Il carcere di Trani
Il carcere di Trani
Cronaca

Estorsioni, si costituisce l'ultimo componente della banda. È un 26enne

Si tratta di Domenico Minervini, molfettese già noto alle forze dell'ordine. Si è presentato a Trani con il suo avvocato

Lo scorso 5 agosto era riuscito a sottrarsi all'operazione dei Carabinieri della locale Compagnia contro una banda made in Molfetta accusata di aver chiesto il pizzo sparando colpi di pistola contro le auto di due imprenditori edili e facendo esplodere un ordigno all'ingresso della sede di una società di costruzioni.

Da quest'oggi, però, Domenico Minervini, noto alle forze dell'ordine, è in carcere. Il 26enne, evidentemente stretto dalla morsa dei controlli in città, si è presentato spontaneamente al penitenziario di Trani insieme al suo legale, Michele Salvemini. È accusato, con il 22enne Fabio De Candia, il 19enne Umberto Monopoli ed il 18enne A. F., dei reati di tentata estorsione, danneggiamento e ricettazione, aggravato dall'uso delle armi da fuoco e di sostanze esplodenti.

Le indagini sono state avviate il 14 marzo scorso dopo l'esplosione di colpi d'arma da fuoco contro i vetri di un'auto di un imprenditore edile. Nove giorni dopo la stessa vittima subì il danneggiamento del suo fuoristrada, centrato con altri colpi di pistola. Il 2 maggio scorso il gruppo avrebbe realizzato un altro raid facendo esplodere un ordigno davanti alla sede di una società di costruzioni. Il 5 agosto, l'epilogo con gli arresti. All'appello, però, mancava solo il suo nome.

Le ricerche del 26enne sono proseguite senza sosta sino a questo pomeriggio, quando, alle ore 17.00, il ricercato si è costituito. E così, dopo 20 giorni, è finita la sua fuga: Domenico Minervini si trova in carcere, nei prossimi giorni andrà davanti al giudice per le indagini preliminari per l'interrogatorio di garanzia.
  • Arresti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
  • Arresti Carabinieri
  • Domenico Minervini
Altri contenuti a tema
Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice 39 anni, originario di Capua, sposato e padre di tre figli, il capitano arriva dalla Tenenza di Melito di Napoli
Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Il giovane è stato trovato in possesso di 23 dosi di hashish e 590 euro. Arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati I fatti risalgono al 2 settembre, quando si è tenuto un sit-in contro l'arrivo in città dell'ex segretario della Lega
Lunga attesa all'ospedale di Molfetta: paziente picchia due medici. Denunciato un 41enne Lunga attesa all'ospedale di Molfetta: paziente picchia due medici. Denunciato un 41enne È successo questa mattina nel pronto soccorso. Immediato l'intervento dei Carabinieri: l'uomo è stato deferito a piede libero
Vito Ingrosso lascia la Compagnia, l'encomio di Molfetta per i suoi 5 anni d'attività Vito Ingrosso lascia la Compagnia, l'encomio di Molfetta per i suoi 5 anni d'attività Il maggiore premiato ieri dalla massima assise cittadina. Si è insediato il nuovo comandante: è il capitano Francesco Iodice
Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Estorsioni, sì ai domiciliari per un 18enne. Restano in carcere gli altri 3 arrestati Il Tribunale di Trani ha disposto la sostituzione della misura cautelare. Rigettate le altre richieste
Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Furti in appartamento, attenti ai pezzettini di plastica sotto le porte Quattro i georgiani fermati dai Carabinieri: due bloccati a Bari, gli altri due a Potenza. Era chiamata la "banda della compieta"
Presi i rapinatori con l'ombrello. Arrestati, sono sospettati di altri colpi Presi i rapinatori con l'ombrello. Arrestati, sono sospettati di altri colpi Fermati dalla Polizia di Stato a Casamassima. Sono gli stessi delle rapine all'MD e alla Farmacia Pesca?
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.