi in cella di cui sono accusati 21 agenti
Colpo da 15mila euro al Compro Oro: fermate tre persone. I nomi Colpo da 15mila euro al Compro Oro: fermate tre persone. I nomi Operazione "Lo specchio della verità" della Guardia di Finanza, coinvolto un molfettese di 32 anni. L'assalto lo scorso 11 gennaio
1 Rapina ad un Compro Oro: blitz anche a Molfetta Rapina ad un Compro Oro: blitz anche a Molfetta Tre persone - due in carcere, una ai domiciliari - sono state arrestate questa mattina dalla Guardia di Finanza
Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne Colpi d'arma da fuoco in via Cormio, individuato il "pistolero": è un 47enne L'uomo, un pregiudicato, è stato denunciato dai Carabinieri. Ma non era solo: gli spari al culmine di una lite
Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero Segnalati colpi di pistola: nessun bossolo trovato, è mistero L'episodio in via Cormio. Sono in corso i rilievi dei Carabinieri per ricostruire quanto denunciato al 112
"Halloween", Cassazione annulla sentenza di condanna: 32enne torna in libertà "Halloween", Cassazione annulla sentenza di condanna: 32enne torna in libertà Accolto il ricorso presentato dall'avvocato Michele Salvemini. Inammissibili i ricorsi presentati per altre 8 persone
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.