Una delle tartarughe rinvenute a Molfetta
Una delle tartarughe rinvenute a Molfetta
Cronaca

Due tartarughe morte spiaggiate a Molfetta

Si tratta di altrettanti esemplari della specie caretta caretta. È intervenuta la Guardia Costiera

Due esemplari di tartarughe marine, morte da alcuni giorni, sono state rinvenute a distanza di poche ore sulla litoranea di Molfetta. A segnalare la loro presenza sulla battigia sono stati alcuni cittadini che si sono rivolti prima alla Guardia Costiera e poi ai volontari del WWF Puglia, che gestiscono il centro di Molfetta.

Il primo esemplare, il più grande, si è spiaggiato in località Seconda Cala. Purtroppo, come hanno constatato anche i volontari del centro di recupero tartarughe marine di Molfetta, giunti sul posto per i rilievi di rito assieme alla Capitaneria di Porto, alla Polizia Locale ed al veterinario dell'Azienda Sanitaria Locale di Bari, il grande esemplare di caretta caretta - una femmina con una lunghezza del carapace di oltre 81 centimetri - era già morta, trascinata a riva dalle forti correnti.

Poche ore dopo è giunta una nuova segnalazione da parte di un cittadino che ha trovato un'altra tartaruga marina spiaggiata in località cala San Giacomo. Anche in questo caso si tratta di una caretta caretta - un maschio, con una lunghezza pari a 60 centimetri -, purtroppo morta. La segnalazione del suo ritrovamento (sul posto si è recato il personale della Capitaneria di Porto e quello della Polizia Locale), anche in questo caso, è stata girata all'Azienda Sanitaria Locale di Bari.


Saranno i veterinari, infatti, ad accertare le cause della morte dei due esemplari della specie caretta caretta, la tartaruga marina più comune, diffusa in molti mari del mondo, ma fortemente minacciata in tutto il bacino del mare Mediterraneo, «anche se - ammette Pasquale Salvemini, coordinatore del centro - sarà difficile risalire alle effettive cause dei decessi, dato l'avanzato stato di decomposizione delle carcasse», arrivate a riva già morte, trascinate dalle forti correnti marine.

La caretta caretta, tra l'altro, è una tartaruga a rischio estinzione. I suoi nemici non sono solo l'inquinamento marino, ma anche le reti da pesca a strascico e da posta in cui spesso finiscono impigliate senza più riuscire ad emergere. «Quando i pescatori trovano tartarughe impigliate nelle reti o già morte per asfissia da annegamento - spiega Salvemini -, le rigettano in mare e le correnti le spingono sino a spiaggiarle. Noi ci limitiamo a effettuare le verifiche per elaborare i dati».

I volontari hanno effettuato i rilievi del caso, prima di spostarsi a Giovinazzo dove hanno rinvenuto un altro esemplare - un maschio di 80 centimetri - spiaggiato: «Il loro ritrovamento è una conseguenza delle mareggiate: fa specie che su tre tartarughe marine, due erano esemplari adulti pronti, magari, a deporre le uova».
  • Tartarughe Molfetta
  • Centro recupero tartarughe marine Molfetta
Altri contenuti a tema
Un'altra tartaruga morta a Molfetta, trovata al lungomare Colonna Un'altra tartaruga morta a Molfetta, trovata al lungomare Colonna Continuano i ritrovamenti lungo la costa. Nelle ultime 48 ore sono stati rinvenute circa 40 carcasse
Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Sequestrate 20 tartarughe d'acqua dolce e affidate al WWF Puglia Recuperate dai Carabinieri, sono state prese in carico dai volontari del centro di Molfetta. Salvemini: «Un problema dilagante»
Carcassa di tartaruga spiaggiata a cala San Giacomo Carcassa di tartaruga spiaggiata a cala San Giacomo L'esemplare, in avanzato stato di decomposizione, è stato recuperato dai volontari del WWF
AdrioNet, recuperate vive 483 tartarughe marine AdrioNet, recuperate vive 483 tartarughe marine All'interno della Rete Adriatico-Ionica anche il centro di recupero tartarughe marine di Molfetta
Un docufilm sulle tartarughe marine del centro di Molfetta Un docufilm sulle tartarughe marine del centro di Molfetta Un documentario racconta il lavoro dei volontari del WWF che si occupano delle caretta caretta
Tartaruga caretta caretta morta trovata a Torre Calderina Tartaruga caretta caretta morta trovata a Torre Calderina L'esemplare, in avanzato stato di decomposizione, era lungo ben 70 centimetri
1000 tartarughe liberate in 2 anni, numeri da record per il WWF 1000 tartarughe liberate in 2 anni, numeri da record per il WWF 10 di esse sono monitorate grazie alla tecnologia satellitare a beneficio di studi universitari nel mare Adriatico
5 tartarughe tornano in libertà, la tecnologia salva le caretta caretta 5 tartarughe tornano in libertà, la tecnologia salva le caretta caretta Gli esemplari, dopo la degenza nel centro di Molfetta, hanno ripreso il mare con un tracking satellitare
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.