consiglio comunale dei ragazzi JPG
consiglio comunale dei ragazzi JPG

Consiglio comunale particolare con gli alunni della scuola “Carnicella” di Molfetta

Baby assessori e consiglieri comunali, adulti solo Presidente del consiglio comunale e Sindaco

Nessuna maggioranza, ne opposizione, per lo speciale consiglio comunale che si è tenuto ieri mattina nell'aula "Carnicella", però c'erano "gli assessori", il Sindaco, il Presidente del consiglio e i "consiglieri comunali".

Si è trattata di una seduta molto particolare, festosa, ma anche molto istituzionale, se così si può dire, che ha visto oltre 50 alunni della terza A e B e della quinta A del plesso "Carnicella"; "occupare" l'emiciclo, al termine del progetto "Molfetta, un tesoro di Città". Durante tale progetto agli alunni sono state forniti gli elementi base che servono per amministrare una città. E' stato loro spiegato come si compone un consiglio comunale, da chi viene eletto, il ruolo del Sindaco, degli assessori e dei consiglieri comunali.

Nel pieno rispetto delle regole del consiglio comunale a dare l'avvio ai lavori è stato il presidente, Nicola Piergiovanni, visibilmente soddisfatto per la marea blu che aveva davanti ai suoi occhi. Sì, veramente un bel colpo d'occhio entrare nell'aula consiliare e vedere questa meravigliosa "marea blu", tutti composti nei loro bei grembiuli blu, tutti consapevoli che stavano facendo una cosa importante, una cosa da grandi.

Entrando nel gioco delle parti gli assessori si sono presentati, spiegando quali fossero le proprie mansioni all'interno della città, mentre ai baby consiglieri comunali è stata data la possibilità di fare le proprie proposte.

Proposte chiare e precise, nello specifico hanno chiesto: "multe più costose per chi sporca la città"; "il coinvolgimento dei giovani nel riordino delle aree verdi incolte, nella coltivazione di piccoli orti urbani, per la pulizia e la manutenzione delle spiagge"; "pulizia più accurata delle zone pubbliche e il ripristino del manto stradale"; "l'utilizzo gratuito di centri sportivi da parte di tutti gli studenti, tramite l'esibizione di certificazione di buona condotta e profitto scolastico"; "la costruzione di un centro di assistenza per i poveri, per i senza tetto, coloro che non hanno soldi per curarsi e per mangiare"; "costruzione di un parco nei pressi di Lama Martina con percorsi adibiti al passaggio di pedoni, disabili e biciclette"; "l'utilizzo di un locale comunale per organizzare corsi di teatro e musica per bambini svantaggiati, al fine di poterli coinvolgere in attività ricreative e di aggregazione"; "incrementare i cestini per le deizioni canine".

Tutte le proposte, come avviene in consiglio comunale, sono state votate dall'assise a maggioranza, solo una ha ottenuto l'unanimità ed è stata quella del presidente Piergiovanni, ossia non dare i compiti il sabato ma solo una lettura a piacere. Chiaramente proposta accettata con molto entusiasmo dagli alunni, che non hanno avuto alcuna esitazione a votarla, ma hanno voluto rassicurazioni dal Presidente del consiglio comunale che sarebbe intervenuto lui stesso se le maestre avessero disatteso tale proposta votata in consiglio comunale.

Interessante anche lo scambio tra un consigliere comunale e il Sindaco, Tommaso Minervini, alla domanda del primo se è difficile amministrare una città, Minervini ha risposto: «la cosa più difficile di amministrare una città è una cosa che non si vede e non si tocca, ossia tenere le relazioni fra le persone. Una classe è classe, quindi una città è città, quando si è uniti».

Presenti al consiglio comunale l'assessore ai lavori pubblici, Mariano Caputo, i consiglieri comunali Rosalba Secchi, Sergio De Candia e Leo Binetti. E'proprio l'assessore Caputo a cogliere la palla al balzo visto che fra le proposte fatte dagli alunni c'è anche la manutenzione del manto stradale a puntualizzare che «finalmente stiamo avviando il nostro piano delle strade», ma ci tiene a precisare davanti a questa particolare assise che si sta provvedendo anche alla manutenzione dei parchi esistenti e crearne di nuovi, oltre alla riqualificazione della Lama. Fermo restando che reputa interessante questo progetto di partecipazione attiva.

Al termine del consiglio comunale è il presidente, Nicola Piergiovanni a dirci: «è stata una giornata che mi ha dato grandi emozioni, sono emozioni uniche che solo i ragazzi sanno trasmettere, perché loro sono sinceri e diretti anche nelle loro richieste, che non sono altro che le richieste che quotidianamente ci vengono fatte anche dagli adulti».

Per il sindaco, Tommaso Minvervini, «esperienze di questo tipo permettono di preparare gli alunni delle scuole elementari a rendersi consapevoli delle dinamiche della democrazia e della partecipazione della propria città. Credo che sia un atto doveroso, oltre che bello, che da la contezza di essere non persone singole, ma di stare in una comunità, che poi è quella della propria città».

Speriamo che questo possa essere il primo consiglio comunale dei ragazzi, di tanti altri degli anni 2000, visto che negli anni '90 un consiglio comunale dei ragazzi, con tanto di Sindaco, assessori e consiglieri eletti in tutti i circoli didattici presenti a Molfetta c'era già.
  • Consiglio Comunale
Altri contenuti a tema
1 Le opposizioni di sinistra portano il "caso Bosh" nel Consiglio Comunale di Molfetta Le opposizioni di sinistra portano il "caso Bosh" nel Consiglio Comunale di Molfetta Chiesto l'impegno del sindaco e della giunta
Fallimento "Mercatone Uno", cinque famiglie di Molfetta coinvolte. Si attiva il Comune Fallimento "Mercatone Uno", cinque famiglie di Molfetta coinvolte. Si attiva il Comune La decisione in Consiglio Comunale: sostegno alle iniziative e solleciti a Governo, Parlamento e Regione
Consiglio Comunale: lunedì il subentro di Paola de Candia ad Antonello Zaza Consiglio Comunale: lunedì il subentro di Paola de Candia ad Antonello Zaza Convocazione alle ore 17.30, cambio nelle fila del centrosinistra
Regolamento porta a porta ma anche deleghe ai cittadini, resoconto del Consiglio Comunale Regolamento porta a porta ma anche deleghe ai cittadini, resoconto del Consiglio Comunale Cosa è accaduto nell'ultima seduta della massima assise cittadina
Il Consiglio Comunale torna a riunirsi il 14 giugno Il Consiglio Comunale torna a riunirsi il 14 giugno In Aula Carnicella dopo i fatti della scorsa seduta
Consiglio Comunale rinviato, le opposizioni: «La maggioranza inizia a scricchiolare» Consiglio Comunale rinviato, le opposizioni: «La maggioranza inizia a scricchiolare» «Nessuna quadra su tematiche importanti»
Manca il numero legale nella maggioranza? Rinviato il Consiglio Comunale di Molfetta Manca il numero legale nella maggioranza? Rinviato il Consiglio Comunale di Molfetta Bagarre in Aula Carnicella. Scricchiola la maggioranza?
Consiglio Comunale il 13 maggio ma le opposizioni insorgono Consiglio Comunale il 13 maggio ma le opposizioni insorgono Si torna in Aula Carnicella dopo il rinvio della scorsa settimana
© 2001-2019 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.