image
image
Vita di città

"Cinque misteri": tutte le emozioni della processione del Venerdì Santo

Concluso il rito: tanta tradizione tra devozione e qualche polemica.

La porticina della Chiesa di Santo Stefano si è da poco chiusa, lasciando nell'aria soleggiata ma un pò fredda del Borgo ancora l'atmosfera delle note delle marce funebri e della magia di un rito che si è appena concluso, uguale a sè stesso da sempre ma in grado,da sempre, di emozionare. Anche chi devoto non è.

I confratelli hanno riempito l'area antistante la chiesetta con i loro camici e le loro mantelline colorate mentre i molfettesi sostavano, alcuni anche dalle 11, in Piazza Mazzini e sulla muraglia del centro storico.
Silenzio.
La statua di Gesù Morto, portata a spalla dall'Arciconfraternita di Santo Stefano dal Sacco Rosso è appena tornata in Chiesa mentre gli altri simulacri iniziano a muoversi per fare lo stesso.
Passa poco tempo ed ecco rientrare tutti, che viene da chiedersi ogni anno come facciano a stare così tante persone in un posto così piccolo.

La processione è partita alle 3.30 della notte: come sempre, migliaia la gente appostata per non perdersi uno spettacolo unico. Poi via via che il sole si alzava, strade sempre più vuote fino alla prima mattinata. In molti, tra la folla e tra gli stessi confratelli, hanno alzato la questione se non sia meglio posticipare alle ore del pomeriggio e della sera il rito, proprio per consentire a tutti di partecipare. Certo è che l'unicità di questa processione è proprio l'inizio nel buio, interrotto dalla candele del fiume di confratelli e dall'alba che, delicata, bacia le statue subito dopo il secondo passaggio sotto l'arco di Molfetta Vecchia.

Insomma, in fondo si tratta di dicerie che ogni anno tornano: resta, tuttavia, la bellezza di un patrimonio artistico e culturale da difendere.

Le foto sono state scattate da Paola Copertino e Cosimo Grieco.
e f f bcb b dbdded f bb be dc d aab de bae be f c b e af dd ca e b f f e fd fe e f c a e ce cce f e d b dd a f ce ab d f d f f ba fd d d af bef f b f debc e ded c c acebf e fd d e e c f efa f c fa b f f d ce b aced b ef f fb a a fe c a df aed b dd d a b aa b ace dff a a dd c d cimageimageimageimageimageimageimageimageimageGes al calvarioGes mortostatuastatuastatuastatuaIMG JPGIMG JPG
  • settimana santa
Altri contenuti a tema
Annullate le processioni dell'Addolorata e del Sabato Santo a Molfetta Annullate le processioni dell'Addolorata e del Sabato Santo a Molfetta La comunicazione dell'Arciconfraternita della Morte
Riti Settimana Santa a Molfetta patrimonio immateriale della Regione Puglia Riti Settimana Santa a Molfetta patrimonio immateriale della Regione Puglia L'ufficialità arriva dal Consiglio regionale. Legge approvata all'unanimità
Settimana Santa patrimonio immateriale di Puglia, ci sono i primi ok Settimana Santa patrimonio immateriale di Puglia, ci sono i primi ok Approvata la proposta di legge
La processione del Sabato Santo a Molfetta è appena terminata La processione del Sabato Santo a Molfetta è appena terminata Alle ore 21 la Pietà ha fatto ritorno nella Chiesa del Purgatorio
Il Sabato Santo a Molfetta: la Pietà ha varcato le soglie della Chiesa del Purgatorio Il Sabato Santo a Molfetta: la Pietà ha varcato le soglie della Chiesa del Purgatorio Il ritorno in Chiesa è previsto alle ore 21
MolfettaViva e Teleregione pronte alla grande processione del Sabato Santo MolfettaViva e Teleregione pronte alla grande processione del Sabato Santo Solita attesa per tutti gli amanti della tradizione
Da Valladolid a Molfetta, "Plenilunio di Primavera" torna a casa Da Valladolid a Molfetta, "Plenilunio di Primavera" torna a casa Inaugurata la mostra fotografica che collega la Settimana Santa di Puglia e Spagna
Oggi la processione dell'Addolorata. Poi sarà la volta degli eventi della Settimana Santa Oggi la processione dell'Addolorata. Poi sarà la volta degli eventi della Settimana Santa Mostre e concerti di marce funebri. Poi le processioni dei "misteri" e de "la Pietà"
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.