Coronavirus
Coronavirus

Covid, il punto sull'epidemia in Puglia dopo il monitoraggio settimanale dell'ISS

L'indice Rt regionale è di poco sopra 1. In discesa contagi e il valore d'incidenza

Nella giornata di ieri si è tenuto il consueto incontro della Cabina di Regia dell'Istituto Superiore di Sanità per il monitoraggio dei dati settimanali sull'andamento dei contagi nelle diverse regioni italiane. Il report realizzato da ISS e Ministero della Salute fornisce indicazioni interessanti in merito all'epidemia di Covid in Puglia.

La nostra regione torna con un indice di contagio Rt sopra l'1, seppur di poco: dopo due settimane con valore 0.95, la Puglia ha ottenuto un indice medio di 1.05 in riferimento alla prima settimana di febbraio, con valori compresi tra l'1.01 e l'1.09. Questo aumento moderato è comunque equilibrato dai valori in discesa per quanto concerne altri parametri valutati nel report settimanale: il valore di incidenza è di 151 per 100mila abitanti in 14 giorni, mentre la settimana scorsa era addirittura a 338.

I casi totali sono stati 5.962 in sette giorni (erano stati 6.727 nei sette giorni precedenti) e sono in discesa così come i focolai. In notevole discesa anche il numero degli attualmente positivi, vista l'impennata delle guarigioni che ha fatto crollare il numero delle persone infette sotto quota 45mila dopo aver toccato anche quota 55mila nei giorni precedenti. Il rischio resta momentaneamente basso nonostante il monito, sempre valido, di rispettare le regole per evitare una ripresa della curva.

In questa settimana, dunque, sono dieci le regioni e province a rischio moderato: Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Liguria, Marche, Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Molise, provincia di Trento, Toscana. Nove sono a rischio basso: oltre alla Puglia vi sono Calabria, Lazio, Lombardia, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Valle d'Aosta e Veneto". Cinque tra regioni e province (Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Molise, Trento e Toscana) sono ad alto rischio di progressione da moderato ad alto. Liguria, Toscana, Abruzzo e Trento passano dunque in zona arancione mentre la Sicilia entra in fascia gialla.
  • Coronavirus Molfetta
Altri contenuti a tema
Lopalco: «I vaccini impediranno l'arrivo di una quarta ondata» Lopalco: «I vaccini impediranno l'arrivo di una quarta ondata» L’intervista esclusiva all’epidemiologo e assessore regionale alla sanità
Covid: marzo 2021 il mese peggiore per i decessi a Molfetta? Covid: marzo 2021 il mese peggiore per i decessi a Molfetta? A metà mese si conta già lo stesso numero di morti di gennaio e febbraio
Covid: a Molfetta decessi quasi raddoppiati in pochi giorni. Tutti i dettagli del report della Prefettura Covid: a Molfetta decessi quasi raddoppiati in pochi giorni. Tutti i dettagli del report della Prefettura 446 casi positivi: 444 sono in isolamento domiciliare
Covid a Molfetta, il report completo della Prefettura Covid a Molfetta, il report completo della Prefettura Da inizio febbraio sono 48 i guariti. Oltre 500 i positivi in isolamento domiciliare
Più posti in terapia intensiva, la Puglia verso la zona gialla Più posti in terapia intensiva, la Puglia verso la zona gialla L'indiscrezione è dell'ANSA: la regione potrebbe diventare a "rischio medio"
Covid, dalla Giunta di Molfetta l'ok a un'altra sede per USCA e tamponi Covid, dalla Giunta di Molfetta l'ok a un'altra sede per USCA e tamponi Il luogo scelto è l'ex Mulino nei pressi dell'ospedale: sarà usato in comodato gratuito
Torna a suonare la campanella nei licei e tecnici di Molfetta Torna a suonare la campanella nei licei e tecnici di Molfetta Ingressi contingentati e controllati dalla Protezione Civile
Sicurezza anti-Covid, ancora steward nei mercati e nella postazione “drive through” Sicurezza anti-Covid, ancora steward nei mercati e nella postazione “drive through” Prosegue l'affidamento del servizio: impegnate cinque unità
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.