Sergio Bufo e Mauro Mongelli
Sergio Bufo e Mauro Mongelli

Un anno dalla tragedia del rimorchiatore Franco P. Molfetta ricorda i suoi marittimi

Nella notte tra il 18 e il 19 maggio 2022 si sono perse le tracce di Mauro Mongelli e Sergio Bufo

Era la notte tra il 18 e il 19 maggio 2022 quando si sono perse le tracce del rimorchiatore Franco P., a circa 50 miglia dalla costa di Bari. Il "mayday" era arrivato alla Capitaneria di porto di Bari intorno alle 21 da chi viaggiava sul pontone. Il rimorchiatore sarebbe affondato "in modo repentino" ha spiegato l'ammiraglio Vincenzo Leone, comandante della Guardia Costiera. Di fatto, il comandante Petralia non avrebbe avuto neanche il tempo di lanciare il segnale di soccorso.

A bordo del mezzo c'erano anche due molfettesi: Mauro Mongelli di 59 anni e Sergio Bufo di 60 anni. Sono loro gli unici membri dell'equipaggio di cui non sono mai state recuperate notizie: nulla è dato sapere sulla loro sorte né sullo stato delle ricerche dei loro corpi rispetto ai quali, fin dall'inizio, gli investigatori non escludevano che potessero trovarsi imprigionati all'interno del relitto, a 1000 metri di profondità. Oggi, nel primo anniversario da quel tragico giorno, Molfetta ricorda i suoi marittimi con una solenne cerimonia. Alle ore 17 ci sarà la deposizione in mare di una corona commemorativa a bordo di una motovedetta della Guardia costiera.

A seguire, alle ore 19, nel duomo di San Corrado sarà celebrata una messa in suffragio delle vittime. Nella tragedia persero la vita il 65enne Luciano Bigoni, il 58enne Andrea Massimo Loi, entrambi di Ancona, e il 63enne di origini tunisine e residente a Pescara Jelali Ahmed: i loro cadaveri furono trovati nell'immediatezza e riconsegnati alle famiglie. Erano tutti e tre altri membri dell'equipaggio del rimorchiatore. Unico a salvarsi, invece, fu il comandate Giuliano Petralia di 63 anni.

Nell'agosto scorso il gip del Tribunale di Bari, Francesco Mattiace, accogliendo la richiesta della Procura, ha disposto la perizia sul pontone che era agganciato al rimorchiatore al momento dell'affondamento e che dal giorno dopo è ormeggiato nel porto di Bari sottoposto a sequestro probatorio.

Tra i sospetti degli inquirenti ci sono le ipotesi che il pontone fosse sovraccarico o che il rimorchiatore abbia avuto un cedimento strutturale dovuto a un urto oppure proprio alla fatica.
  • Cronaca
Altri contenuti a tema
Era morto al Pronto Soccorso dell'ospedale di Molfetta: Asl Bari condannata a risarcire la famiglia Era morto al Pronto Soccorso dell'ospedale di Molfetta: Asl Bari condannata a risarcire la famiglia L'episodio risale al 2021: 150mila euro ai parenti di un 58enne
In arrivo vento forte su Molfetta: domani allerta meteo In arrivo vento forte su Molfetta: domani allerta meteo Previste precipitazioni tra sabato e domenica
Funerale di Dario De Gennaro, l'omelia di Don Vito Bufi: «Non lasciamo spazio all'odio» Funerale di Dario De Gennaro, l'omelia di Don Vito Bufi: «Non lasciamo spazio all'odio» Le parole del sacerdote: «Serve ricreare un tessuto sociale che sia aperto al prossimo»
L'ultimo saluto di Molfetta a Dario De Gennaro. Commossa partecipazione a Sant'Achille L'ultimo saluto di Molfetta a Dario De Gennaro. Commossa partecipazione a Sant'Achille Tantissime persone presenti al funerale del 23enne ucciso giovedì scorso
Gravissimo incidente sulla Trani-Corato. Tra i feriti una donna di Molfetta Gravissimo incidente sulla Trani-Corato. Tra i feriti una donna di Molfetta Il bilancio del sinistro vede anche una vittima e altre cinque persone in ospedale
Omicidio a Molfetta, il parroco dell'Immacolata: «Un fallimento di tutta la comunità» Omicidio a Molfetta, il parroco dell'Immacolata: «Un fallimento di tutta la comunità» Le parole di don Paolo Malerba: «In tragedie come questa siamo tutti responsabili»
Omicidio a Molfetta, le dichiarazioni del vescovo: «Sconcerto e dolore» Omicidio a Molfetta, le dichiarazioni del vescovo: «Sconcerto e dolore» Le sue parole: «Non è possibile che un diverbio possa annientare una vita umana»
«Dario è scomparso», ma il 23enne era stato ucciso. Disposta l'autopsia «Dario è scomparso», ma il 23enne era stato ucciso. Disposta l'autopsia Il giovane sarebbe stato ucciso a coltellate da Onofrio de Pasquale, 29enne di Bisceglie che si è costituito
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.