ANPI
ANPI

Anche l'ANPI Molfetta a favore della legge antifascista

Come firmare la proposta che vieta l'esposizione di simboli inneggianti al regime

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota a cura di ANPI di Molfetta

"Anche l'ANPI di Molfetta aderisce, con piena convinzione, alla recente iniziativa del sindaco di Sant'Anna di Stazzema, Maurizio Verona, che ha proposto la presentazione al Parlamento di una LEGGE ANTIFASCISTA DI INIZIATIVA POPOLARE, avente lo scopo di perseguire l'esposizione di simboli inneggianti al fascismo e al nazismo, anche sotto la veste apparentemente innocua di gagdet e oggettistica varia: un fenomeno sempre più diffuso e, finora, colpevolmente sottovalutato. In Italia il fascismo è più vivo che mai. Lo troviamo negli stadi, nei palasport, nei bar, nelle edicole, nei tatuaggi, per la strada. Lo troviamo sui libri, in cui si vuole, a tutti i costi, sdoganare la figura del Duce. Ora è la nostra occasione per dire BASTA. Basta gadget del ventennio esposti in negozi o bancarelle, basta svastiche dipinte sui muri, basta vedere organizzazioni che si rifanno espressamente al fascismo, basta inquinare il dibattito pubblico con negazionismi o revisionismi, se non vere e proprie apologie, sul nazifascismo. Le libertà e le conquiste sociali che abbiamo oggi sono, innanzitutto, il frutto delle lotte di chi ha combattuto i nazifascisti. Con una legge popolare, che parta dalla gente, possiamo arrivare in Parlamento e farla discutere perché venga approvata. L'obiettivo è quello di raccogliere 50mila firme entro il prossimo 31 Marzo.
Il testo della proposta di legge, è consultabile sul sito www.anagrafeantifascista.it
Sarà possibile firmare la proposta di legge entro il prossimo 31 marzo, presso l'ufficio elettorale in Piazza Municipio nei seguenti orari:
dalle 9.00 alle 13.00 (dal lunedì al venerdì);
dalle 15.30 alle 17.30 martedì e giovedì POMERIGGIO)".
  • Anpi Molfetta
© 2001-2021 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.