Il sottopasso della stazione ferroviaria di Molfetta
Il sottopasso della stazione ferroviaria di Molfetta
Cronaca

Baby gang in azione in stazione? Una mamma: «Sono preoccupata»

La sua riflessione: «Aspettiamo sempre che debba succedere qualcosa di grave per intervenire?»

C'è serenità attorno alla stazione ferroviaria di Molfetta dopo i casi avvenuti a gennaio, anche se resta la preoccupazione per la probabile presenza di una baby gang, che a dire il vero non è una novità. Episodi simili (aggressioni a coetanei e episodi di vandalismo) si verificavano già anni fa e ancora oggi si ripetono.

L'allarme lanciato da una mamma riguarda un episodio avvenuto il 17 gennaio scorso e segnalato ai Carabinieri: «Quella sera, dopo le ore 19.00, ho visto rientrare mio figlio, di 18 anni, spaventato. Aveva accompagnato la sua fidanzata e, mentre rientrava a casa, attraversando il sottopasso ferroviario, sulle scale che danno all'uscita del retro, è stato aggredito da un gruppo di ragazzini di 10 anni. Sono volati spintoni e parolacce, ma per fortuna mio figlio è riuscito a scappare».

Quello che invece appare peggiorato rispetto al passato, e che preoccupa, è la bassissima età media dei giovani ed il loro atteggiamento sempre più aggressivo, anche nei confronti di una persona più grande di loro. «Come mamma sono preoccupata - continua la donna nella sua riflessione - mio figlio percorre due volte al giorno quella strada, così come altri ragazzini, fidanzatini, anziane, ragazze. Aspettiamo sempre che debba succedere qualcosa di grave per intervenire?».

In realtà, nelle ultime settimane, fra piazza Moro e la stazione ferroviaria si notano soprattutto pattuglie della Sezione Radiomobile della Compagnia di Molfetta e della Polizia Locale, mentre la Polizia Ferroviaria, fra Molfetta e Bisceglie, ha già identificato oltre 50 giovanissimi: tutti sotto i 14 anni. Intanto, attraverso i filmati di videosorveglianza presenti, procedono le indagini a caccia degli autori degli episodi, probabilmente ragazzini, non potendo escludersi qualche sorpresa.

Ok, bene i controlli, ma «c'è tutta una questione sociale che andrebbe approfondita - ha detto ancora la madre del 18enne aggredito -. I primi da denunciare a mio avviso sono i genitori che, in piena zona arancione, permettono a ragazzini di trovarsi e assembrarsi, al di là della violenza. Cosa sarebbe potuto accadere se al posto di mio figlio ci fosse stata una donna, un anziano o un diversamente abile?». Ce lo chiediamo anche noi, ogni qual volta avviene un episodio simile.

«Quello che è accaduto a mio figlio - conclude la donna che ha provveduto a segnalare l'episodio ai Carabinieri - deve servire per informare tutti, non deve essere una denuncia fine a se stessa, ma un qualcosa che crei collaborazione tra i cittadini e li informi di quanto accade in città. Questo pezzo di città è di tutti».
  • Stazione ferroviaria Molfetta
Altri contenuti a tema
Tragedia sui binari fra Molfetta e Bisceglie, perde la vita un uomo Tragedia sui binari fra Molfetta e Bisceglie, perde la vita un uomo Attivati bus sostitutivi tra Bari e Barletta. Assistenza anche ai viaggiatori a bordo dei convogli
Investito da un treno: soccorsi sul posto, circolazione rallentata Investito da un treno: soccorsi sul posto, circolazione rallentata L'incidente fra Palese e Santo Spirito. Richiesta l'attivazione del servizio sostitutivo con autobus tra Bari e Giovinazzo
Guasto alla linea elettrica: circolazione dei treni in tilt a Molfetta Guasto alla linea elettrica: circolazione dei treni in tilt a Molfetta Ritardi fino a 55 minuti, in corso l'intervento dei tecnici per consentire la ripresa del traffico ferroviario
3 «Un quartiere in balìa della baby gang». La denuncia di un residente «Un quartiere in balìa della baby gang». La denuncia di un residente I componenti si sono spostati dalla stazione ferroviaria in via Binetti, dove l'uomo denuncia una situazione invivibile
La stazione, viaggio nella terra di nessuno. Ma è davvero così? La stazione, viaggio nella terra di nessuno. Ma è davvero così? Le aggressioni ad un 14enne e ad un 18enne e la presenza di una baby gang riaccendono le polemiche. Le indagini proseguono
Rimosse scritte lesbofobiche dal muro della stazione di Molfetta Rimosse scritte lesbofobiche dal muro della stazione di Molfetta Intervento richiesto dalla Polizia Locale. L'assessore Ancona: «Azioni non tollerabili»
2 Uomo investito sui binari, traffico ferroviario sospeso tra Bari e Barletta Uomo investito sui binari, traffico ferroviario sospeso tra Bari e Barletta In corso la riprogrammazione del servizio. La tragedia poco dopo le 8 di questa mattina
Uomo trovato morto in stazione. Inutili i soccorsi Uomo trovato morto in stazione. Inutili i soccorsi L'allarme lanciato da un viaggiatore: l'uomo aveva 58 anni. Sul posto i sanitari del 118 e i Carabinieri
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.