Cornacchia e Minervini
Cornacchia e Minervini

Monsignor Cornacchia visita il Consiglio Comunale di Molfetta

Il Vescovo ha incontrato gli amministratori della Città

Il 15 gennaio 2019, con la celebrazione eucaristica tenutasi nella Cattedrale di Molfetta, è iniziata ufficialmente la Visita Pastorale del Mons. Domenico Cornacchia nella Diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, a tre anni dalla sua nomina come Vescovo. L'evento, oltre a cadere nell'anniversario del suo mandato, è anche considerato come una propaggine della storica visita di Papa Francesco a Molfetta dello scorso 20 aprile.

Nel programma di questa visita alla comunità sono stati anche inseriti degli appuntamenti per incontrare le singole Amministrazioni Comunali delle quattro città inserite nella Diocesi. Ieri è stato il turno di Giovinazzo, oggi è toccato a Molfetta. Il Presidente del Consiglio comunale molfettese ha dunque convocato in data odierna un Consiglio in seduta celebrativa. All'assemblea hanno preso parte non soltanto i membri dell'amministrazione e il Sindaco Tommaso Minervini ma anche altre componenti della comunità ecclesiale come il Vicario generale don Raffaele Tatulli e il Segretario della Visita Pastorale don Pietro Rubini. L'ultima Visita Pastorale in Diocesi fu condotta dal Mons. Luigi Martella nel gennaio 2008, mentre a precederlo era stato don Tonino Bello nel lontano 1985.
Nella consueta sede di Palazzo Giovene, si è discusso dell'ostico tema legato alla possibilità di un'azione congiunta fra Chiesa locale e Comune. Alla prima componente spetta la cura delle anime, alla seconda il benessere dei cittadini: obiettivo condiviso, dunque, è quello di creare una rete condivisa capace soprattutto di andare incontro alle esigenze degli ultimi. Ad aprire la questione sono giunte le parole del Segretario Rubini che ha riportato alcune parole pronunciate da Papa Francesco in occasione della 52^ Giornata Mondiale della Pace in un discorso intitolato Politica e pace. La politica ha una grande responsabilità sociale nel creare le condizioni propizie per la vita della comunità. Citando testualmente un breve stralcio: "La politica può diventare la più alta forma di carità quando è desiderosa di operare per la famiglia dell'umanità nel segno della dignità e dell'onestà". Va lodato quindi il politico capace di ascoltare e di mettersi al servizio della pace e dei diritti umani, senza pensare ai propri interessi.
Di alto profilo anche l'intervento di Mons. Cornacchia, che ha tessuto lodi verso quanti si dedicano alla cosa pubblica assumendoci, con senso del dovere, le proprie responsabilità. Molfetta è una città antica e di grande storia, purtroppo segnata da vecchie e nuove forme di povertà che sono in rapida diffusione soprattutto negli ultimi anni. Dalla difficoltà dei giovani di costruirsi un futuro nella propria terra d'origine, alle famiglie che nonostante un lavoro non riescono a sostenersi degnamente, passando anche per gli immigrati che spesso vivono faticosi processi di integrazione nella comunità. Disoccupazione, intolleranza, povertà: nemici da combattere come la ludopatia, altro elemento capace di dissolvere interi patrimoni e di mandare sul lastrico chi entra nella sua trappola. Chiesa e Comune dovranno perciò agire nella direzione dell'apertura verso le categorie sociali più deboli per rendere Molfetta un luogo più abitabile per tutti. In chiusura, un altro messaggio forte sull'importanza del connubio fra le due istituzioni: "La fede può diventare anche politica laddove si desideri servire l'uomo e non servirsi dell'uomo".

In chiusura di assemblea, il Vescovo ha donato al Consiglio una Croce in legno realizzata dai giovani della Casa di Ruvo fondata proprio da don Tonino Bello. L'Amministrazione Comunale ha ricambiato l'omaggio con un libro di Rosaria Scardigno intitolato Il nuovo lessico molfettese e con una targa raffigurante lo stemma della città.
4 fotoIl Vescovo visita il Consiglio Comunale
Visita PastoraleVisita PastoraleVisita PastoraleVisita Pastorale
  • Consiglio Comunale
Altri contenuti a tema
Crisi Iran-Usa, dal centrosinistra di Molfetta ordine del giorno in Consiglio Crisi Iran-Usa, dal centrosinistra di Molfetta ordine del giorno in Consiglio I consiglieri comunali: «Molfetta ribadisca il suo essere città della pace»
Il Consiglio Comunale dei ragazzi a Molfetta è di nuovo realtà Il Consiglio Comunale dei ragazzi a Molfetta è di nuovo realtà Il commento dell'assessore Angela Panunzio. Negli anni '90 fu fiore all'occhiello per la città
A Molfetta torna il Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze A Molfetta torna il Consiglio Comunale dei ragazzi e delle ragazze L'approvazione nel prossimo Consiglio comunale del 16 dicembre
Piano studio: il Comune di Molfetta dispone gli interventi Piano studio: il Comune di Molfetta dispone gli interventi Trasporto, mensa, libri: quasi 2 milioni di Euro per l'istruzione
Un posto vuoto in Aula Carnicella per ricordare le donne vittime di violenza Un posto vuoto in Aula Carnicella per ricordare le donne vittime di violenza L'iniziativa si è svolta oggi durante la seduta del Consiglio Comunale
Istruzione e violenza contro le donne nel Consiglio Comunale del 25 novembre Istruzione e violenza contro le donne nel Consiglio Comunale del 25 novembre Due i temi all'ordine del giorno: i lavori nell'aula Carnicella alle ore 15.30
Il Consiglio Comunale di Molfetta dà l'ok alla ripresa dei lavori del nuovo porto Il Consiglio Comunale di Molfetta dà l'ok alla ripresa dei lavori del nuovo porto Ieri la votazione. Si riparte dalla messa in sicurezza
Messa in sicurezza e ormeggi: i lavori al nuovo porto tornano nel Consiglio Comunale di Molfetta Messa in sicurezza e ormeggi: i lavori al nuovo porto tornano nel Consiglio Comunale di Molfetta Sarà ufficiale anche l'ingresso di Silvia Rana al posto di Paola Natalicchio
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.