Simposio di scultura
Simposio di scultura

Simposio internazionale della scultura a Molfetta, oggi conferenza a Palazzo Giovene

Al centro del dibattito la scultura nel sistema globale dell'arte contemporanea

Elezioni Regionali 2020
Questa sera, con inizio alle 18.30, nella sala consiliare di Palazzo Giovene, si terrà la conferenza sul tema "La scultura nel sistema globale dell'arte contemporanea". Interverranno il professor Andrea Del Guercio, titolare della cattedra di storia dell'arte contemporanea all'Accademia di belle arti di Brera, il professor Giancarlo Chielli, direttore Accademia di belle arti di Bari, la professoressa Rosalba Branà, direttrice Museo "Pino Pascali" di Polignano a mare, il professor Alfonso Pisicchio, assessore lavori pubblici della Regione Puglia, il professor Mauro Antonio Mezzina, docente di scultura all'Accademia di Belle arti di Bari. L'incontro sarà moderato dal giornalista Giuseppe Pansini.

A seguire show cooking a cura dell'associazione maitre italiani ristoranti e alberghi e dell'Associazione cuochi baresi.

La conferenza in programma questa sera è uno degli eventi collaterali del Simposio internazionale di scultura in pietra in corso a Molfetta fino al prossimo 29 settembre.
  • Simposio internazionale di scultura
Altri contenuti a tema
Si è concluso ieri a Molfetta il primo Simposio Internazionale di Scultura in pietra Si è concluso ieri a Molfetta il primo Simposio Internazionale di Scultura in pietra Le sculture prodotte sono state donate alla città
Inizia oggi a Molfetta il Simposio Internazionale di scultura in pietra Inizia oggi a Molfetta il Simposio Internazionale di scultura in pietra La rassegna d'arte è stata presentata ieri in conferenza stampa
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.