ospedale molfetta
ospedale molfetta
Cronaca

Aggressione medici. Sanguedolce: «Entrambi vogliono rientrare al più presto a lavoro»

Il direttore generale dell'Asl Bari, in una nota, mette in evidenza l'abnegazione dei due dirigenti aggrediti

Elezioni Regionali 2020
«In questa vicenda - ha commentato Antonio Sanguedolce, direttore generale della Asl Bari - oltre che condannare il gesto dell'aggressore è opportuno mettere in evidenza l'abnegazione dei medici aggrediti che, sentiti telefonicamente, mi hanno comunicato la volontà di rientrare al più presto a lavoro».

Ieri mattina, infatti, un 41enne di Molfetta, padre di un bambino di 4 anni ha aggredito, i medici dell'ospedale don Tonino Bello di Molfetta che stavano visitando il figlio ed è stato necessario l'intervento dei Carabinieri della locale Compagnia per fermarlo: l'uomo è stato poi denunciato a piede libero. Lo riferisce in una nota il direttore generale della Azienda Sanitaria Locale di Bari, Antonio Sanguedolce, che racconta l'episodio avvenuto ieri mattina.

Il bambino, accompagnato dai genitori al pronto soccorso dell'ospedale di Molfetta, è stato prima visitato e poi ne è stato disposto il trasferimento in un'altra struttura «per gli approfondimenti clinico-diagnostici del caso ed eventuale ricovero». A quel punto il padre, riferisce la nota, ha inveito «pesantemente» contro i presenti e i due dirigenti medici, accusandoli «di perdere tempo prezioso e minacciandoli duramente».

Contestualmente ha aggredito fisicamente i due dirigenti medici in servizio con calci e pugni e si scagliava contro le suppellettili d'arredo del pronto soccorso, sollevando una scrivania e facendo cadere a terra il computer». Sono intervenuti altri operatori del pronto soccorso per calmare l'uomo e sono stati allertati i Carabinieri della locale Compagnia che, intervenuti sul posto, hanno portato l'aggressore in caserma.

«In questa vicenda - ha rimarcato il direttore generale Sanguedolce - oltre che condannare il gesto dell'aggressore è opportuno mettere in evidenza l'abnegazione dei medici aggrediti. Sentiti telefonicamente, mi hanno comunicato la volontà di rientrare al più presto a lavoro. Il senso di appartenenza alla propria azienda e al proprio lavoro da parte di questi due medici, dimostra il grande valore umano e professionale delle persone che operano nella sanità».

L'uomo, infine, è stato denunciato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Purtroppo, con una media di 50 aggressioni al giorno, la professione medica sta diventando più rischiosa di quella delle forze dell'ordine.
  • asl
  • Ospedale Molfetta
Altri contenuti a tema
Protesta disabili, delegato regionale Fioto, Squeo: «accordo tariffario alternativa alla gara per le protesi» Protesta disabili, delegato regionale Fioto, Squeo: «accordo tariffario alternativa alla gara per le protesi» Lo stato di agitazione delle associazioni di categoria dei disabili parte dalla mancata fornitura delle protesi da parte dell’Asl Ba
Il Comune di Molfetta conferma il servizio di trasporto per i disabili Il Comune di Molfetta conferma il servizio di trasporto per i disabili Le persone con disabilità potranno raggiungere i centri di riabilitazione
Consegnati i nuovi macchinari donati dalla famiglia Mastromauro all'ospedale di Molfetta Consegnati i nuovi macchinari donati dalla famiglia Mastromauro all'ospedale di Molfetta Strumentazioni messe a disposizione del reparto di Cardiologia
Medici assenteisti all'ospedale di Molfetta, archiviato il danno erariale Medici assenteisti all'ospedale di Molfetta, archiviato il danno erariale Archiviate le contestazioni nei confronti di sanitari accusati di assenteismo
Esasperato dalle difficoltà, minaccia di lanciarsi dal tetto dell'ospedale di Molfetta. Salvato Esasperato dalle difficoltà, minaccia di lanciarsi dal tetto dell'ospedale di Molfetta. Salvato Carabinieri, Polizia Locale e Vigili del Fuoco sul posto. Decisivo il dialogo con il sindaco Minervini
1 Una donazione per istituire un angolo lettura all'ospedale di Molfetta Una donazione per istituire un angolo lettura all'ospedale di Molfetta Progetto nato dalla generosità di Maddalena Pisani
3 Ecco il nuovo reparto di medicina dell'ospedale di Molfetta: 28 posti in totale Ecco il nuovo reparto di medicina dell'ospedale di Molfetta: 28 posti in totale Organico implementato: nove medici e venticinque infermieri in servizio
Attivato un nuovo mammografo 3D all'ospedale di Molfetta Attivato un nuovo mammografo 3D all'ospedale di Molfetta Annuncio dato dalla ASL di Bari in vista della ripartenza dopo il lockdown
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.