Scippato un anziano: ecco il ladro, chi lo riconosce?
Scippato un anziano: ecco il ladro, chi lo riconosce?
Cronaca

Scippato un anziano: ecco il ladro, chi lo riconosce?

La Procura di Trani diffonde il video: «Chi lo riconosce indichi ai Carabinieri di Molfetta il suo nome»

Il numero dei Carabinieri della Compagnia di Molfetta (080.337.4800) per spazzare via ogni residua incrostazione di omertà. Sembra questa la chiave prescelta dall'Arma e dalla Procura della Repubblica di Trani.

L'obiettivo è quello di dare un nome ed un cognome ad un uomo, vestito con camicia e pantaloni neri, che il 6 luglio scorso, poco dopo le ore 10.15, ha sottratto una ingente somma di denaro (pari a 2.000 euro) ad una pensionata del posto che li aveva appena prelevati da un Postamat. Dopo aver diffuso le due immagini, i Carabinieri, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, hanno reso pubblico il filmato con tutta la sequenza del furto.

Si nota un uomo vestito con camicia e pantaloni neri che parla al cellulare, poi attraversa la strada e sale sul marciapiede della povera vittima, nei pressi di piazza Mentana. Si avvicina, guarda nella borsa, poi quando la donna entra in casa guarda dentro, come per accertarsi che non ci sia nessuno, quindi mette in tasca il telefono ed entra nel portone. Resta dentro per un minuto, dalle ore 10.17 alle ore 10.18 e poi scappa via, con il malloppo in tasca o nel giornale.

Il magistrato titolare del fascicolo, Francesco Aiello, in deroga a quanto prescritto dall'articolo 114 del codice di procedura penale, ha autorizzato i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari a diffondere il video del furto e ad invitare la popolazione molfettese a collaborare, «con l'invito, qualora qualche lettore dovesse riconoscere il tale, a rivolgersi ai Carabinieri della Compagnia di Molfetta al numero 080.337.4800».

La speranza degli inquirenti molfettesi, diretti dal capitano Vito Ingrosso, è ora legata alla telefonata della svolta, anche la chiamata di un anonimo. Le immagini non hanno nulla di cruento, ma consentono a chi lo conosce di indicare il nome del ladro. Abbattendo il muro dell'omertà.
  • Furti Molfetta
  • Carabinieri Molfetta
Altri contenuti a tema
Farmaci a ruba anche nell'ospedale di Molfetta: un affare per la criminalità? Farmaci a ruba anche nell'ospedale di Molfetta: un affare per la criminalità? Casi in aumento, ma mai nessun arresto. Le medicine destinate ai pazienti italiani rubate e vendute oltre i confini
Operazione "Ghostbusters", svolti gli interrogatori: presentate due istanze di scarcerazione Operazione "Ghostbusters", svolti gli interrogatori: presentate due istanze di scarcerazione Attesa la decisione del gip di Trani sul caso dei due molfettesi, zio e nipote, che provvedevano a ricettare sul mercato nero la merce rubata
«Erano i ricettatori della banda dei furti». In manette zio e nipote di Molfetta «Erano i ricettatori della banda dei furti». In manette zio e nipote di Molfetta 14 i fermati dai Carabinieri, fra cui Francesco Grosso e suo nipote Peter De Bari. 12 gli arrestati, i colpi anche a Molfetta
1 Banda dei furti in casa, 12 arresti. Anche uno zio e un nipote di Molfetta Banda dei furti in casa, 12 arresti. Anche uno zio e un nipote di Molfetta 9 ordinanze in carcere, 3 ai domiciliari: eseguiti anche 2 obblighi di dimora
Tentano il furto nella farmacia dell’ospedale, ma i ladri fuggono a mani vuote Tentano il furto nella farmacia dell’ospedale, ma i ladri fuggono a mani vuote L'intervento dell'istituto G4 ha messo in fuga i malviventi. E non è la prima volta a Molfetta: indagano i Carabinieri
Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice Nuovo comandante per la Compagnia Carabinieri: è Francesco Iodice 39 anni, originario di Capua, sposato e padre di tre figli, il capitano arriva dalla Tenenza di Melito di Napoli
Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Sorpreso a cedere droga ad un ragazzo. Arrestato dai Carabinieri un 20enne Il giovane è stato trovato in possesso di 23 dosi di hashish e 590 euro. Arrestato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari
Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati Presidio contro la presenza dell'ex ministro Maroni a Molfetta: 5 indagati I fatti risalgono al 2 settembre, quando si è tenuto un sit-in contro l'arrivo in città dell'ex segretario della Lega
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.