Microcredito
Microcredito
Mondo del Sociale

“Prestito della Speranza 3.0”, la Diocesi al fianco di famiglie e imprese

Dall’8x1000 100 milioni di euro per sostenere il rilancio economico

Un "Credito fare impresa" e un "Credito sociale". Il primo destinato alle microimprese, il secondo alle famiglie disagiate. Per un totale di 100 milioni di euro che saranno prelevati da un fondo di garanzia alimentato attraverso l'8x1000. Sono le due misure economiche individuate dalla Diocesi, frutto di un accordo tra la Caritas e "Banca Intesa Sanpaolo".

Prende così corpo il progetto "Prestito della speranza 3.0", voluto sin dal 2009 dalla Conferenza Episcopale Italiana, per aiutare le famiglie in difficoltà e le piccole imprese, siano esse già attive o di nuova costituzione, escluse dall'accesso al credito ordinario, quello che solitamente i chiede negli istituti bancari. I tassi di interesse applicati a coloro i quali potranno accedere al prestito, perché di questo si tratta, saranno del 2,5%, ben al di sotto dei tassi correnti, da restituire attraverso rate mensili assolutamente sostenibili. A gestire le richieste che perverranno alla Diocesi sarà il centro d'ascolto della Caritas di Giovinazzo, la sua sede è in via Marco Polo, nel centro storico. L'istruttoria che ne seguirà, sarà poi inviata alle filiali del gruppo "Intesa Sanpaolo". Rispetto al passato, Il prestito non si rivolge soltanto a categorie fragili, rese oggi più vulnerabili dal contesto economico-sociale , come gli over 50 anni espulsi dal sistema produttivo, nuovi italiani, genitori separati o coppie di lavoratori non stabilizzati, ma fissa ulteriori due focus specifici, oggetto di iniziative dedicate. E cioè i progetti di vita e di autoimprenditorialità dei giovani e le imprese "start up".

«Il progetto – si legge in una nota - non ha solo una ricaduta economica. Secondo la ricerca sull'impatto avuto dopo il prestito nei tre anni in cui ha funzionato la versione "2.0", le risposte positive di oltre l'80% degli intervistati sono state sia sull'efficacia del microcredito per sanare la situazione critica, sia, soprattutto, sulla possibilità di ritrovare un equilibrio personale e il clima positivo ritrovato in famiglia dopo il prestito. Un impatto sociale non indifferente».
  • diocesi di molfetta
  • microcredito
Altri contenuti a tema
2 CEI e Ministero degli interni: nuove misure anti Covid nelle Chiese CEI e Ministero degli interni: nuove misure anti Covid nelle Chiese Divulgate anche dalla Diocesi di Molfetta
Oggi a Roma l'ordinazione sacerdotale di don Cosmo Binetti Oggi a Roma l'ordinazione sacerdotale di don Cosmo Binetti La prossima settimana toccherà a don Luigi Ziccolella
Domani la Messa Crismale celebrata da Mons. Cornacchia in Cattedrale Domani la Messa Crismale celebrata da Mons. Cornacchia in Cattedrale Il numero dei partecipanti sarà limitato. Diretta streaming sul sito diocesano
Il Progetto Policoro ancora nella Diocesi di Molfetta Il Progetto Policoro ancora nella Diocesi di Molfetta Quattro incontri nella Chiesa Sant'Achille
L'ex sindaco di Lampedusa a Molfetta per “Volti rivolti. L’umanità che fa bene” L'ex sindaco di Lampedusa a Molfetta per “Volti rivolti. L’umanità che fa bene” L’Azione Cattolica della Diocesi apre la campagna di adesione per il biennio 2019/2020
L’on. Bindi: «Il messaggio di don Tonino è un dono per tutto il Paese» L’on. Bindi: «Il messaggio di don Tonino è un dono per tutto il Paese» L’incontro è stato organizzato dall’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro e dall'equipe del Progetto Policoro
Oggi si riunisce il nuovo Consiglio Pastorale Diocesano Oggi si riunisce il nuovo Consiglio Pastorale Diocesano Prima convocazione questa sera alle ore 20
Mons. Cornacchia socio onorario dell’Associazione imprenditori Mons. Cornacchia socio onorario dell’Associazione imprenditori Il presidente Pisani: «è un nuovo percorso di dialogo e programmazione»
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.