I Carabinieri
I Carabinieri
Cronaca

Auto rubata a Molfetta e ritrovata a Cerignola: arrestato un 51enne

L'arresto da parte dei Carabinieri è stato reso possibile grazie a un gps installato sulla vettura a noleggio

Gli rubano l'auto a Molfetta ma, grazie ad un dispositivo satellitare, la ritrova a Cerignola, condotta da un 51enne del posto. Per l'uomo, che avrebbe anche violato l'obbligo di dimora nella città dauna, arrestato dai Carabinieri e inizialmente sottoposto alla misura dei domiciliari, si sono aperte le porte della carcere di Foggia.

Nei giorni scorsi, infatti, i militari della Compagnia di Cerignola hanno proseguito la loro azione di contrasto ai fenomeni della criminalità diffusa. Numerosi i reati perseguiti negli ultimi servizi di controllo straordinario del territorio, con 25 arresti per vari reati tra cui riciclaggio, spaccio di stupefacenti e per maltrattamenti in famiglia. In quest'ultimo periodo è stato particolarmente attenzionato il fenomeno del riciclaggio e della ricettazione di veicoli rubati fra Bari e la sesta provincia.

E proprio in tale contesto, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato un 51enne che, violando l'obbligo di dimora a Cerignola, a cui era sottoposto, è stato colto mentre era a bordo di un'autovettura trafugata poco prima dal centro commerciale Mongolfiera di Molfetta. L'arresto è stato possibile grazie a un gps installato sull'auto a noleggio attraverso cui la vittima ha monitorato gli spostamenti del mezzo, consentendo ai militari di bloccare l'uomo di rientro a Cerignola.

L'arresto in flagranza di reato è stato convalidato dall'Autorità Giudiziaria e il 51enne, inizialmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, è stato trasferito presso la casa circondariale di Foggia a seguito di una misura di aggravamento scaturita da alcune violazioni registrate e relazionate sempre dagli investigatori.
  • Arresti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Guerriglia di Capodanno, la Gip sui minori: «Spiccata pericolosità sociale» Secondo il magistrato «il grave rischio di una facile recidiva può cogliersi nelle modalità concrete con cui i giovani hanno agito»
Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Guerriglia di Capodanno: tre minorenni affidati a comunità rieducative Un 14enne, un 16enne e un 17enne sono stati destinati alle strutture su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bari
Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Guerriglia di Capodanno: l'obiettivo «era quello di appropriarsi della piazza» Per il gip Barlafante la volontà era quella di «attentare alla sicurezza pubblica», ma soprattutto «di incutere timore»
5 Capodanno violento a Molfetta, ma le vittime non hanno denunciato per paura Capodanno violento a Molfetta, ma le vittime non hanno denunciato per paura Lo sottolinea il giudice Barlafante nell'ordinanza: nessuna querela, «verosimilmente per il timore di possibili ritorsioni»
Arresti a Molfetta, ieri gli interrogatori. C'è chi ha risposto alle domande Arresti a Molfetta, ieri gli interrogatori. C'è chi ha risposto alle domande Si sono svolti ieri tra il carcere di Trani e Molfetta: gli avvocati proveranno a mettere in discussione la qualità delle immagini
13 «Identificati grazie a telecamere e social». Le parole del capitano Landolfi «Identificati grazie a telecamere e social». Le parole del capitano Landolfi I cinque indagati sono stati ripresi dai video, da loro stesso postati e divenuti virali. Oggi si terranno gli interrogatori di garanzia
«Butta le bombe». Le frasi degli indagati nel VIDEO di Capodanno «Butta le bombe». Le frasi degli indagati nel VIDEO di Capodanno Le voci dalla piazza: «Abbiamo provato, ma non prendeva fuoco». Ed ancora: «Ora era buono a tirare un'altra bomba»
1 Guerriglia urbana a Capodanno: ecco la risposta dello Stato, 5 arresti. I NOMI Guerriglia urbana a Capodanno: ecco la risposta dello Stato, 5 arresti. I NOMI Sono di Molfetta e hanno un'età tra i 21 e i 26 anni: sarebbero loro i responsabili degli atti vandalici di piazza Vittorio Emanuele
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.